Spider-Man: Far from Home

0
518
Peter Parker / Spider-Man e Quentin Beck / Mysterio in Spider-Man: Far from Home

Peter Parker: Come puoi fare tutto questo?
Quentin Beck: Vedi, Peter. La gente… ha bisogno di credere. E oggigiorno crede a qualunque cosa.
(Peter Parker/Spider Man e Quentin Beck/Mysterio – Tom Holland e Jake Gyllenhaal)

Due anni dopo Spider-Man Homecoming (2017) ritorna la versione adolescente dell`Uomo Ragno del canone cinematografico Marvel dove le vicende di ogni eroe sono intrecciate tra loro fino a formare il gruppo degli Avengers. Proprio dagli esiti di Avengers: Endgame (2019) si muove Peter Parker (Tom Holland) che, nei panni segreti di Spider-Man, si trova a raccogliere l’ingombrante testimone di Tony Stark mentre vorrebbe semplicemente andare in gita in Europa con la sua classe e magari conquistare la sua MJ (Zendaya). In questo percorso gli si affianca un insolito supereroe, Mysterio (Jake Gyllenhaal), abile nell’uso delle tecnologie.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Questo episodio ha alla base quel che era gradevole nel precedente. Un giovane eroe che non si prende troppo sul serio, impacciato e simpatico, che vive con i suoi amici. Lo svolgimento prevede molti più combattimenti spettacolari, più simili quindi ai film più fracassoni della serie, con storie sempre più interconnesse tra loro.

Questa omologazione stilistica riduce l’interesse verso questo filone, se non presso gli irriducibili fan di questo tipo di cinecomic, sempre più ricco di effetti e di comicità esibita piuttosto che di una scrittura accurata. Restano delle scene intense, come i combattimenti di creature mostruose nello scenario di alcune tra le più belle città europee, inclusa Venezia. Jake Gyllenhaal risulta un ottimo acquisto di cast, come è consuetudine per queste produzioni, ma sprecato nel suo potenziale attoriale in questo ruolo convenzionale. Siamo a un livello inferiore dal primo episodio e sempre più distanti dalla precedente saga su Spider-Man firmata da Sam Raimi di superiore livello registico e quindi cinematografico.

C’è comunque una simpatica avventura di adolescenti alle prese con mostri e supereroi che dovrebbe colpire quel pubblico o chi a tale pubblico si sente vicino.

Rimane una curiosa trovata quella dei combattimenti che impiegano i droni, un artificio che si configura come un effetto nell’effetto speciale della pellicola e una forma di meta finzione.

Oltre all’omologazione stilistica diventa ormai impossibile scindere le storie nella narrazione, tanto da non poterli vedere, non solo singolarmente ma nemmeno nel loro filone di appartenenza, quello di Spider-Man in questo caso. L’interconnessione dei personaggi e dei loro mondi, che prevedono fasi del macro sviluppo di tutte le vicende, è una gioia per i fan ma un limite per il resto del pubblico che si trova a dover seguire più serie, durevoli ormai da anni, peraltro interconnesse in continui crossover, anzi parti di un unico immenso racconto.

Spider-Man: Far from Home – locandina

Spider-Man: Far from Home

Genere: Avventura, Azione, Fantascienza

Interpreti: Tom Holland, Samuel L. Jackson, Jake Gyllenhaal, Marisa Tomei, Jon Favreau, Zendaya, Jacob Batalon, Tony Revolori, Angourie Rice, Remy Hii, Martin Starr, J.B. Smoove, Jorge Lendeborg Jr., Cobie Smulders, Zach Barack, Zoha Rahman, Yasmin Mwanza, Joshua Sinclair-Evans, Numan Acar, Tyler Luke Cunningham, Sebastian Viveros, Toni Garrn, Peter Billingsley, Clare Dunne, Nicholas Gleaves, Claire Rushbrook, J.K. Simmons, Dawn Michelle King, Jeroen van Koningsbrugge, Michael de Roos, Jan-Paul Buijs, Sergio Pierattini, Anjana Vasan, Brian Law, Evelyn Mok, Tatiana Lunardon, Giada Benedetti, Lukás Bech, Alessandro Giuggioli, Petr Opava, Giuseppe Andriolo, Pat Kiernan, Shari Abdul, Maria Alexandrova, Kristen Alminta, Vincent Angel, Peter Arpesella, Sitara Attaie, Peter Bankole, Blair Barnette, Tuwaine Barrett, Anna Benamati, Pierre Bergman, Avondre E.D. Beverley, Bruno Bilotta, Sharon Blynn, Luigi Boccanfuso, Paolo Braghetto, Dante Brattelli, Jeff Bridges, Graham Burton, Ken Byrd, Sokol Cahani, Gianni Calchetti, Eric Patrick Cameron, Darren Lee Campbell, Hélène Cardona, Dian Cathal, Jake Cerny, Komal Charania, Daphne Cheung, Sam Chuck, Al Clark, Victoria Coburn, Sean Coleman, Tiziana Coste, Kevin Daigneault, Jaylen Davis, Peter Dawson, Leonys Delossantos, Kristianne-Kaith Domingo, Andrew Dunkelberger, Charlie Rhea Esquér, Ria Fend, Ferroz Fernandez, Vincent Frattini, Massi Furlan, Cynthia Garbutt, Thomas Goodridge, Sonia Goswami, Jake Hanson, Nicholle Hembra, Michael Hennessy, Meagan Holder, Patrick Holly, Ruth Horrocks, Chris Hyacinthe, Michael Iacono, Roman Ibragimov, Theo Ip, Timothy Christian Jansen, Daham Kandanarrachchi, Keon Kendrick, Camille Kinloch, Hannah Kurczeski, Géraldine Lamarre, Jimena Larraguivel, Rich Lawton, Kat Leroy, Gavin Lee Lewis, Faith Logan, Joseph Long, Marian Lorencik, Tyrone Love, Tony Mardon, Antonín Masek, Aristou Meehan, Ben Mendelsohn, Bradley Wj Miller, Samantha Mishinski, Anthony Molinari, Julia Mollin, Adrian Mozzi, Brendan Murphy, Amanda Musso, Emily Ng, Daniel Olson, Vincent Paolicelli, Karen Parks, Hiten Patel, Clay Pel-is, Luigi Petrazzuolo, Aleksandrs Petukhovs, Annie Pisapia, Martin Polak, Jivan Xander Ramesh, Mike Ray, Sofia Renee, Daniel Rennis, Sawyer Reo, Cailan Robinson, Emmanuel Rodriguez, Ray Rosario, Daniel Ryves, Donae Samone, Susanne Schraps, Karen-J Sear, Ilya Tank Shilov, Tina Simmons, Davina Sitaram, Joakim Skarli, Paul Slim, Richard Stanley, Lucas Antoine Starrets, Faith Tarby, Emily Tebbutt, Oskar Ulvestad, Lesdy Vanessa, Jessica VanOss, Joe David Walters, Jo Wheatley, Dale Wilder, Rocco Wu

Un film di: Jon Watts

Durata: 129 minuti

Data di uscita: 10 luglio 2019

REVIEW OVERVIEW
Buono
Previous articleNureyev – The White Crow
Next articleDi tutti i colori
Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here