Questione di Karma

0
549
Giacomo e Mario Pitagora in Questione di Karma

È il regalo della vita,
Si nasce e si muore,
il regalo è tutto lì.
(Giacomo – Fabio di Luigi)

Quando le persone care ci vengono a mancare lasciano un grande vuoto dentro di noi. Ecco che allora dobbiamo fare i conti con quel senso di perdita che accompagna la nostra vita. Il nostro modo di reagire ad un evento del genere è diverso da individuo a individuo e spesso i temi della reincarnazione e la filosofia esoterica ci interessano in modo particolare.

Questo film parte da principi quasi metafisici, ma vi è innanzi tutto la voglia di raccontare l’essere umano, semplice e complesso, la sua necessità di trasformazione per continuare a vivere, l’eterno bisogno di amare e di sentirsi amati, senza però mai rinunciare all’ironia ed alla leggerezza.

Giacomo (Fabio De Luigi) è un quarantenne benestante che non ha mai affrontato veramente la morte di suo padre avvenuta quando lui era piccolo. L’uomo si è suicidato. Quell’evento lo ha portato ad essere diverso, molto sensibile, riservato, e riempire quell’enorme vuoto con interessi diversi, filosofi orientali, arti marziali, insoliti strumenti musicali. Giacomo sogna sempre di incontrare suo padre incarnato nelle sembianze di un altro uomo, legge libri di esoteria e si imbatte nel libro di uno di questi guru francesi (Philippe Leroy) che sostiene di poter individuare con certezza la persona in cui una persona si è materializzata a distanza di tempo. Giacomo si mette allora subito alla ricerca di questo esoterista che ritrova in un piccolo borgo e che dopo molte insistenze gli fornisce il nome ed il cognome da lui invocato: Mario Pitagora (Elio Germano), l’uomo in cui si sarebbe reincarnato suo padre.

Giacomo lo rintraccia, destando in Mario prima diffidenza e poi notevole interesse. Lui è un uomo che vive alla giornata, di espedienti, e pensa di sfruttare questa inaspettata opportunità
Il pubblico viene divertito da questa insolita situazione, ma questa storia offre anche spunti di riflessione.

Quello della reincarnazione è solo uno spunto per parlare dei rapporti umani, della paternità, sul bisogno di essere amati. Il grande protagonista di questa pellicola è il tempo che passa e ci trasforma.

Giacomo è un uomo che non è mai cresciuto, che è rimasto legato alla figura del padre, mitizzata, che ha perduto quando era piccolo. Mario Pitagora, invece, un personaggio ai suoi antipodi. Il loro assurdo incontro lo porterà ad uno scambio che gli farà prendere coscienza di sé ed a cambiare pur rimanendo fedele a se stesso e a cambiare anche la sua famiglia e tutto ciò che gli sta intorno.
L’incontro tra Mario e Giacomo rappresenta l’incontro di due umanità diverse, entrambe bisognose di essere amate , anche se in modo differente.

Elio Germano è per la seconda volta coinvolto in una tematica metafisica. Lo ricordiamo in Magnifica Presenza (2012) di Ozpetek, dove interpreta Pietro, ragazzo del sud venuto a Roma per fare l’attore, che vede in casa sua i componenti di una famiglia teatrale del tempo che fu. Qui interpreta Mario che non è una “macchietta” finalizzata a strappare una risata, ma ha una sua profondità, una regia curata, una verità, sia pure restando nell’assurdo della commedia e del suo spunto iniziale. Fabio De Luigi (Giacomo) lo vediamo interpretare un personaggio molto distante da quelli che ha interpretato fino ad ora, un uomo buono e ingenuo e lui lo interpreta davvero con solidità, dando al personaggio, che può sembrare un sempliciotto, un grande spessore ed emotività.

Commedia rigorosa e brillante, sganciata dai cliché che prosegue il discorso iniziato con Se Dio Vuole (2015) con Edoardo Falcone sceneggiatore e regista. I tempi e i meccanismi sono precisi senza mai strafare, e viene curato l’insieme senza mai delegare tutto all’estroversione dei soli protagonisti.

[review]

[two_fifth]Questione di Karma - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Questione di Karma

Genere: Commedia

Interpreti: Fabio De Luigi, Elio Germano, Daniela Virgilio, Valentina Cenni, Massimo De Lorenzo, Corrado Solari, Isabella Ragonese, Philippe Leroy, Eros Pagni, Stefania Sandrelli

Durata: 90 Minuti

Un film di: Edoardo Falcone

Data di uscita: 9 marzo 2017

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here