Shark – Il primo squalo

0
862
Gente che nuota sopra il Megalodonte in Shark - Il primo squalo

Quella cosa è lì fuori. Dobbiamo trovarla e ucciderla.
(Jonas Taylor – Jason Statham)

Perché non gli mettete invece un tracciante? Non avete mai visto Shark Week?
(Jack Morris – Rainn Wilson)

Nessuno si sarebbe mai aspettato che, sul fondo degli oceani, un predatore giacesse addormentato in attesa di risvegliarsi, neppure il sommergibile oceanico che da questi viene attaccato finendone bloccato insieme all`equipaggio presente al suo interno.

Tempo dopo un gruppo di esperti del mare si trova in una situazione simile e l`oceanografo Zhang, contrariamente al volere della figlia Suyin, chiama a risolvere la situazione Jonas Taylor, esperto di salvataggi sottomarini. Quello che Zhang non sa è che in passato Taylor ha già affrontato quella creatura essendo incaricato di salvare il sommergibile, e che questa volta dovrà superare ogni sua paura per sconfiggere il più grande predatore della storia.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Azione, horror e fantascienza provano a mescolarsi in modo forte in un prodotto che però, paradossalmente, mostra nel suo lato comico la sua parte migliore. Certo, l`azione è presente ed è anche tecnicamente ben realizzata, ma il tutto manca di una vera logica narrativa. I personaggi che creano maggiore empatia con lo spettatore risultano quindi il miliardario Jack Morris, bravo Rainn Wilson nel ruolo, il simpatico Mac alias Cliff Curtis, e soprattutto lo spassosissimo Toshi – nel ruolo Masi Oka. Strano avere forte la sensazione che le risate siano il focus maggiore di una storia di questo tipo, ma esiste una certa componente light trash nel vedere i continui sogghigni del non più giovane protagonista Jason Statham oppure il comportamento da adulta bambina di Shuya Sophia Cai nella parte di Meiying. Sempre centrali ma male affrontati i temi dell`uomo che danneggia la Natura che a sua volta si vendica nel modo più duro possibile, del miliardario che pensa solo ai soldi vestito da nerd, del progresso tecnologico che se mal sviluppato arreca principalmente danni e tanti altri ancora. Buoni gli effetti speciali, e questo rende ancora più perplessi riguardo al resto, perché di soldi ne devono essere sicuramente stati spesi per raggiungere un tale livello. Continua poi il trend dei vari personaggi ormai in voga ad Hollywood da almeno 2 anni, dove si vedono sovente protagonisti una persona di estrazione caucasica – generalmente un maschio – e una persona di origine cinese o dell`estremo oriente – generalmente una femmina – accompagnati da personaggi in grado di rappresentare, e di conseguenza far amare il film, un po` ovunque nel globo, qui rappresentati da indiani, giaponesi, coreani, nord europei e afroamericani. Dopo il caso Weinstein, d`altro canto, ormai molti anche da quelle parti ci vanno con i piedi di piombo, e… come dargli torto, in fondo? Sufficiente.

Shark – Il primo squalo

Genere: Azione, Fantascienza, Horror

Cast: Jason Statham, Bingbing Li, Rainn Wilson, Ruby Rose, Winston Chao, Cliff Curtis, Robert Taylor (II), Ólafur Darri Ólafsson, Jessica McNamee, Masi Oka, Page Kennedy

Un film di: Jon Turteltaub

Durata: 113 minuti

Data di uscita: 9 agosto 2018

REVIEW OVERVIEW
Sufficiente
Previous articleLa Profezia dell’Armadillo, promo video e date
Next articleThe Head Hunter
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here