Teatro Brancaccio: stagione 2018/2019

0
82
Teatro Brancaccio 2018/2019 con Gianluca Guidi, Enzo Garinei, Paolo Ruffini e tanti altri

La presentazione della nuova stagione del Teatro Brancaccio è stata anticipata dall’intervento di Alessandro Fontana, artista disabile, che ha accusato il teatro di aver prodotto, con gli ultimi lavori di ristrutturazione del 2010, barriere architettoniche che avrebbero reso difficile la fruizione del teatro da parte dei disabili, oltre al fatto che viene loro riservata l’ultima fila.

Sono seguite le repliche. Il direttore tecnico afferma che le barriere sono state abbattute ed è stato aumentato il numero degli spazi disponibili per le carrozzelle. L’assegnazione dei posti in ultima fila sarebbe dovuta a motivi di sicurezza perché sono quelli i posti più vicini alle uscite di sicurezza.

Il direttore artistico del teatro, Alessandro Longobardi, afferma anche che questo artista era stato scartato da una selezione per una sua precedente produzione e che sarebbe ancora risentito nei suoi confronti per questo motivo.

In attesa di nuovi sviluppi della vicenda è stata presentata la nuova stagione artistica, la settima di questa direzione, dove Longobardi ricorda ancora l’assenza di aiuti istituzionali indirizzati all’intero settore del teatro.

La presentazione degli spettacoli è parziale poiché all’ultimo momento una produzione molto importante ha dovuto sospendere la decisione di essere in cartellone.

Il 3 ottobre 2018 apre la stagione La Piccola Bottega degli Orrorimusical cult del 1982 con musiche di Alan Menken e testi e libretto di Howard Ashman, basato sulla pellicola del 1960 di Roger Coman. La regia è di Davide Nebbia e il cast in via di definizione.

Atteso, il 31 ottobre, il debutto romano di Shakespeare In Love di Marc Norman e Tom Stoppard, anche film del 1998 vincitore di 7 premi Oscar, adattato per il teatro da Lee Hall con musiche scritte da Paddy Cunneen. La traduzione italiana è di Edoardo Erba, la regia è affidata a Giampiero Solari e Bruno Fornasari. Per il ruolo di Viola, che al cinema è di Gwyneth Paltrow, è stata selezionata Lucia Lavia e per quello di Will Shakespeare, che era Joseph Fiennes, è stato scelto Marco De Gaudio.

Il 22 novembre torna il fortunato Aggiungi un Posto a Tavola con Gianluca Guidi, Enzo Garinei, Emy Bergamo, Marco Simeoli, Beatrice Arnera, Piero Di Blasio, Francesca Nunzi dai magici autori di testi e musiche Garinei e Giovannini, Jaja Fiastri e Armando Trovajoli.

Il novantaduenne Piero Garinei commenta soddisfatto la sua partecipazione come Voce di Dio:

Il pubblico pensava che la voce fosse registrata e invece mi ha ringraziato con calore quando mi alzavo a salutare a fine spettacolo.

A febbraio in arrivo Angelo Pintus in Destinati all’estinzione e il nuovo spettacolo di Beppe Grillo intitolato Insomnia.

A marzo la nuova edizione del musical di Priscilla La Regina Del Deserto diretta da Simon Phillips e per l’Italia da Matteo Gastaldo. Allestimento in cui tornano Mirko Ranù e Cristian Ruiz, dalle due precedenti edizioni italiane.

Paolo Ruffini insieme alla Compagnia Mayor von Frinzius, in Up & Down, mostrerà con attori apparentemente disabili la relatività della diversità.

È prevista una nuova produzione, di cui sono attese informazioni a settembre, diretta da Maurizio Colombi, già autore dei musical La Regina di Ghiaccio e Rapunzel.

Ci saranno poi i concerti di Iva Zanicchi, Loredana Bertè, Lina Sastri, Edoardo De Crescenzo, Sal Da Vinci, Neri Marcorè, Christian De Sica.

Spazio, infine, alla stand up comedy con Giorgio Montanini in Montanini Live 2019 e Edoardo Ferrario con Diamoci Un Tono; e poi ancora Paolo Cevoli, Gabriele Cirilli, Paolo Migone, l’illusionista Gaetano Triggiano, Cenerentola on ice, Parsons dance, Aladin il musical, Actor Dei il musical e due compagnie di circo contemporaneo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here