Wacken 3D

0
4
Pubblico di Wacken 3D

Quando suoni è come paracadutarti dentro l’anima di Wacken
(Jeff Waters – Annihilator)

La prima parola che viene in mente è energia. L’energia dell’heavy metal, delle doppie pedaliere, delle dita acrobatiche di Scott Ian (Anthrax) sulla sua Jackson Randy Rhoads, di 75.000 voci che urlano “Du hast” insieme a Till Lindemann (Rammstein). L’energia di 150.000 braccia al cielo, che ondeggiano all’unisono sulle note di ‘Smoke in The Water’ (Deep Purple) nelle luci del tramonto. L’energia di una musica che, come dice Mikkey Dee (Motörhead):

va suonata forte. Ci sono tre tipi di forte: molto forte, super forte, e forte da ospedale”.

E qui si suona solo il ‘super forte’.

Il secondo aggettivo per descrivere il film è emozione. Le tecniche di ripresa, l’alternarsi delle voci di persone comuni e artisti, l’interlacciarsi quasi ipnotico di musica, effetti speciali e inquadrature del pubblico in estasi, fra head-banging, crowdsurfing, ‘pogate sudate’ nel fango della campagna tedesca, in un racconto corale di quello che è, da oltre un quarto di secolo, il più importante festival Heavy Metal al mondo, il “Wacken Open Air – W.O.A.”: tutti questi elementi concorrono nel catturare l’attenzione del pubblico, nel coinvolgerlo naturalmente. È come se il film tutto seguisse la filosofia di Alice Cooper:

Non vado mai sul palco con lo spirito di chi pensa ‘spero di piacergli’. Il mio spirito è ‘venite qui’.

Il terzo vocabolo da usare, per completare il quadro, è immersione. Gli stereotipi del metal ci sono tutti: teschi, tatuaggi, maglie nere, capelli lunghi, bandane, birra a fiumi, maschere, reggiseni che volano sul palco, violenza verbale. Ma oltre agli stereotipi c’è questo spaccato di una cultura musicale che resiste, quasi immutata, da decenni, e continua ad affascinare e a conquistare giovani d’ogni paese e cultura. Abbatte le barriere, la musica. Anche la musica urlata di Wacken. Soprattutto la musica urlata di Wacken. È “una musica che ti parla. È umanità allo stato puro”, raccontano nel film. Viene voglia di farsi qualche ora di viaggio, montare la tenda e dimenticare cellulare, vita quotidiana, lavoro e comodità domestiche per quei 4 giorni di metal. E vivere di musica, fuoco, aria, pioggia e fango, birre e caffè annacquato. Il messaggio, alla fine, è semplice e chiaro, e lo possiamo riassumere nelle parole di Jeff Waters (Annihilator):

Quando suoni (o partecipi, n.d.a.) è come paracadutarti dentro l’anima di Wacken.

[review]
[two_fifth]Wacken 3D - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Wacken 3D

Genere: Documentari, Musical

Attori: Rammstein, Alice Cooper, Deep Purple, Motörhead, Henry Rollins, Breanna Banfield, Katie McHoes, Micha Reese, Salman U. Syed, Cielu Wang

Durata: 90 minuti

Un film di: Norbert Heitker

Data di uscita: 24-25 novembre 2015

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here