The Greatest Showman: incontro con il cast

0
33
Hugh Jackman alla presentazione di The Greatest Showman

In esclusiva per l’Italia e in diretta streaming da Londra, il cast di The Greatest Showman (2017), rappresentato da Hugh JackmanZac Efron e Zendaya con il regista Michael Gracey, ha risposto alle domande della stampa. Ecco di seguito le loro parole:

Michael Gracey: Con Hugh si pensava di lavorare insieme a qualcosa alla Moulin Rouge! (2001), ma usare canzoni originali è stato più complesso.

Che rapporto ha Hugh Jackman con il successo e la famiglia?

Hugh Jackman: Il personaggio di P.T. Barnum che interpreto è nato in povertà estrema ma era una persona bella come Steve Jobs che vedeva il mondo in modo diverso. Ha cambiato per sempre concetto di intrattenimento. Nella nostra vita quotidiana è difficile trovare tempo per tutto. Ci chiedono di fare sport, mangiare sano e tante altre cose. Io ho una moglie fantastica ma non abbiamo ancora raggiunto quel Nirvana di appagamento che la società di oggi sembra richiedere.

La Congrega del Circo del film può essere vista come un proto X Man? Il film fa pensare anche a Freaks (1932) di Tod Browning.

Michael Gracey: Non volevamo chiamare freaks i personaggi del Circo in questo film. Erano invece diversi rispetto agli altri. Erano chiusi nelle cantine e considerati maledetti da Dio dalle loro stesse famigliePortarli alla luce del sole dona un messaggio. Ci sono adolescenti che guardano il film ed è importante che non sprechino energie su quello che non sono e su quello che dicono gli altri.

Hugh Jackman: Il film è un inno alla diversità e nella canzone This is me dico questo. Quello che canto, pur se ambientato nell’Ottocento, è apprezzabile dal pubblico di oggi.

Zac Efron partecipa di nuovo al mondo dei musical, si sente tornato a casa?

Zar Efron: il mio personaggio, Phillip, aveva fama, soldi e, in teoria, tutto quel che poteva desiderare. Quando incontra il mondo di Barnum scopre anche l’amore. Quando incontra Anne, interpretata da Zendaya, vede che oltre a quello che ha già c’è molto di più. Amo i musical e ho amato interpretare questa storia d’amore proibita.

Zendaya conferma: Anche io vengo da un rapporto internazionale ed è importante promuovere questa diversità che si svolge in una battaglia tra mente e cuore.

Michael Gracey: Ci sono persone determinate che arrivano dove vogliono. Il personaggio di P.T. Barnum aveva capito dove voleva arrivare. Lui fa diventare i limoni una limonata. Egli ha ricevuto le peggiori recensioni e le ha stampate diffondendole in giro per convertire la pubblicità negativa in pubblicità positiva.

Quali scene hanno creato maggiori difficoltà?

Michael Gracey: La scena con la corda di Zac Efron è fantastica, come anche il numero al bar in cui so doveva ballare, cantare e lanciare bicchieri. Quella ha richiesto molte prove.

Avete mai pensato, durante le riprese, ad un regista di nome italiano che sul circo ha proiettato la maggior parte della sua immaginazione, di nome Federico Fellini?

Michael Gracey: Fellini ovviamente è un grande cineasta del circo, come Terry Gilliam che si ispirò a lui. Le persone nel fumo potevano essere di Fellini e anche di Benigni, che vinse l’Oscar per La Vita è Bella (1997) e andò a ritirarlo camminando sulla testa di Spielberg.  

The Greatest Showman (2017) esce in Italia il 25 dicembre 2017 e ha nel cast Hugh JackmanMichelle WilliamsZac EfronRebecca FergusonZendayaKeala SettleYahya Abdul-Mateen IIPaul SparksDiahann CarrollFredric Lehne e Natasha Liu Bordizzo diretti da Michael Gracey

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here