Home / Televisione / Tale e Quale Show, finale tra sfide d’imitazione e momenti cult
Tale e Quale Show, finale tra sfide d’imitazione e momenti cult

Tale e Quale Show, finale tra sfide d’imitazione e momenti cult

Forte dei successi continui da un’edizione all’altra anche quest’anno Tale e Quale Show, la popolare trasmissione condotta da Carlo Conti su Rai Uno ogni venerdì alle 21:15 giunge al giro di boa della finale di venerdì 4 novembre dove si chiude la prima parte della gara, quella di quest’anno che ha visto tutti e 12 i concorrenti di questa edizione sfidarsi nella finale vinta da Silvia Mezzanotte come “Campione di Tale e Quale Show – 6° edizione”, la quale ha superato pure il super favorito Tullio Solenghi, arrivato secondo anche se vincitore di varie puntate. Decretati anche i partecipanti del Torneo Finale: da venerdì 11 novembre infatti, i prossimi protagonisti saranno i primi classificati di quest’anno che gareggeranno con i big del 2015, per aggiudicarsi il titolo di Campionissimo 2016. Gli ultimi in classifica totale del 2016, fuori dal torneo, sono: Vittoria Belvedere, Fatima Trotta, Enrico Papi e Sergio Assisi. La prossima settimana saranno sostituiti dai primi della scorsa edizione: Massimo Lopez, Giulia Luzi, Francesco Cicchella, Karima.

L’ultima puntata di questo girone ha visto nuovi personaggi per i talenti in gara su cui ha spiccato Enrico Papi. Egli ha sfidato la sua posizione bassa in classifica, ma anche l’ironia e simpatia che ha dimostrato, affrontando la distanza dalla cantante Emma Marrone in un numero di grande impatto al di là dell’imitazione cui Papi va oltre, restando uno dei personaggi più interessanti di questa edizioneManlio Dovì, ha offerto al pubblico il ricordo di Ray Charles, Deborah Iurato, era alle prese con la regina del soul Aretha Franklin. Tullio Solenghi interpreta il rocker italiano Ligabue e Vittoria Belvedere l’affascinante Alice. Un tuffo nel mondo dell’infanzia per Fatima Trotta, impegnata a trasformarsi in Cristina D’Avena, mentre Lorenza Mario ha mostrato l’eleganza di Alicia Keys. Bianca Atzei e Davide Merlini, diventano le star italiane Malika Ayane e Giuliano Sangiorgi. Sfida tutta internazionale per Leonardo Fiaschi e Silvia Mezzanotte, calati nei panni di due idoli mondiali, Mika e Annie Lennox. Infine Sergio Assisi ha avuto l’arduo compito di interpretare il poeta Francesco De Gregori.

La giuria pregevole composta da Loretta Goggi, Enrico Montesano, attualmente di nuovo in scena al Teatro Sistina con Il Marchese del Grillo, e Claudio Amendola, tra una risata e una battuta, valuta ogni performance. Notevole l’impegno del comparto artistico e tecnico, con menzione speciale a parrucchieri, costumisti, truccatori, tecnici, il lavoro del Maestro Pinuccio Pirazzoli, del coreografo Fabrizio Mainini e del suo chorus.

Non manca l’appuntamento con “A grande Richiesta” di Gabriele Cirilli, pronto a misurarsi con i desideri del pubblico, che deciderà in quale, o quali, star dovrà trasformarsi. Il comico, distintosi precedentemente con Psy o Celia Cruz, ha interpretato Susan Boyle lasciando andare liberamente la voce. Nonostante la sua simpatia e verve forse Cirilli meriterebbe un po’ di pausa o, magari, il suo ruolo potrebbe essere affiancato da altri con cui alternarsi o interagire. Enrico Papi, in questo senso, ha dimostrato di potersi incaricare del compito.

Tantissimi gli appassionati che sono convinti di essere ‘tali e quali’ a un personaggio della musica e che da casa scelgono di inviare i video con le proprie performance canore direttamente sul sito taleequaleshow.rai.it. Sempre in salita anche i numeri del grande e fedelissimo popolo del popolo del web, che commenta in diretta lo spettacolo inviando messaggi su Twitter (hashtag ufficiale #taleequaleshow) e su Facebook.

Tale e Quale Show, prodotto da Rai 1 in collaborazione con Endemol Shine Italy e tratto dal format spagnolo Tu Cara me Suena, è scritto da Carlo Conti, Ivana Sabatini, Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano e Mario d’Amico. Le musiche sono del Maestro Pinuccio Pirazzoli, le coreografie di Fabrizio Mainini, la scenografia di Riccardo Bocchini. La regia è di Maurizio Pagnussat.

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close