Saving Mr. Banks

0
19
P.L.Travels e Walt Disney in Saving Mr. Banks

Perché è questo che facciamo noi animatori, ristabiliamo l’ordine con l’immaginazione. Infondiamo speranza, senza sosta.
(Walt Disney – Tom Hanks)

1961. A Los Angeles Walt Disney è un mito consolidato, un re Mida in grado di inventare sogni per poi renderli reali, ogni personaggio che vanta il suo logo è un successo planetario, ma egli non è del tutto soddisfatto poiché non è ancora riuscito a mantenere una promessa fatta alle figlie: portare sul grande schermo la protagonista di una serie di racconti che le bambine adorano, la magica Mary Poppins. A Londra nel frattempo, la scontrosa autrice della famosa saga per bambini P. L. Travels comincia ad avere seri problemi economici, e la possibilità di firmare la cessione dei diritti al signor Disney rischia di divenire una pressante necessità; l’unica cosa che resta da fare è partire per Los Angeles e finalmente incontrarlo per definire le modalità del contratto. Lo scontro/incontro tra le due personalità, entrambe forti, rischia di non portare a nulla di fatto e Mary Poppins potrebbe non vedere mai la luce di una sala cinematografica. Ma cosa si nasconde dietro al brutto carattere di Pamela? Perchè ogni frase della sua adorata Mary la riporta ad un passato che l’ha segnata e ad un’infanzia che l’ha resa la donna cinica di oggi? E soprattutto, Mary Poppins è davvero soltanto un personaggio di fantasia o la fiabesca bambinaia è realmente esistita? Un mistero tutto da svelare.

Questa delicata commedia, che porta la regia di John Lee Hancock, si rivela una delle belle sorprese della stagione cinematografica in corso. Una storia vera narrata con sentimento e passione, dove passato e presente si intrecciano creando un affresco leggero e divertente. Ottima l’idea di partenza: raccontare uno spaccato di realtà abilmente sceneggiato e dalla tematica originale, piacevole lasciarsi trasportare durante la visione del film dalle ben note musiche di Mary Poppins e davvero accattivante la trovata di mostrare al pubblico il “dietro le quinte” riguardante la nascita di un cult movie come può essere un capolavoro Disney. Appropriata la scelta di partire da un plot leggero come quello della lotta per i diritti d’autore, per poi passare a scandagliare l’animo umano della protagonista, alternando il presente con scene vissute in un passato lontano, in un altrove infantile che forgia il carattere dei piccini, che si confrontano a volte duramente con le mancanze degli adulti e con rapporti genitoriali conflittuali. Ottime le interpretazioni, con Emma Thompson in ottima forma e splendidamente in parte, Tom Hanks assolutamente calato nel ruolo e un sorprendente Colin Farrell; da segnalare la comparsata dell’autista, un sempreverde Paul Giamatti che non delude mai.

In un periodo nel quale sembrano mancare le idee e le buone storie questo nuovo lavoro, dal cast davvero interessante e ben oliato che assicura interpretazioni validissime, si incastona nella sezione commedie come un piccolo gioiello: una regia curata, la sceneggiatura ben studiata e solidissima che riesce a strappare qualche lacrimuccia agli animi più sensibili, la colonna sonora riconoscibilmente Disney e la perfetta alternanza di momenti d’ilarità con altri di riflessione e tenerezza fanno del lungometraggio di Hancock un lavoro da non sottovalutare, di ottima fattura e di pregio. Quindi, per coloro che volessero conoscere le origini del mito di Mary Poppins, la visione del film è più che consigliata ma per tutti gli altri, grandi e piccini e per i nostalgici amanti della buona cara e vecchia commedia americana questo è uno spettacolo da non mancare.

[review]

[two_fifth]

Saving Mr. Banks - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last] Saving Mr. Banks

Genere: Commedia

Cast: Tom Hanks, Emma Thompson, Colin Farrell, Paul Giamatti, Jason Schwartzman, B.J. Novak, Bradley Whitford, Ruth Wilson, Annie Rose Buckley, Melanie Paxson

Un film di: John Lee Hancock

Durata: 120 minuti

Data di uscita: 20 febbraio 2014

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here