Ritorno a Cold Mountain

0
95
Inman e Ada Monroe in Ritorno a Cold Mountain

Quel che resta del mio coraggio è riposto nella fiducia che ho in voi e nella certezza che ho di rivedervi, quindi ve lo dico più chiaro che posso: se state combattendo, smettete di combattere!; se state marciando, smettete di marciare! Tornare da me….. Tornate da me….. Questo vi chiedo. Tornate da me, tornate da me.
(Ada – Nicole Kidman)

Petersburg, una delle principali battaglie della Guerra di Secessione Americana. Siamo tra il 1864 e il 1865 e Inman, soldato che combatte nelle fila dell’Unione, dopo essere stato ferito e in ospedale, riceve una lettera dell’amata Ada che lo prega di tornare a casa.

Quindi Inman decide di disertare per raggiungere Ada, che nel frattempo sta lottando con tutte le sue forze per difendere la propria fattoria da ostili approfittatori che, dopo la morte del padre, stanno provando a sottrargliela. Ad aiutarla nella difficile impresa Ruby, sfrontata e autoritaria quanto basta per integrarsi perfettamente con lei.

Ma il viaggio di Inman sarà lungo e pieno di insidie: riuscirà l’uomo a concluderlo e, eventualmente, in che condizioni fisiche si troverà ad aiutare la sua donna?

Antony Minghella, regista del famosissimo Il paziente inglese, torna nei cinema con questo dramma storico che tocca di nuovo il tema della guerra, avvicinandosi però sia nella durata, che nella storia che nel cast a rievocare quel capolavoro che tutti amiamo chiamato Via col vento di Victor Fleming. I risultati, però, sono ben diversi anche se va detto che questa lavorazione si guarda comunque con piacere e non stona nei modi e nei ritmi. Questo è possibile in primis grazie ad un cast spettacolare, composto da nomi noti e già di successo intelligentemente mixati ad attori emergenti che alla notorietà arriveranno proprio di lì a breve. Tra questi spiccano i due protagonisti Jude Law e Nicole Kidman che forniscono una buona interpretazione (anche se di Nicole saltano all’occhio il trucco e la pettinatura sempre in ordine), Philip Seymour Hoffman in una parte minore ma ben recitata e l’allora giovanissimo Cillian Murphy che si fa davvero notare in un ruolo di nicchia ma in cui stupisce per particolarità espressiva. Ma chi spicca davvero sono due donne: una è Natalie Portman che fornisce come sempre una prova sopra le righe, e l’altra è Renée Zellweger, comica come suo solito e forse vera e propria anima del film. Oltre agli attori, punti di forza del film sono l’epica e bellissima battaglia iniziale ambientata durante la guerra di Secessione negli Stati Uniti tra Nord e Sud, i lunghi flashback sulla vita e su come si sono conosciuti i due protagonisti, flashback che aiutano lo spettatore a contestualizzare nel modo corretto la trama (anche se la rendono troppo lunga), una musica che conquista minuto dopo minuto e per gli amanti delle scene crude, un discreto numero di morti, feriti e più in generale di sangue e tristezza. Forse il tutto risulta essere un po’ telefonato ma il film è qualcosa di classico e senza tempo, capace di aiutarci ad occupare le nostre serate, anche in virtù di alcune scene di sesso libero e spensierato, elemento oggettivamente atipico in trame del genere. Forse non vi farà impazzire, ma questa storia saprà farvi immedesimare in uno o più dei suoi protagonisti e, credetemi, questo non è affatto poco.

[review]

[two_fifth]Ritorno a Cold Mountain - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Ritorno a Cold Mountain

Genere: GuerraDrammatici, Storici

Cast:  Jude Law, Nicole Kidman, Renée Zellweger, Natalie Portman, Philip Seymour Hoffman, Giovanni Ribisi, Brendan Gleeson, Charlie Hunnam, Ray Winstone, Donald Sutherland, Jena Malone, Cillian Murphy, James Gammon, James Rebhorn, Lucas Black

Un film di: Anthony Minghella

Durata: 155 minuti

Data di uscita: 13 Febbraio 2004

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here