Agnus Dei

0
46
Suore in Agnus Dei

La fede è ventiquattro ore di dubbio per un minuto di speranza.
(Suor Maria – Agata Buzek)

Polonia, 1945. Mathilde Beaulieu (Lou de Laage) è un giovane medico francese della Croce Rossa in missione per assistere i sopravissuti francesi della zona durante la Seconda Guerra Mondiale. Una suora in età da marito arriva da lei in cerca di aiuto e Mathilde, dopo una iniziale titubanza, accetta di seguirla in convento. Lì scopre che alcune sorelle della suora, incinte e vittima della barbarie dei soldati sovietici, vengono tenute lontane da supporti sanitari di ogni tipologia. Nell’incapacità di conciliare fede e gravidanza le suore si rivolgono a Mathilde che diventa la loro unica speranza.

Dramma molto ricco cinematograficamente parlando per le varie ed importanti tematiche trattate. Tratto da una storia vera, si nota fin da subito il grande coinvolgimento della regista Anne Fontaine nel mostrare la vita all’interno del convento, i suoi ritmi e quelli che sono il mistero e la fragilità della fede stessa, non sempre così solida e ferma. Questo film potrebbe essere paragonato ad un millefoglie, dove ci sono tantissimi strati che si sovrappongono in perfetto equilibrio vista la complessità degli eventi raccontati. Il tutto si configura quindi con un equilibrio molto sottile e delicato, trattato con mistero e grazia per non schiacciare i personaggi e non renderli piatti. Due i temi che emergono forte dalla storia. Il primo, la femminilità in rapporto alla Madre Terra e alla natura; il secondo, la maternità e la femminilità in rapporto alla spiritualità. Queste due identità che all’uomo si presentano come conflittuali perché l’una sembra escludere l’altra, alla fine riescono a convivere insieme in modo molto armonico in nome della generosità e dell’altruismo. Ed è proprio il corpo delle donne ad offrire la soluzione a tutto questo. All`interno della trama, poi, il simbolismo del corpo femminile acquista un significato molto profondo.
Pellicola sì ambientata nel 1945, ma allo stesso tempo di grossa attualità proprio per i fatti drammatici raccontati che purtroppo ancora avvengono in giro per il mondo e i quali il Vaticano non ha mai voluto ammettere come realmente avvenuti. Altre due interessanti tematiche presenti nel film anche se in maniera minore sono la disobbedienza positiva e la trasgressione. Il trasgredire a questa autorità che ha dato poi spazio alla vita. Il rendere possibile un futuro in nome della vita stessa. Un`unione di questi due universi femminili così lontani e diversi, separati dal materialismo e razionalità, rappresentato dal lato scientifico della giovane dottoressa protagonista, inizialmente quasi indispettita dagli atteggiamenti tenuti dalle suore ma successivamente in grado di capire passo dopo passo cosa queste donne avevano e stavano davvero passando. La fotografia del film ci da come l’impressione di essere in un dipinto del ‘400, con l’aria che sembra palpabile. Tra i personaggi, oltre al medico francese Mathilde abbiamo la Madre Badessa (Agata Kulesza), depositaria di una religione fondamentalista e personaggio di grossa interiorità, e Suor Maria (Agata Buzek) che invece sposa l’apertura e il cambiamento. Le parole pronunciate da Agata Kulesza davanti alle altre sorelle, cioè “Ho dannato me stessa per salvarvi”, danno un senso e una dimensione alla vita monastica femminile rappresentata nella trama. Da Vedere.

[review]

[two_fifth]Agnus Dei - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last] Agnus Dei

Genere: Drammatici

Attori: Lou de Laâge, Agata Buzek, Agata Kulesza, Vincent Macaigne, Joanna Kulig, Eliza Rycembel, Anna Próchniak, Katarzyna Dabrowska, Helena Sujecka, Mira Maluszinska, Dorota Kuduk, Klara Bielawka, Pascal Elso, Thomas Coumans, Leon Latan-Paszek, Joanna Fertacz, Zacharjasz Muszynski, Mariusz Jakus, Tomasz Sobczak, Sasza Reznikow, Denys Ivenov, Pawel Janyst, Aliaksandr Malchanau, Otar Saralidze, Artur Janusiak, Helena Norowicz, Karolina Zielen, Ewa Trzewicarz, Malgorzata Paprocka, Marta Mazurek, Iwona Dombeck-Rybczynska, Dorota Zielinska, Aldona Jankowska, Barbara Sienkiewicz, Magdalena Gnatowska, Danuta Borsuk, Ewa Paluska, Katarzyna Skolimowska, Maria Szadkowska-Malinowska, Hanna Wolicka, Anna Korzeniecka, Irena Telesz-Burczyk, Wiktoria Adamczyk, Franciszek Maziuk, Kryspin Kozlowski, Radoslaw Kowieszko, Fabian Zajaczkowski, Julian Plewa, Konrad Dzierzkiewicz, Maciek Pawelczyk, Weronika Humaj, Karol Paluch, Kacper Lesniak, Marek Szukielojc, Delfina Wilkonska

Durata: 115 minuti

Un film di: Anne Fontaine

Data di uscita: 17 novembre 2016 (Roma – Cinema Quattro Fontane, Torino – Cinema Nazionale, Milano – Cinema Arlecchino), 24 Novembre 2016 (resto d`Italia)

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here