Soldado

0
575
Isabel Reyes e Alejandro in Sicario

Volete arrivare fino in fondo? Allora dovrò… sporcarmi.
(Matt Graver – Josh Brolin)

Matt Graver: Ti lasciamo libero.
Alejandro: Quanto libero?
Matt Graver: Nessuna regola.
(Matt Graver e Alejandro – Josh Brolin e Benicio Del Toro)

I cartelli della droga messicana ormai fanno più soldi con il traffico di esseri umani, ma anche loro si trovano a dover fare i conti con i terroristi islamici che li usano per entrare negli Stati Uniti e provocare delle stragi. Dopo una di queste il Segretario alla Difesa James Riley contatta Matt Graver con l`incarico di reagire creando il panico nei cartelli.

Graver forma quindi una sua squadra, di cui fa parte anche il sicario Alejandro, che decide di rapire Isabel Reyes, figlia di uno dei narcotrafficanti più temuti. Quando improvvisamente la situazione degenera, Graver, Alejandro e gli altri capiscono di non avere più un salvagente, ma di doversela cavare da soli da allora in avanti.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Dopo Sicario (2015) del giovane maestro Denis Villeneuve, il nostro Stefano Sollima, autore della serie tv di successo mondiale Gomorra (2014-) e del film Suburra (2015) ne dirige il seguito sotto forma di un dramma poliziesco d`azione. Il risultato purtroppo non è del livello sperato, e andiamo a vederne i motivi. Per prima cosa va detto che la pellicola è composta di tanti piccoli/grandi pezzi uniti tra loro idealmente da un filo conduttore, che li dovrebbe incastrare in un meccanismo perfetto, quasi fosse quello di un orologio svizzero a carica del 1800 perfettamente funzionante. Questo non succede, e questo prodotto si ritrova ad essere un gruppo di microfilm nel film, senza un legame convincente tra di loro. Il differente taglio stilistico dal suo predecessore si nota chiaramente, e seppur ogni singola fase della trama piaceè nel suo complesso che non funziona. Ad onor del vero, va anche detto che su quella parte di pubblico che va al cinema per passare due ore senza pensieri questo prodotto avrà un impatto positivo, e che anche se la mancanza di Emily Blunt rispetto al primo capitolo di questo filone cinematografico si sente e non poco, Benicio Del Toro e Josh Brolin riescono a reggere abbastanza bene i propri personaggi, anche se poi ad emergere è la giovane e bella Isabela Moner di cui probabilmente sentiremo molto parlare in futuro. Belle le scene d`azione e i combattimenti, probabilmente la cosa che coinvolge maggiormente. Certamente un`occasione persa da Sollima di dimostrare di essere un regista di primissima fascia a livello globale, e qualcosa di cui, la mattina dopo averlo visto, difficilmente rimane traccia nella memoria. Sufficiente.

Soldado

Genere: Azione, Drammatici, Polizieschi

Interpreti: Benicio Del Toro, Josh Brolin, Isabela Moner, Jeffrey Donovan, Catherine Keener, Manuel Garcia-Rulfo, Matthew Modine, Shea Whigham, Elijah Rodriguez, Howard Ferguson Jr., David Castaneda, Catherine Haun, Rob Franco, Chris Adams

Un film di: Stefano Sollima

Durata: 122 minuti

Data di uscita: 18 ottobre 2018

REVIEW OVERVIEW
Sufficiente
Previous articlePixar. 30 anni di animazione
Next articlePet Sematary, promo video e date
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here