Weiner

0
50
Anthony Weiner e Huma Abedin in Weiner

È difficile. Uh Uh, voglio dire, io – credo che sia una questione di costituzione – la stessa costituzione che ho che mi ha fatto fare questa scemenza.
(Anthony Weiner)

Questo documentario incentrato sulla vita di Anthony Weiner non è un film normale, quindi non posso raccontarvelo come faccio di solito con le altre pellicole. Questa è infatti la storia di una persona, una persona con un grosso problema, un problema “forse” risolvibile, un problema che a lui come a tanti altri sembrerebbe essere di poco conto, ma un problema a causa del quale Anthony Weiner ha perso la possibilità di essere qualcuno di davvero importante. Ma andiamo con ordine.

Anthony Weiner, ebreo, è l`astro nascente del mondo politico di New York. Come membro del Congresso è una persona forte ed energica, che fa pensare non tanto ai politici vecchia manierao ai lobbisti in mano alle corporation come Hillary Clinton, quanto a figure come il nostro Berlusconi o come Donald Trump in corsa ora per la Casa Bianca (e presente con un cammeo nel documentario). Quasi uno showman, insomma, che mostra tutta la sua energia nei numerosi dibattiti televisivi ai quali è invitato e dove regolarmente è capace di mettere in difficoltà quasi ogni avversario.
Sua moglie (o meglio ex, visto che ora sono divorziati) Huma Abedin è americana, ma nata da genitori indiani di religione musulmana, ed è vissuta per molti anni in Arabia Saudita a Jedda. Per lungo tempo assistente proprio di Hillary Clinton, Huma sta per candidarsi nel prossimo governo nel caso Hillary dovesse vincere queste elezioni negli States.
Proprio mentre Weiner sta per spiccare il volo in politica, una foto sessualmente compromettente inizia a girare per Twitter e gli rovina la carriera, ma dopo due anni, nel 2013, Anthony ci riprova candidandosi a sindaco di New York. Questo è possibile proprio grazie a Huma, che lo sostiene sempre, perdonandolo pubblicamente per le sue azioni sbagliate. Qui c`è la prima cosa che colpisce della storia: un ebreo e una musulmana sposati; lui sembra tradirla sul web, e lei lo perdona, quando poi … dal film si nota come lei guarda suo marito in pubblico dopo quello che è successo, e si capisce chiaramente che è la donna ad essere l’architetto della sua rinascita politica. L`altro motivo per cui Huma resta con Anthony è la presenza di un bambino piccolo: in questi casi una madre prima di allontanarsi definitivamente dal marito ci pensa non 1, ma 100 volte.

Ma nel 2013 tutto cambia di nuovo.

Proprio in questo anno, quindi durante la campagna elettorale per diventare Sindaco della Grande Mela, esce fuori un secondo scandalo sessuale molto simile, se non peggiore del primo. Huma ancora resiste e cerca di salvare il salvabile a prima vista, anche da una parte il suo è quasi un procedere a forza d`inerzia. Ma la stampa e i media non danno tregua all`uomo e anche la donna questa volta crolla, venendo definita dagli stessi media una vittima di abusi matrimoniali. Mentre lui gira il suo messaggio promozionale e continua a credere di avere qualche possibilità, ormai lei non crede più al marito. Alla fine deciderà di lasciarlo dopo il voto. Weiner arriva ultimo e quel giorno incontra anche per la prima volta (a quanto si sa) la donna che lo accusa di aver con lei fatto delle chat erotiche.

Gli aspetti interessanti del documentario, oltre quelli già presentati, sono molteplici, e cioè:

  • Per Weiner, emerge la figura di una persona molto sola e probabilmente malata, persa dietro le sue necessità di carattere sessuale. Quasi dipendente dal mandare e ricevere messaggi dal telefonino.
  • Per Huma, emerge anche la figura di una donna che vuole con i suoi comportamenti “sotto traccia” ma invadenti provare a controllare e direzionare la vita del marito, a cominciare da come si veste fino a tutto il resto.
  • Interessante la storia anche per capire come avvengono certe chat erotiche, e dove possono portare se non si sta sufficientemente attenti;
  • Aspetto forse più interessante in assoluto è infine notare come la stampa, in particolare quella che usa i video e va in tv, sia attiva a stalkerare il malcapitato dopo che viene a sapere dell`esistenza di una potenziale notizia forte. Questo anche perché ai cittadini comuni dell’attività sessuale e personale del protagonista interessa, oggettivamente, più come curiosità in senso assoluto che come elemento in grado di spostare una campagna politica. Questo, almeno, fino a che i media non distruggono il protagonista. È chiaro che essendo Weiner un personaggio pubblico questo conta, ma deve esistere un rispetto della privacy che qui non c’è stato mai. Tutto dipende molto dalla diffusione di internet su mobile che permette tutto questo.

[review]

[two_fifth]Weiner - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last] Weiner

Genere: Documentari

Attori: ///

Durata: 95 minuti

Un film di: Josh Kriegman, Elyse Steinberg

Data di uscita: 26 maggio 2016

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here