The Father – Nulla è come sembra

0
305
Anne e Anthony in The Father – Nulla è come sembra

Chi sono esattamente io?
(Anthony – Anthony Hopkins)

Londra. La non più giovane Anne va a trovare suo padre Anthony nella casa dove questi vive solo aiutato da tempo da una badante. Anthony ha 80 anni e spesso si sente solo e perso in quella casa, e nel momento in cui sua figlia gli comunica che sta per partire per Parigi per andare a vivere con l`uomo che ama la sua confusione non fa altro che aumentare.

E le cose peggiorano velocemente a partire dal momento in cui Anthony, del tutto sorpreso, scopre improvvisamente che dentro la sua casa si trova una persona seduta a leggere il giornale. L`uomo sostiene di essere il vero padrone dell`appartamento, oltre che il marito di sua figlia Anne. Le cose non tornano per Anthony: sua figlia è davvero sposata? Ma suo marito non era una persona diversa? Cosa sta andando a fare quindi a Parigi? Chi è l`uomo che ha appena incontrato? Ma, soprattutto, come si permette di dire che quella è casa sua?

[smartslider3 slider=222]

 

Dramma forte, duro e convincente vincitore di due Oscar agli ultimi Academy Awards, alla sceneggiatura e nella persona del protagonista Anthony Hopkins, autore davvero di un`interpretazione degna di essere ricordata grazie a delle espressioni uniche e speciali. La storia si svolge in un modo estremamente realistico, capace di ricordare a molti di noi situazioni reali che abbiamo vissuto nella nostra vita. Alzi la mano, infatti, chi non ha mai dovuto gestire oppure non ha mai assistito ad una situazione nella quale una persona anziana sola arriva alla concreta possibilità di dover andare a vivere in un centro anziani. Allo stesso tempo, a tanti è capitato di assistere alla degenerazione mentale data dall`insorgere nella vita dei propri cari del morbo di Alzheimer, ed è questa la sensazione che si ha guardando questa pellicola dal sapore spiccatamente teatrale – esordio cinematografico alla regia in questo senso per Florian Zeller. Una delle cose che colpisce maggiormente della storia è proprio il suo estremo realismo, permettendo di vedere ai comuni mortali quello che invece vede e percepisce una persona con problemi di demenza senile. A questo si aggiungono una visione della relazione padre figlia piuttosto complessa ma interessante, e una fotografia di un moderno centro anziani in vari suoi aspetti. Buone le immagini, belle le inquadrature e superbe le musiche utilizzate, non a caso quelle del nostro Ludovico Einaudi, sempre ben centrate sull`aspetto del tema trattato. Il limite della storia possiamo vederlo nel suo maggiore pregio, ossia proprio in Anthony Hopkins, tanto importante e centrale nel tutto da dare al protagonista addirittura il suo stesso nome, rendendo il tutto dipendente dalla sua egregia interpretazione. Soffrirete vedendo questo film? La probabilità che questo succeda è abbastanza alta, ma l`esperienza che il tutto arriverà a generare dentro di voi fa dire che il gioco vale la candela. Da vedere.

The Father – Nulla è come sembra

GenereDrammatici

Interpreti: Olivia Colman, Anthony Hopkins, Mark Gatiss, Olivia Williams, Imogen Poots, Rufus Sewell, Ayesha Dharker, Roman Zeller, Ray Burnet, Adnan Kundi, Scott Mullins, Evie Wray

Durata: 97 minuti

Un film di: Florian Zeller

Data di uscita: 20 Maggio 2021

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
SHARE
Previous articleThe Nest – L’inganno
Next articleValley of the Gods
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY