Snowden

0
704
Edward Snowden in Snowden

Oliver Stone incontra la figura di Snowden l’uomo responsabile di quella che è stata definita la più grande violazione dei sistemi di sicurezza nella storia dei servizi segreti americani.

Nel 2013 Edward Snowden, interpretato da Joseph Gordon-Levitt, presente anche in Sin City – Una donna per cui uccidere (2014), 50 e 50 (2012) e Inception (2010), lascia il suo impiego alla NSA – National Security Agency e vola ad Hong Kong per incontrare i giornalisti Glenn Greenwald, interpretato da Zachary Quinto, già in Star Trek Beyond (2016), Ewen MacAskill, il Tom Wilkinson presente in Michael Clayton (2007), e la regista Laura Poitras alias Melissa Leo presente anche in The Equalizer – Il Vendicatore (2014), allo scopo di rivelare i giganteschi programmi di sorveglianza informatica elaborati dal governo degli Stati Uniti.

Consulente esperto di informatica, legato da un impegno di massima segretezza, Edward ha scoperto che una montagna virtuale di dati viene registrata tracciando ogni forma di comunicazione digitale, non solo relativa a governi stranieri e a potenziali gruppi di terroristi, ma anche a quella di normali cittadini americani.

Disilluso rispetto al suo lavoro nel mondo dell’intelligence, Snowden raccoglie meticolosamente centinaia di migliaia di documenti segreti per dimostrare la portata della violazione dei diritti in atto. Lasciando la donna che ama, Lindsay Mills (Shailene Woodley), Ed trova il coraggio di agire spinto dai principi in cui crede.

Oliver Stone nei suoi film volentieri racconta momenti cruciali della storia e della cultura americana. Sembra naturale quindi un suo sguardo su una questione così moderna e comunque frutto di tante dinamiche che portano agli Stati Uniti di oggi. Il regista affronta il tema scottante del rapporto tra la sicurezza dei cittadini del Mondo e l’invadenza informatica in un film dinamico anche solo attraverso le inquadrature sui personaggi e gli schermi su cui lavorano, frettolosamente impegnati a decifrare codici e scoprire dati sensibili, anzi. Meno azione e più ragionamento, in un approccio celebrale alla pellicola che illustra i concetti attraverso il punto di vista dell’inquadratura, che sia il personaggio che guarda qualcosa o un computer a spiare lui.

Joseph Gordon-Levitt partecipa alla visione di Stone con un’aderenza totale al personaggio di Snowden, dai gesti agli sguardi, incarnando il racconto della biografia dell’uomo e i suoi significati più grandi. Il personaggio si esprime nel conflitto tra i vantaggi e la segretezza del suo lavoro e il senso di responsabilità che sente verso il suo Paese; questo poi diventa il coraggio di sconvolgere la propria vita, andare contro tutto ciò in cui ha creduto e subire anche le critiche dei cittadini che lo vedranno come un traditore.

A questo proposito è interessante scoprire la sua vita di coppia, offuscata dalle preoccupazioni e segreti cui è tenuto per lavoro, fino a un liberatorio gettarsi tutto alle spalle, rischiando tutta la sicurezza per amore di verità. L’onestà pagherà? Diventa emblematico che Edward affidi la sua storia e i suoi segreti alla stampa, cosa che dovrebbe essere l’inizio di una liberazione e diventa il suo calvario, una nuova prigione, come ben esprimono due scene opposte nel significato ma speculari. Quando è ancora in servizio, il suo capo gli fa capire come tutto sia sotto controllo, rivelando anche dettagli della vita di Snowden scoperti tramite intercettazioni, in una significativa carrellata in avanti che avvicina il suo capo allo schermo dove Snowden lo sta guardando. Più tardi, quando Snowden è un ricercato internazionale, deve stare nascosto e può partecipare a un talk show solo attraverso uno schermo. Tecnologia che amplia gli orizzonti, e la possibilità di conoscere “tutto il reame” ma rende prigionieri di un moderno Grande Fratello, non dichiarato, dove gli utenti stessi consegnano tutto di sé.

Considerando l’attualità di una vicenda non ancora conclusa, è interessante una forma di coraggio del regista che schiaffeggia la faccia meno piacevole degli  Stati Uniti d’America, aprendo l’opinione pubblica alla discussione.

snowden-oliver-stone-joseph-gordon-levitt-locandina Snowden

Genere: Biografici, Drammatici, Thriller

Interpreti: Joseph Gordon-Levitt, Shailene Woodley, Melissa Leo, Zachary Quinto, Tom Wilkinson, Rhys Ifans, Nicolas Cage, Ben Schnetzer, Keith Stanfield, Scott Eastwood, Timothy Olyphant, Joely Richardson, Parker Sawyers, Christian Contreras, Jaymes Butler, Marisol Correa, Robert Firth, Demetri Goritsas

Durata: 134 minuti

Un film di: Oliver Stone

Data di uscita: 24 novembre 2016

SHARE
Previous articleIl Diritto di Contare, promo video e date
Next articleCondotta, promo video e date
Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

LEAVE A REPLY