Spaghetti story

1
1668
Valerio e Scheggia in Spaghetti Story

Le donne so’ così vale, non ce devi capi un cazzo!
(Scheggia – Cristian Di Sante)

Distribuzione indipendente presenta il film Spaghetti story legato ad un urban game: saranno nascosti i quattro gatti presenti nella pellicola in giro per Roma. Coloro che li troveranno avranno dei biglietti omaggio tutte le informazioni sono reperibili su Facebook , Twitter e nella pagina ufficiale del film. Questa storia corale si snoda su più personaggi: Valerio, attore che sbarca il lunario con lavori precari; Scheggia duro romanaccio, fa il pusher e vive con la nonna; Giovanna, sorella di Valerio, fa la massoterapista e sogna un futuro da chef per la cucina cinese; Serena, fidanzata di Valerio, vuole famiglia e figli e intanto continua ad essere una studentessa. La vita dei quattro si complicherà con l’arrivo della prostituta cinese Mei Mei e da quel momento in poi le loro vite non saranno più le stesse.

Nell’opera prima di Ciro De Caro, mai scontata, totalmente istintiva, si vuole raccontare una generazione non edulcorata, più sincera, ma con uno sguardo onesto. Nella storia c’è il malessere generazionale che coinvolge i ragazzi di oggi e si parla con il cuore senza falsi moralismi. E’ una commedia come la definisce il regista no budget, ovvero realizzata a costi limitatissimi, quasi al prezzo di un’utilitaria. Una scrittura eccellente che non chiude i protagonisti in una prigione ma li lascia liberi di interagire, ed è proprio in questa libertà che si riscontra una grande attenzione nel delineare dei personaggi molto ben caratterizzati. Giovani non incatenati in stereotipi quindi, ma persone come tutte le altre. I personaggi femminili sono molto corposi e hanno un’ampia tavolozza di sfumature: qui si intuisce la mano di Rossella D’Andrea, sceneggiatrice della storia con il regista. Il lavoro molto forte rende i personaggi ben amalgamati tra di loro, si percepisce sempre una grande armonia tra le parti. Una sceneggiatura sapientemente costruita che regge per tutta la durata del dramedy. Valerio è un antieroe che cerca di pagare le bollette lottando contro la precarietà del lavoro di attore, interpretato da un Valerio di Benedetto deliziosamente fragile e sognatore che mette molta intensità nel suo ruolo. Scheggia è uno spacciatore sicuro di sé che pensa che tutto quello che dice sia fattibile, un ragazzo ruvido ma con una grande sensibilità coperto da Cristian di Sante che da vigore al personaggio mettendosi in gioco con tutta la sua bravura. Sara Tosti, semplice e sognatrice come chi interpreta, ha riversato molte delle sue aspettative nel proprio rapporto amoroso. Rossella d’Andrea, invece, è quanlcuno che vive una vita più comoda di quella del fratello ma ha voglia di evadere dal lavoro e di avere un futuro da chef, riponendo nella cucina tutti i suoi sogni.

Attori giovani, forse non molto conosciuti, ma che dimostrano la loro freschezza e talento dando al film un apporto di grande spontaneità dove è assente la finzione. Forse si può parlare di un neorealismo rinato, che racconta storie vere, personaggi strutturati, molti piani sequenza tagliati che danno ritmo alla storia, una sceneggiatura pensata ma non troppo. Un finale gradevole, ammiccante ma non scontato: non c’è un happy end ma tutto è aperto, c’è invece forse una possibilità di crescita per tutti. Tutto resta sospeso, quasi in bilico, a tratti malinconico eppure positivo. C’è una riscoperta dei valori attraverso l’aiuto dato alla prostituta cinese quando si ritrova la solidarietà. Un pretesto per i protagonisti di scoprire qualcosa di più del loro mondo interiore. Non c’è retorica, alla fine capiranno che l’unione fa la forza. Un’opera garbata, che porta una speranza a un mondo giovanile fatto di incertezze, assolutamente di livello da non perdere per scoprire che anche con pochi soldi si può fare un film di qualità.

[review]

[two_fifth]

Spaghetti Story - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last]Spaghetti story

Genere: Commedia

Cast: Valerio Di Benedetto, Cristian Di Sante, Sara Tosti, Rossella d’Andrea, Deng Xueying

Un film di: Ciro De Caro

Durata: 83 minuti

Data di uscita: 19 dicembre 2013 (Italia)
[/three_fifth_last]

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here