Tornare a vincere

0
1962
Jack Cunningham prima di un match in Tornare a vincere

Beth Cunningham: Odio pensarti laggiù, sempre da solo, a bere.
Jack Cunningham: Sto bene. Grazie, ma sto bene.
(Beth e Jack Cunningham – Michaela Watkins e Ben Affleck)

Padre Edward Devine: Ti starai chiedendo perché ti ho fatto venire qui. Il nostro coach ti basket ha avuto un`infarto, mi serve un`altro coach.
Jack Cunningham: È una buona squadra?
Padre Edward Devine: No, gli ultimi play-off li ho fatti quando ci giocavi tu.
(Padre Edward Devine e Jack Cunningham – John Aylward e Ben Affleck)

Jack Cunningham ha una vita che definire sottosopra è un vero e proprio eufemismo: operaio edile in dei cantieri, Jack è dipendente dall`alcol che beve senza sosta e viene da una dura separazione matrimoniale che lo ha lasciato a pezzi.

Ma la vita gli offre una seconda chance quando viene chiamato a fare il coach dei Bishop Hayes, una squadra di basket con dei buoni talenti ma senza alcuna disciplina e organizzazione. Jack li aiuterà a trovare fiducia e a credere in se stessi per farli arrivare ai play-off, mentre lui si dovrà preparare alla sfida più grande, quella di superare un dolore che rischia di restare dentro di lui per sempre.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Dramma sportivo che, malgrado qualche fisiologica pecca, riesce nel suo chiaro intento, che è quello di fotografare alcune zone oscure della vita negli States da diversi punti di vista. Si parte dando uno sguardo al mondo delle costruzioni, da sempre estremamente attivo in quella zona, e a come lavorano e vivono i suoi operai, spesso persone vittima di una vita che certamente non è stata tenera con loro. L`alcol la fa da padrone, e qui si apre la seconda e probabilmente principale finestra della pellicola, quella sulla vita di una persona, Jack Cunningham ben interpretato da Ben Affleck, che ha sofferto tanto e che si è affidata proprio all`alcol per non pensare e provare a dimenticare, esattamente come fanno tantissimi americani tristi, soli e non di rado disperati. Gli alcolisti possono distruggere tutto nella loro vita anche non volendolo realmente fare, e questo succede a tantissimi, perché è davvero reale per loro il motto che dice che ci vuole tanto per costruire, ma così poco per distruggere. Ben scelto Affleck anche per la sua nota inespressività, che questa volta diventa utile per raccontare un`alcolista e le sue non-espressioni, insieme ai gruppi di alcolisti che sono soliti riunirsi in pub e american bar. Altro elemento importante di una film che inizia lentamente per poi acquistare forza e velocità con il passare dei minuti, anche grazie ad una musica avvolgente, è lo sport, qui presentato a ragion veduta non come la panacea di tutti i mali, ma comunque come qualcosa in grado di far uscire dai propri problemi personali, facendo scordare dipendenze e tristezze, anche se magari solo temporaneamente. Questo vale in particolare per il basket, lo sport qui trattato, che è stato realmente in grado negli Stati Uniti letteralmente di togliere tante persone dalla strada facendo loro cambiare radicalmente vita. Si strizza anche l`occhio ad un certo modo di vedere la religione cristiana in Nordamerica, zona del mondo dove forse un certo livello di integralismo cattolico è effettivamente diffuso tra la gente comune. A conti fatti, infine, questo lavoro ci dice anche che la realtà resta tale, anche se vogliamo provare a cancellarla, e il passato resta dentro di noi se non lavoriamo continuamente per superarlo, migliorandoci e diventanto delle persone nuove. Non male, non credete?

Tornare a vincere

Genere: Drammatici, Sportivi

Interpreti: Ben Affleck, Al Madrigal, Janina Gavankar, Michaela Watkins, Brandon Wilson, Will Ropp, Fernando Luis Vega, Charles Lott Jr., Melvin Gregg, Ben Irving, Jeremy Radin, John Aylward, Da’Vinchi, Matthew Glave, Nico David, Todd Stashwick, Chris Bruno, Emelia Golfieri, Layla Golfieri, Nancy Linehan Charles, Glynn Turman, T.K. Carter, Jeremy Ratchford, Dan Lauria, Jayne Taini, Sal Velez Jr., Yeniffer Behrens, Rachael Carpani, Eric Tate, Christine Horn, Josh Latzer, Manny Streetz, Justice Alan, Jay Abdo, Joshua Hubbard, James P. Harkins, Mike G., April Adams, Chieko Hidaka, Bronwen O’Connor, Charlotte Evelyn Williams, Kayla Diaz, Doc Jacobs, Marlene Forte, Shay Roundtree, Chad Mountain, Sandy Fletcher, Noah Ballou, Cynthia Rose Hall, Calvin Barber, Dino Lauro, Roman Mathis, Herbert Morales, Mateo Ortiz, Tyler O’Malley, Tom Archdeacon, R.J. Asher, Mason Blomberg, Cameron Blunt, Olivia Cannizzo, Rylee Cravens, Savannah Cruz, Armando DuBon Jr., Jerimiyah Dunbar, Ashlie Garrett, Sarah Glassman, Dan Gruenberg, Rotem Hacker, Jedediah Jenk, Kristen Kash, Jessica Ellen King, Inka Kytö, Hayes MacArthur, Ana Cristina Mayer, Abigail Nolte, Brian Nuesi, Edelyn Okano, Matthew Parry-Jones, Erik-Jan Pliner, Sophia Mayer Pliner, Cliff L. Powell, Craig Reed, Marissa Reynolds, Az Rudman, Bryan Sapphire, Carly Schneider, Christina Sergoyan, Linda Sirkedzhyan, Luke Steinborn, Bruce M. Stockert, Regan Talleh, Alexander Tassopoulos, Alfredo Tavares, Caleb Thomas, Shantiel Alexis Vazquez

Un film di: Gavin O’Connor

Durata: 108 minuti

Data di uscita: 23 Aprile 2020 su Apple Tv, Youtube, Google Play, TIMvision, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV, e per il noleggio su Sky Primafila, Infinity e VVVVID

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleOnward – Oltre la Magia
Next articleDavid di Donatello 2020
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here