Senza nessuna pietà

0
523
Mimmo in Senza nessuna pietà

Mimmo: “Zio, mi sa che è colpa mia.”
Santili: “Senti a’ Mimmo, ora non fa quello che si accolla le questioni perché senno mi arrabbio sul serio, eh!”
(Mimmo e Santili – Pierfrancesco Favino e Ninetto Davoli)

Mimmo è un giovane che è ormai da diversi anni al servizio di Santilli, padre-padrone di una famiglia patriarcale che riconosce in Manuel l’estrema sintesi della sua linea di successione. Mimmo è grande, è forte ed è pieno di energia, che usa sia per i lavori manuali che per andare a riscuotere i crediti scaduti presso giovani imprenditori ormai in crisi.

La condizione di Mimmo cambia di colpo quando viene a contatto, suo malgrado, con Tania. La ragazza è bella come il sole ed è cosciente della sua condizione che non esita a mettere in mostra per portare acqua al suo mulino. Qualcosa succede allora nel cuore di Mimmo e le cose iniziano a cambiare sempre più velocemente: nulla sarà mai più come prima.

Noir molto interessante per via di una storia dura e cruda al punto giusto, anche se con alcuni appunti da fare. Il primo, l’ambientazione: la Roma che viene presentata nella storia è reale, ma solo in parte. Ambienti troppo soli e abbandonati, zone senza colori e tristi, una città che è solo la maschera di se stessa e, paradossalmente, per questo forse alla fine reale come le sue zone periferiche, figlie di quei palazzinari che ne sono i più ricchi imprenditori. Il secondo, una trama troppo figlia di se stessa, che implode in parte nei suoi personaggi, talmente estremi nei loro modi di essere e comportamenti da risultare notevolmente distaccati dagli spettatori. A queste due osservazioni possiamo contrapporre una scelta degli attori perfetta. Sto parlando non tanto del pur bravo protagonista Pierfrancesco Favino, ma dei suoi partner, primo da tutti Claudio Gioé che interpreta Il Roscio in modo pressoché perfetto, risultando il migliore del film insieme a Greta Scarano, bella e brava in una parte tutt’altro che semplice. Sono loro a costruire quasi involontariamente il contesto in cui il pubblico può davvero ammirare lo svolgersi della trama in tutta la sua bellezza estetica. Già, perché è proprio la bellezza l’altro fattore in più di questa pellicola: bellezza di Greta, bellezza delle luci, dei colori e delle luci in un’ambientazione che pure non fa troppo per metterli in mostra. A me, invece, sono arrivati direttamente al cuore, come sono sicuro che, non dimenticando che si tratta di un noir, arriveranno anche a tutti voi.

[review]

[two_fifth]

Senza nessuna pietà - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last]Senza nessuna pietà

Genere: Noir

Cast: Pierfrancesco Favino, Greta Scarano, Claudio Gioé, Renato Marchetti, Iris Peynado, Adriano Giannini, Ninetto Davoli, Samantha Fantauzzi, Francesco Petrazzi, Edoardo Sala [I]

Un film di: Michele Alhaique

Durata: 95 minuti

Data di uscita: 11 Settembre 2014[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here