Teatro Brancaccio: Grandi Musical, show e voglia di fare

0
533

La presentazione della nuova stagione 2015-2016 del Teatro Brancaccio si apre con una protesta del direttore artistico Alessandro Longobardi. Partendo dalla stagione precedente, alcune produzioni annunciate non hanno resistito e hanno annullato i loro impegni incidendo negativamente su incassi e presenze. Una stagione meno commerciale ma comunque gradita.

Sarebbe piaciuto annunciare la nascita del consorzio Officine del Teatro Italiano per conseguire lo status di Centro di produzione, un passo per la creazione di un distretto culturale, diventare impresa in grado di produrre lavoro e far girare l’economia, con l’auspicato intervento di estensione del Tax Credit al settore teatrale, magari agli enti lirici, liberando il FUS dal loro peso. Il Mibact invece non ritiene interessante il progetto triennale presentato dal Teatro, non promuovendolo come ente privato ma di interesse pubblico e consigliandogli di ospitare solamente compagnie. Perciò sono state messe in lavorazione, con impegno economico, dei progetti produttivi mentre alcuni, come quelli sulla Danza e la Musica, sono ancora ferme.

Stagione aperta  il 21 settembre 2015 con il premio Music – All Party 2015 Oscar Italiani del Musical, dopo il successo dell’anno scorso, con la produzione della Enpi Entertainment srl di Niccolò Petitto. Confermata la conduzione della serata di Giampiero Ingrassia, questa volta insieme a Serena Rossi. Christian De Sica è presidente di giuria che include i Maestri Gino Landi, Riccardo Biseo e Rossana Casale. La serata che prevede l’assegnazione dei premi nelle migliori categorie ha la regia di Marco Simeoli e la direzione musicale di Dino Scuderi.

Dal 7 ottobre 2015 approda un classico del musical come Cabaret, con Giampiero Ingrassia, Giulia Ottonello e parte del grandioso cast dell’ottimo Frankenstein Junior. La regia è di Saverio Marconi che commenta quanto la storia sia semplice ma drammatica: l’avvento del nazismo, riflettendo su quanto ieri come oggi sia importante non far finta di niente e sia pericoloso non considerarsi interessati a quel che succede, in generale.

Dal 21 ottobre 2015 torna il successo di Priscilla la Regina del deserto il musical, questa volta con Cristian Ruiz, Marco D’Alberti, Pedro Batista Gonzalez, la regia residente di Matteo Gastaldo.

Il 9 novembre 2015 c’è La Fondazione Insè e Noa, con una presentazione del meglio dell’artista, nota per aver interpretato la colonna sonora de La Vita è Bella, a sostegno della comunità di Kimbondo, nella Repubblica Democratica del Congo.

Finalmente approda a Roma, dal 10 dicembre 2015, con la Compagnia della Rancia, Sister Act Il Musical, tratto dal film di successo omonimo. Composto dal genio di Alan Menken e con le liriche di Glenn Slater, con Pino Strabioli nel ruolo del vescovo, e con la regia di Saverio Marconi che dichiara:

Siamo più poveri di Broadway ma negli allestimenti ci mettiamo la fantasia e l’entusiasmo come se fossero nostre creazioni.

Torna, dal 4 maggio 2016, il fortunato Grease e Giampiero Ingrassia lancia una proposta, scherzosa ma non troppo:

Potremmo tornare a farlo con Lorella nel 2017 in cui cadono i venti anni dal debutto del 1997.

Burattino senza fili il musical, dal 18 febbraio 2016, riprende il concept album di Edoardo Bennato del 1978, cantautore che qui ha la direzione musicale, dove con la regia di Maurizio Colombi si lavora all’adattamento ad un musical di tradizione e rock and roll per raccontare l’attualità di Pinocchio.

Dal 6 aprile 2016 ritorna Rapunzel Il Musical, con Lorella Cuccarini. Tra la carne e il cielo, il 2 novembre 2015, con la voce recitante di Ennio Fantastichini è un percorso da Bach a Pasolini all’insegna del concetto di wellness teatrale che vuole cooperare, intrattenere, senza annoiare.

Oltre a Geronimo Stilton, Nel Regno della Fantasia musical dedicato al famoso topo scrittore, il 31 ottobre 2015, prosegue il Brancaccino Teatro Ragazzi, con la programmazione dedicata all’infanzia, con: Out – Se esci tu esco anch’io, Babbo Natale e la notte dei regali, Angelica e Orlando, La linea rossa, Pierino e il lupo, Una storia prelibata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here