Rogue One: A Star Wars Story

0
40
Jyn Erso e il capitano Cassian Andor in Rogue One: a Star Wars Story

La nostra ribellione e tutto ciò che ci rimane per spingere indietro l’Impero. Noi pensiamo che tu sia in grado di aiutarci.
(Mon Mothma e Jyn Erso – Genevieve O’Reilly e Felicity Jones)

La saga di Star Wars, riportata alla ribalta con l`Episodio VII – Il Risveglio della Forza (2016), ha generato il cosiddetto Universo Espanso e i racconti di vicende parallele o accennate in quelle principali. Questa volta arriva sullo schermo quello che porta alla nuova speranza del cosiddetto Episodio IV, che in origine era semplicemente il primo e unico Guerre Stellari (1977). Questo film si pone fuori dal canone ufficiale ma si colloca idealmente tra l’Episodio III e poco prima dell’Episodio IV, raccontando come vengono trafugati i piani della Morte Nera, temibile arma dell’Impero Intergalattico.

In un buon equilibrio tra effetti scenici e tecnologici e grandi emozioni epiche, la vicenda si apre con lo scienziato dell’Impero, Gareth che cerca di sfuggire a quello che gli viene chiesto. Le sue speranze sono nella figlia Jyn, riuscita a fuggire fino a venire a contatto con l’Alleanza Ribelle.

Va detto che il personaggio femminile Jyn Erso, interpretato dalla Felicity Jones protagonista de La Teoria del Tutto (2015), è una guerriera ribelle che sembra in linea con l’usanza attuale di personaggi femminili analoghi, quali Rey di Star Wars – Il Risveglio della Forza (2016) e addirittura Katniss di Hunger Games (2012).

Intorno a lei si assemblano i suoi compagni di avventura tra cui si delinea il comprimario ribelle Cassian Andor, interpretato da Diego Luna, accomunato da una disperata aderenza alla causa ribelle, senza che il personaggio sia particolarmente approfondito oltre il suo ruolo di partner e supporto maschile alla protagonista. Tra gli altri, il più interessante e anche meno probabile è un monaco cieco che si sente guidato dalla Forza e capace di sorprendere, interpretato da Donnie Yen.

Grande adrenalina nelle battaglie epiche tra astronavi, un po’ lunghe ma care ai fan, ben costruite anche se senza particolari virtuosismi di inquadrature e riprese. I personaggi si definiscono bene nella contrapposizione tra gli oppressi e i sicari dell’Impero, dove non mancano lotte di potere e sentimenti oscuri, su cui troneggia la presenza di Lord Darth Vader, una figura iconica che appare col richiamo della sua marcia, composta per le serie originali da John Williams. Non casualmente il resto della colonna sonora originale è composto da Michael Giacchino: musiche e personaggi diversi introducono un nuovo mondo di Star Wars, collegato a quello canonico ma che si muove per contro proprio e con altri autori.

Più misurata invece la varietà di creature aliene, di solito trionfo degli effetti speciali. La bellezza della fotografia e scenografia sono limitate rispetto alla varietà di pianeti cui siamo abituati, anche se l’insieme mantiene tutto sommato l’impatto epico.

Il film è funzionale come raccordo con gli altri episodi, ed infatti il suo interesse principale è nella missione che consiste nell’intercettazione dei piani della Morte Nera e la loro trasmissione ai Ribelli. Il suo fascino è nei riferimenti a personaggi e situazioni presenti negli altri episodi come:

un amico Jedi che ha partecipato alla Guerra dei Cloni

oppure l’apparizione di amati droidi. L’Universo di Star Wars, del resto, ha i suoi codici. Per apprezzarne episodi principali e minori si possono solo accettare o considerare questa pellicola come un fanservice utile a colmare la sete di chi vuole sempre più vicende, non solo raccontate ma rappresentate sullo schermo. In ogni caso un film dignitoso che assolve i suoi compiti.

[review]

[two_fifth]

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Rogue One: A Star Wars Story

Genere:  Azione, AvventuraFantascienza

Interpreti: Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Forest Whitaker, Donnie Yen, Jiang Wen, Alan Tudyk, Jonathan Aris, James Earl Jones, Genevieve O’Reilly, Warwick Davis, Valene Kane

Durata: 143 minuti

Un film di: Gareth Edwards

Data di uscita: 15 dicembre 2016

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here