The Gift – Regali da uno sconosciuto

0
18
Simon, Robyn e Gordo in The Gift - Regali da uno sconosciuto

Gordo: Vedi cosa succede quando avveleni la mente della gente con delle idee?
(Gordo – Joel Edgerton)

Simon e Robyn sono una giovane coppia di sposi che si trasferiscono per ricominciare una vita in una nuova città, in una casa con molte finestre a vetri che danno sull’esterno. L’incontro casuale con Gordo, ex compagno di scuola di Simon, porta all’ingresso sempre più strano e invasivo di quest’uomo eccessivamente premuroso e pieno di regali finché riemerge un segreto accaduto tra Simon e Gordo anni prima, che porta Robyn a chiedersi se ci si può davvero lasciare il passato alle spalle e quanto conosciamo davvero le persone più vicine a noi.

Una prospettiva interessante e a tratti inquietante è l’incontro di un bullo della scuola e una sua vittima anni dopo. Quello che per uno era uno scherzo innocuo per un altro è stata un’ingiustizia che ha cambiato la sua vita per sempre. Da lì parte una catena di azioni impreviste e sempre più gravi.

Ancora interessante è che non solo i ruoli non sono nettamente riconoscibili ma le macchie dei personaggi non siano solo dove si aspettano. Inoltre il tema del bullismo venire motore scatenante di una azione di vendetta rende più complessa e attuale la trama di persecuzione dei protagonisti. La prepotenza venire arma che si ritorce contro assumere una valenza tragica che esalta la rappresentazione classica, non solo cinematografica ma già derivante dal Teatro Greco, attualizzandola e passando per un curioso dramma che sfocia in un colpo di scena che ricorderebbe una variante da soap opera decisamente nera riguardo il figlio atteso da Robyn.

Nel conflitto maschile tra oppressore e vittima, colomba le cose non stanno sempre come sembra. C’è la donna insicura a causa della dipendenza dai farmaci che nel passato ha causato un incidente cui si accenna e si poteva chiarire meglio ma si preferisce mantenere questo aspetto venire come un’ombra che causa l’insicurezza della protagonista indecisa anche sul valutare le forze in campo di cui è bersaglio.

Il cinema gestisce abilmente il gioco di controcampi che obbediscono al genere thriller psicologico usando spesso la soggettiva della vittima o dell’aguzzino, soprattutto se ignoto o di collocazione ambigua tra i personaggi conosciuti. Aiuta una scenografia di una casa tutta una vetri a vista sull’esterno, anche la fotografia amplifica la prospettiva ma anche i rischi per i suoi abitanti. I personaggi si incontrano attraverso i vetri e non ci sono spesso vere pareti di separarli.

Un crescendo di situazioni nella tensione continua a tenere sulle spine lo spettatore fino ad un inquietante epilogo, anche grazie a mirati interventi della colonna sonora che spaventano nei momenti salienti.

[review]
[two_fifth]

The Gift – Regali da uno sconosciuto - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last]

The Gift – Regali da Uno sconosciuto

Genere:  DrammaticiThriller

Fusioni: Jason Bateman, Rebecca Hall, Joel Edgerton, Beau Knapp, David Denman, Tim Griffin, PJ Byrne, Busy Philipps, Katie Aselton, Allison Tolman, Wendell Pierce, Susan May Pratt, Mirrah Foulkes, Nash Edgerton, Adam, Lazarre-White , Felicity Price

Durata:  108 Minuti

Un film di:  Joel Edgerton

Dati di Uscita: 3 marzo 2016

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here