Codice 999

0
30
Irina Vlaslov in Codice 999

3 giorni, se non mi faccio vivo prima.
(Russell Welch – Norman Reedus)

Devi essere più criminale dei criminali, per salvarti la pelle.
(Jeffrey Allen – Woody Harrelson)

Non c’è limite a quello che può fare un uomo quando non ha scelta.
(Irina Vlaslov – Kate Winslet)

Michael Atwood, in passato membro dell’Esercito degli Stati Uniti nelle Forze Speciali, è a capo di una cellula di agenti della polizia corrotti in servizio ed altri ex-membri governativi che sta per compiere una rapina in grande stile in una banca. Il gruppo agisce sotto la guida nascosta di Irina Vlaslov, spietato capo della mafia russo-israeliana, che gli impone di fare un’ultima, folle rapina, fondamentale per liberare suo marito tuttora in prigione.

Chris Allen è un giovane agente appena arrivato che, sotto il comando del sergente Jeffrey Allen, si mette ad indagare sul caso senza sapere che il suo compagno nelle indagini è proprio uno dei membri del gruppo di rapinatori. Il colpo che la banda vuole fare sembra impossibile, quando uno di loro ha un’idea: perché non uccidere un agente? Questo, secondo le regole della polizia, attirerà tutti quanti gli sbirri sul posto, lasciando campo libero per la rapina. In gergo tecnico, questo assassinio è chiamato un 999.

Azione, dramma e vision da poliziesco la fanno da padroni in quello che può essere definito senza timore di essere smentiti il miglior film del genere che Hollywood abbia prodotto negli ultimi 2-3 anni. Per prima cosa parliamo dei ritmi della storia, che sono a tratti letti e a tratti veloci, velocissimi. Le vicissitudini tra questi due sono ben impostate, e si ha sempre la sensazione che qualcosa stia per accadere, a prescindere se poi alla fine accada oppure no. Allo stesso tempo, ogni cosa sembra essere messa al proprio posto, in un incrocio di situazioni, dialoghi ed azioni che è quasi perfetto nel suo incastro narrativo. A seguire c’è la scelta degli attori che interpretano i personaggi, che definire azzeccata è un eufemismo. Prime su tutti la regina della posta Kate Winslet e Gal Gadot: Kate è una Irina Vlaslov perfetta (mi chiedo come sia possibile che questa donna, al pari di Charlize Theron, invece che invecchiare diventa sempre più bella e sexy con il passare degli anni) e Gal è una sorella dalla bellezza disarmante. Accanto, o meglio, nella recitazione con loro ci sono alcuni tra i migliori attori di oggi, in particolare quel Woody Harrelson da troppi bistrattato ma sempre sontuoso, un Casey Affleck finalmente convincente e quel Chiwetel Ejiofor della cui espressività ci siamo così tanto innamorati in 12 anni schiavo (2014). Poi, certo, il film non è perfetto, e si poteva fare meglio. Ma si può sempre fare meglio, e in questa piccola epoca di mancanza di prodotti di alto livello, vedere un blockbuster di qualità come questo è davvero cosa rara. Da vedere.

[review]
Codice 999 - Locandina[two_fifth]

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Codice 999

Genere: AzioneDrammatici, Polizieschi

Attori: Casey Affleck, Chiwetel Ejiofor, Anthony Mackie, Aaron Paul, Clifton Collins Jr., Norman Reedus, Teresa Palmer, Michael K. Williams, Gal Gadot, Woody Harrelson, Kate Winslet, Luis Da Silva Jr, Michelle Ang, Hakim Callender, Natalie Pero, E. Roger Mitchell, Eric Maldonado

Durata: 115 minuti

Un film di: John Hillcoat

Data di uscita: 21 Aprile 2016

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here