The Dreamers – I sognatori

0
7
Isabelle, Theo e Matthew in The Dreamers - I sognatori

Matthew: Com’è successo? Com’è successo che tu e Theo avete cominciato a stare insieme così?
Isabelle: Io e Theo? È stato amore a prima vista…
Matthew: Ma lui… non è mai stato dentro di te?
Isabelle: Lui è sempre dentro di me…
Matthew: Ti ricordi che cosa mi hai detto in quel caffè su te ed Isabelle? Avevi ragione. Per me voi due siete come due metà della stessa persona. E adesso mi fate sentire come se fossi anch’io parte di voi. Tutti e due.
Théo: Mettiamo in chiaro una cosa. Ok? Tu sei un ragazzo simpatico e mi piaci molto, ma no: noi tre non siamo destinati a stare sempre insieme. Ti ho detto anche un’altra cosa, ricordi Matthew? Che io e Isa siamo gemelli siamesi.
(Matthew. Isabelle, Thèo – Michael Pitt, Louis Garrel, Eva Green)

1968. Matthew è un giovane americano che arriva a Parigi per studiare il francese. Profano della lingua locale, Matthew ha difficoltà a fare amicizia quindi sfoga la sua solitudine andando al cinema dove si riesce a sentire un po’ a casa. Ed è proprio durante l’occupazione della Cinémathèque française degli studenti locali che incontra Isabelle, bellissima francese che fa finta di stare incatenata alla porta per difendersi da qualcosa che è ancora un mistero per tutti.

Isabelle presenta Matthew ai suoi familiari e in particolare al gemello Théo, un ragazzo strano che non mostra da subito la sua vera natura. Tra i due gemelli e Matthew l’amicizia si fa sempre più stretta giorno dopo giorno e quando i genitori dei 2 ragazzi partono per lavoro, questi invitano lo statunitense a stare da loro. Questo darà modo di far scoprire a Matthew il vero rapporto presente nella coppia: ma dove davvero possono arrivare, e a quale gioco stanno giocando? Ma soprattutto: quanto sono coscienti di quello che sta succedendo tra loro e nel mondo intorno a loro?

Dramma a tinte erotiche del maestro Bernardo Bertolucci, che non riesce neppure in questo caso ad evitare di parlare di ciò che più ama, cioè i rapporti d’amore impossibili, quelli tra persone che vivono la vita in modo diverso l’una dall’altra, un modo che riesce a comunicare solo per brevi lassi di tempo attraverso dei canali di comunicazione che spesso e volentieri si chiudono così, velocemente come si erano a suo tempo aperti. L’amore è quello di un popolo verso la propria nazione: in questo caso abbiamo la contrapposizione tra la pace presente nella capitale francese all’inizio del film e la battaglia del finale, con i ragazzi che tornano alla vita reale per combattere una battaglia che non conoscono e non capiscono. L’amore è quello di Matthew per il cinema, che gli fa vivere il suo rapporto con i gemelli come se stesse interpretando la parte principale in uno dei film famosi che adora, o il sentimento che nutre per l’analisi dei particolari e dei dettagli, lo stesso che gli fa vedere le voglie identiche (e il doppio senso non è affatto un caso!) dei 2 ragazzi oppure il perfetto equilibrio che all’inizio del film l’accendino per lui ha con ogni oggetto presente nella cucina della loro casa. Ancora, l’amore è quello tra IsabelleThéo, sentimento viscerale nel quale i due accettano Matthew per il tempo necessario ad usarlo e a permettergli di sfogare le proprie voglie prima di sbatterlo fuori come una persona senza valore. Per loro sono azioni di alto profilo, quelle dei sognatori,  che in realtà altro non sono che degli istinti primordiali che negano ogni senso profondo e spirituale. Infine, l’amore è quello del regista per il mondo a cui appartiene, lo stesso che lo porta a creare un film che ruota intorno alla storia del cinema e a quella degli esseri umani, con questa nettamente in secondo piano. Questo è ciò che lascia dentro una pellicola che ha momenti estremamente intriganti conditi ad altri che lasciano totalmente a desiderare: concentriamoci sui primi, un manifesto alla libertà sessuale, spirituale e mentale e un saluto d’addio da parte di un protagonista della nostra epoca. Bravissimi Eva Green e in particolare Louis Garrel nel ruolo dei 2 gemelli, gradevole anche Michael Pitt nella parte di Matthew. Un film da vedere per molti, superando le inibizioni e le paure di ciascuno.

[review]

[two_fifth]

The Dreamers - I sognatori - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last]The Dreamers – I sognatori

Genere: Drammatici

Cast: Michael Pitt, Louis Garrel, Eva Green, Robin Renucci, Anna Chancellor, Florian Cadiou, Jean-Pierre Kalfon, Jean-Pierre Léaud, Pierre Hancisse, Valentin Merlet, Lola Peploe, Ingy Fillion

Un film di: Bernardo Bertolucci

Durata: 115 minuti

Data di uscita: 2003[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here