Gli eroi del Natale

0
5

Maria, sei in pericolo, devi ascoltare quello che sto per dirti con molta attenzione. Hi-Ho! Hi-Ho! Hi-Ho!
Maria: Vuoi i grattini sulla pancia?
(L`asino Bo e Maria – Steven Yeun e Gina Rodriguez)

L’asinello Bo vorrebbe realizzare qualcosa di importante ma il suo destino sembra quello di far girare in tondo la macina di un mugnaio impaziente. La colomba Dave lo invoglia a seguire il corteo reale che passerà da Nazareth. Bo riesce a liberarsi e si rifugia in casa di una giovane sposa incinta, Maria, che lo accoglie nonostante il marito Giuseppe sia contrario e deve già affrontare la sua ansia nell’attesa di un figlio che scopre non essere suo ma il Figlio di Dio.

L’approccio alla natività di Gesù è stato raccontato svariate volte al cinema e sembra curioso mostrare quello degli animali del presepe, anche se l’esperienza dal punto di vista dell’asino è abbastanza simile al mediometraggio L’asinello (1978) diretto da Don Bluth per la Disney, che però è parecchio più raffinato di questo film.

Primo elemento evidente a penalizzare questo lavoro è la grafica che risulta inferiore rispetto agli standard attuali dell’animazione digitale e che qui sembra in parte giustificata dal fatto di essere destinata a una distribuzione senza grandi aspettative.

L’altro elemento che ne limita il potenziale è meno oggettivo ma fa la differenza. In vari film animati da un po’ di anni a questa parte c’è l’attitudine, anche in storie ambientate in tempi antichi, a modernizzare alcune cose per renderle probabilmente più divertenti  per i bambini. Le produzioni rinunciano così alla versatilità di pubblico delle produzioni migliori. Così l’asinello e i suoi amici si muovono e parlano come ragazzini di città del duemila che sognano il successo e la fama o partecipano a una sorta di tutorial per arrampicarsi  tra le rocce della Galilea con una pecorella come guida.

Anche la “giovane coppia” composta da Giuseppe e Maria piuttosto che una di fanciulli medio orientali di duemila anni fa sembra una di fidanzatini di oggi e, senza per forza volere rendere mistica questa materia ogni volta che viene raccontata, è solo la grazia della loro caratterizzazione ad allontanare il sospetto di irriverenza rispetto alla fede di chi li vede come la Sacra Famiglia.

Ancora, la colonna sonora contiene brani di probabile successo pop ma che sembrano voler confezionare più un disco promozionale delle Feste che musicare in modo adeguato una storia che potrebbe dare molto di più.

Per fortuna che almeno i personaggi carini ci sono. Dai cammelli dei Re Magi alla pecorella Ruth che vuole distinguersi dal gregge e collabora per salvare Maria da chi vorrebbe farle del male. A questo proposito il ruolo ritagliato del “cattivo” rappresentato dal sicario di Erode che va in giro con due cani minacciosi per uccidere il futuro Re è un pochino debole per una storia del genere.

Ci sono momenti scritti in modo commovente e che comunque funzionano, soprattutto all’avvicinarsi dell’evento mistico indicato dalla Stella Cometa. L’asinello cerca il suo riscatto nella vita e questa pellicola sembra accontentarsi dell’obiettivo che probabilmente raggiungerà: far divertire i più piccoli.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] Gli eroi del Natale

Genere: Animazione, Commedia, Ragazzi

Interpreti: Keegan Michael Key, Zachary Levi, Steven Yeun, Gina Rodriguez, Kristin Chenoweth, Christopher Plummer, Oprah Winfrey, Kris Kristofferson, Anthony Anderson, Tyler Perry, Ving Rhames, Gabriel Iglesias

Durata: 86 minuti

Un film di: Timothy Reckart

Data di uscita: 30 novembre 2017

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here