La storia dell`amore

0
858
Alma Mereminski e Léo Gursky in La storia dell`amore

C`era una volta un ragazzo che amava una ragazza. Le promise che per il resto dei suoi giorni non avrebbe mai amato nessun`altra.
(Voce fuori campo)

Non voglio essere amata. L`amore esiste soltanto nei libri.
(Alma Singer – Sophie Nélisse)

Nella Polonia di fine anni Trenta Léo Gursky ama Alma Mereminski di un amore unico e sconfinato, ed è dalla bellissima ragazza ricambiato. Quando Alma parte per gli States per l`imminente arrivo dei nazisti, si fa promettere da Leo di mandarle per lettera i contenuti del libro che sta scrivendo per lei capitolo dopo capitolo.

Ai giorni nostri, Alma Singer è la prima di due figli e vive a New York. Sua madre Charlotte traduce libri, suo padre non c`è più e il suo fratellino Bird ha la religione ebraica nel sangue. Quando Charlotte inizia a tradurre un libro per la meravigliosa cifra di $ 100.000,00 Alma inizia a leggerlo. Il libro parla di Alma, la donna più amata del mondo.

Dramma, romanticismo ed piccole tracce di guerra sono mischiati dal regista rumeno Radu Mihaileanu noto soprattutto per Train de vie – Un treno per vivere (1998) e Il concerto (2010), proponendo un tipo di pellicole che fanno dell`amore la chiave centrale di ogni sua storia o quasi. In questo caso il tentativo di trasportare l`amore attraverso tre generazioni e circa 100 anni non va a buon fine, in primis per una trama confusa e persa dentro se stessa. Sono stato da sempre un amante dei flashback e dei flashforward, ma in questo caso non c`è nè l`uno nè l`altro; sono sostituiti invece da una storia che vive di diversi momenti paralleli non troppo chiari e poco sviluppati ognuno di essi. Quando si cerca di fare una pellicola così complessa, si dovrebbe cercare di evitare di allungare troppo il brodo mettendo a fuoco principalmente che cosa è che vogliamo dire: qui il titolo non rappresenta la trama, anche considerando come il tutto finisce, lasciando un pò di amaro in bocca e la sensazione che in mani diverse e meno prolisse, avremmo potuto avere davanti ai nostri occhi un grande film mentre abbiamo solamente una pellicola che sfiora la sufficienza. A fronte di questo, la scelta degli attori è azzeccata, in particolare bellissima e brava Gemma Arterton e davvero molto bravi sia Derek Jacobi nel ruolo di Léo Gursky che in particolare William Ainscough in quello di Bird, una parte che potrebbe sembrare marginale ma che invece a conti fatti emerge come la più interessante in assoluto. Buone le immagini e la fotografia, da non sottovalutare gli effetti usati. Una buona occasione persa, peccato.

 La storia dell`amore

Genere: Drammatici, Guerra, Romantici

InterpretiGemma Arterton, Elliott Gould, Sophie Nélisse, Derek Jacobi, Torri Higginson, Lynn Marocola, Nancy Cejari, Jamie Bloch, Marko Caka, Mark Rendall, Alex Ozerov, William Ainscough

Un film di: Radu Mihaileanu

Durata: 134 minuti

Data di uscita: 31 Agosto 2017

SHARE
Previous articleMorto Stalin, se ne fa un altro, promo video e date
Next article40 sono i nuovi 20, promo video e date
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY