Forza maggiore

0
24
Tomas, Ebba, Vera e Harry in Forza maggiore

Ebba, suo marito Tomas e i loro due piccoli bambini Vera ed Harry sono i membri di una famiglia svedese in settimana bianca sulle Alpi sponda francese. La vista è divina dalla terrazza dell’albergo e non potrebbe essere altrimenti, con tanta neve e un sole che spacca le pietre. Questo almeno fino a quando, durante un pranzo del gruppo, una valanga irrompe veloce e forte proprio in quel punto creando il panico.

Con la gente che fugge a gambe levate, le reazioni di Ebba e Tomas  verso quel che succede sono estremamente diverse e questo genera grossi problemi all’interno del matrimonio. A Tomas il compito di provare ad analizzare correttamente la situazione e di trovare una soluzione che possa far tornare le cose al proprio posto.

In questo dramma a tinte surreali e quasi comiche proveniente dalla Svezia si mischiano momenti e fasi diverse con alterni successi. Tutto il film basa il suo funzionamento su una fotografia ottima, che permette ai personaggi di parlare il meno possibile e agli spettatori di cercare di intuire da soli che cosa sta realmente succedendo, almeno per tutta la prima parte che è quella dove la pellicola raggiunge al meglio i proprio obbiettivi.  La crisi del rapporto tra i due protagonisti si diffonde presto tutto intorno a loro, quasi si trattasse di uno strano e invisibile virus capace di portare gli esseri umani verso uno scontro sempre più duro. Questo virus per l’autore è il non parlare, il non dire, quel silenzio e tutti i segreti che, volente o nolente, la maggioranza delle coppie tiene per se, conscia della bomba ad orologeria che potrebbero rappresentare. Altro punto importante da notare è la differenza di reazione e di rapporto con la prole tra uomini e donne: mentre i primi vedono loro comunque e sempre al centro del progetto familiare, le seconde sviluppano sovente un amore quasi disperato verso i figli e sono pronte a fare di tutto, davvero di tutto per farli felici, anche se questo dovesse significare rovinare per sempre la propria vita. Tutto questo è nemico giurato del tradizionale modello di famiglia del Nord Europa, dove sovente non si fa altro che pubblicizzare una solidarietà sociale molto diffusa che poi, vista più da vicino, nei fatti non esiste. L’individualismo, quindi, regna sovrano anche dove dovrebbe aver fallito per sempre la sua lotta. Splendida la Natura e in generale le immagini presenti nel film, bravi gli attori, in particolare quel Kristofer Hivju dagli stili, le espressioni e le azioni naturalmente comiche, che interpreta Mats, un amico divorziato della coppia che li va a trovare insieme alla giovane compagna ventenne proprio dove loro si trovano. Interessante film, da vedere per le coppie in crisi o per quelle nelle quali qualcuno di due ha qualche problema e fatica a comunicarlo all’altro.

[review]

[two_fifth]

Forza maggiore - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last]Forza maggiore

Genere: Drammatici

Cast: Johannes Kuhnke, Lisa Loven Kongsli, Clara Wettergren, Vincent Wettergren, Kristofer Hivju. Fanni Metelius, Karin Myrenberg, Brady Corbet

Un film di: Ruben Östlund

Durata: 118 minuti

Data di uscita: 7 maggio 2015

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here