Home / Drammatici / L`inganno

L`inganno

Martha Farnsworth: Voi siete il meno benvenuto dei visitatori, e non ci proponiamo di intrattenervi.
John McBurney: Scoprirete che io sono uno che … si diverte facilmente.
Martha Farnsworth: Non resterete qui abbastanza per quello.
(Martha Farnsworth e il Caporale John McBurney – Nicole Kidman e Colin Farrell)

Marie: Avrei voluto portarvi questo la scorsa notte per paura che voi sareste morto prima di mattina, ma poi ho pensato che, siccome eravate in uno stato di incoscienza, non sareste stato in grado di leggerlo comunque.
John McBurney: Questo ha una grossa logica.
Marie: Siete cattolico?
John McBurney: Mi hanno battezzato.
Marie: Bene, allora qui c`è un libro di preghiere per voi.
John McBurney: Grazie.
Marie: Ho pensato che aveste bisogno di confessarvi se voi foste stato in punto di morte.
John McBurney: Oh, penso che potrò restare in giro per un po` di più.
(Marie e il Caporale John McBurney – Addison Riecke e Colin Farrell)

John McBurney: Se poteste avere qualsiasi cosa, quale sarebbe il vostro più grande desiderio? Se poteste avere qualsiasi cosa al mondo, cosa vorreste?
Edwina: Qualsiasi cosa?
John McBurney: Sì. Qualsiasi.
Edwina: Essere portata via lontano da qui.
(Edwina e il Caporale John McBurney – Kirsten Dunst e Colin Farrell)

Che cosa mi avete fatto, puttanelle vendicative?
(Il Caporale John McBurney – Colin Farrell)

Guerra di Secessione Americana, Virginia. Amy cammina per strada alla ricerca di funghi quando si imbatte in un militare nordista ferito ad una gamba. La ragazza decide di portarlo al Farnsworth Seminary dove vive insieme a Marie, Jane, Emily e Alicia, sotto la supervisione dell`insegnante Edwina e soprattutto sotto la direzione di Miss Martha Farnsworth.

Seppure appartenente al nemico, Martha Farnsworth decide di aiutare il Caporale John McBurney, curandolo e rifocillandolo ma ammonendolo che potrà restare in quel luogo solo fino a che non si sarà rimesso in salute. L`uomo all`apparenza accetta indicazione ma, visto il modo di porsi molto propositivo verso di lui di tutte le ragazze, inizia a coltivare delle idee diverse.

Thriller drammatico diretto da Sofia Coppola, una regista che anche dopo i riusciti Il giardino delle vergini suicide (2000), Lost in Translation – L`amore tradotto (2003), Marie Antoinette (2006) e The Bling Ring (2013) non ha finore mai voluto snaturarsi. In questo possiamo da sempre trovare i suoi pregi e i suoi difetti, e questa pellicola non si discosta da quanto abbiamo appena detto. Rifacimento del film del passato La notte brava del soldato Jonathan (1971) di Don Siegel con protagonista l`allora giovane ed avvenente Clint Eastwood insieme a Geraldine Page, questo lavoro è incentrato su alcuni concetti cardine, il primo: la severità genera ribellione. Lo sa bene Miss Martha Farnsworth – brava Nicole Kidman nella parte – donna dura nei modi e nelle regole ma diretta e chiara nel metterle in pratica. A questo si aggancia direttamente uno strano e un po` contorto da comprendere – almeno per noi uomini – concetto di gelosia e di rapporti di forza nei gruppi femminili, dove le bocche cucite creano giardini segreti dove un gruppo di donne può essere sempre e comunque padrone della vita del malcapitato maschio di turno. In questo contesto, la sessualità applicata, rinunciata o anche solo immaginata diventa desiderio e ossessione quasi maniacale; esempio pertinente quello delle pulsioni di Alicia alias Elle Fanning o anche quello delle sensazioni della stessa Martha Farnsworth, con una fotografia ottima e sempre attenta alle differenti reazioni che femmine di età estremamente diversa possono avere se messe di fronte o provocate dall`unico uomo disponibile, grazie ad immagini realistiche e a una sonorità, quella di Madre Natura, che entra dentro. In fondo, nel silenzio c`è molto rumore, e Sofia Coppola dice molto senza dire quasi niente, in particolare della potenziale cattiveria del sesso debole, al cui confronto quella del sesso forte sembrano noccioline. Anche il fattore tempo dice la sua: se quel che è nuovo incuriosisce, quando subentra l`abitudine tutto diviene noia e inutilità, anche ciò che ci aveva prima incuriosito. Se quindi Colin Farrell è di nuovo selvaggio e animalesco come gli successe nel The New World (2006) del grande maestro Terrence Malick, e se Kirsten Dunst si conferma alla grande come principale musa della regista, quel che funziona meno è da un lato una trama un pò telefonata, che tiene fuori le masse dalla sua visione, e dall`altro gli stereotipi del modo di fare cinema di Sofia di cui abbiamo parlato all`inizio perchè, avendoli chiari tutti in mente, compresi i costumi di scena meravigliosi, le sorprese faticano ad arrivare.

Martha Farnsworth: Voi siete il meno benvenuto dei visitatori, e non ci proponiamo di intrattenervi. John McBurney: Scoprirete che io sono uno che … si diverte facilmente. Martha Farnsworth: Non resterete qui abbastanza per quello. (Martha Farnsworth e il Caporale John McBurney – Nicole Kidman e Colin Farrell) Marie: Avrei voluto portarvi questo la scorsa notte …

Review Overview

AMAZING STARS

Buono

Summary : Thriller drammatico incentrato su alcuni concetti cardine quali la severità, la ribellione, la sessualità, i rapporti interni ai gruppi femminili e quelli tra questi e i maschi, la cattiveria, il tempo e il silenzio. Bella fotografia, costumi splendidi, trama forse troppo prevedibile.

User Rating: 3.35 ( 1 votes)
68

L`inganno

Genere: DrammaticiThriller

Cast: Colin Farrell, Nicole Kidman, Kirsten Dunst, Elle Fanning, Oona Laurence, Angourie Rice, Addison Riecke, Emma Howard, Wayne Pére

Un film di: Sofia Coppola

Durata: 93 minuti

Data di uscita: 21 settembre 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close