L’albero del vicino – Under the Tree

0
46
Inga, Konrad, Eybjorg e Baldvin in L'albero del vicino - Under the Tree

L`albero deve sparire.
(Eybjorg – Selma Björnsdóttir)

Baldvin: Forse è il caso di potarlo.
Inga: Nessuno tocca quell`albero, chiaro?
(Baldvin e Inga – Sigurður Sigurjónsson e Edda Björgvinsdóttir)

Agnes: Mi tradisci?
Atli: No… cioe, sì.
(Agnes e Atli – Lára Jóhanna Jónsdóttir e Steinþór Hróar Steinþórsson)

Inga: Hai visto la mia gatta? Sembra scomparsa.
Konrad: Ahi, Ahi, Ahi.
(Inga e Konrad – Edda Björgvinsdóttir e Þorsteinn Bachmann)

I giovani Atli e Agnes sono ormai in crisi, e quando Agnes scopre il ragazzo davanti al pc a guardare un video porno di cui lui è il protagonista insieme all`amica Rakel decide di cacciarlo di casa, malgrado hanno una figlia, Asa, insieme. Atli va a stare dai suoi genitori Inga e Baldvin.

Ma questi due non se la passano meglio di lui purtroppo. Da qualche tempo, infatti, sono in lite con i vicini di casa Konrad e la sua nuova fiamma Eybjorg, con quest`ultima che vorrebbe che loro sfrondassero le chiome di un`albero presente nel loro giardino che, con la sua ombra, le impedisce di prendere il sole nel suo di giardino. Così, mentre Atli prova a riprendere i suoi diritti di padre che sembrano compromessi, lo scontro tra vicini si fa sempre più duro e senza esclusione di colpi. Come uscire da questa situazione?

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Interessante dark comedy che vira in modo diretto verso il dramma nella seconda parte della storia. Tutto si svolge in Islanda, paese estremamente civile almeno all`apparenza e luogo dove anche solo fare qualcosa contraria alle regole vuole dire comportarsi in modo poco sensato e razionale. Ebbene, in questo caso il protagonista Atli, bravo ed espressivo nell`interpretazione Steinþór Hróar Steinþórsson, si presenta come una sorta di corpo estraneo a questo modo di essere e di vivere, e ne paga le conseguenze sotto ogni punto di vista in modo totale. Si ride molto nella storia, ma sono risate amare, piene di cose sovente non dette ma solo accennate e per questo forti e profonde. Le liti tra vicini di casa sono in fondo qualcosa di ridicolo, che si genera usualmente da discussioni di poco conto che poi rischiano di uscire dal controllo degli stessi che stanno discutendo, fino ad arrivare anche a situazione paradossali, nelle quali persone serie e rispettabili dimenticano dignità e autocontrollo del tutto. Una sorta di guerra, quindi, dove il campo di battaglia sono le rispettive abitazioni delle parti in causa in lotta. In questo senso ad esempio fantastica la scena della riunione di condominio, situazione ai confini del ridicolo ma in grado di far capire in pieno il senso di tutto questo. Tutto quindi andrebbe contestualizzato nell`ultra-organizzata Islanda, e il fatto che in questa pellicola questo non succeda la dice lunga sul grado di innovazione che il bravo regista Hafsteinn Gunnar Sigurðsson ha saputo dare al prodotto. Buona la fotografia, tutto sommato competenti tutti gli attori o quasi, strana l`illuminazione ma non bisogna stupirsene, siamo pur sempre in una nazione del Nord Europa dove non c`è poi tutta questa luce. Considerato che la filmografia di quelle zone è piuttosto fresca, si tratta sicuramente di un prodotto da vedere e che merita l`attenzione da parte di tutti gli ambiti e strati sociali che vengono trattati alla stessa maniera, dalle donne agli uomini, dai giovani agli anziani e via dicendo.

 

L’albero del vicino – Under the Tree

Genere: CommediaDrammatici

Cast: Steinþór Hróar Steinþórsson, Edda Björgvinsdóttir, Sigurður Sigurjónsson, Þorsteinn Bachmann, Selma Björnsdóttir, Lára Jóhanna Jónsdóttir

Un film di: Hafsteinn Gunnar Sigurðsson

Durata: 89 minuti

Data di uscita: 28 giugno 2018

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleIl Sacrificio del Cervo Sacro
Next articleTeatro Sistina: Stagione 2018/2019
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here