Premio Vincenzo Crocitti 2014

0
601

Forse non molti lo ricordano come splendido attore caratterista a fianco di Alberto Sordi in Un borghese piccolo piccolo ma la maggior parte dei teleutenti sicuramente rammenteranno le sue divertenti esibizioni nel ruolo del dottor Mariano Valenti in Un medico in famiglia o del vicebrigadiere Vittorio Bordi nella fiction Carabinieri: fatto sta che Vincenzo Crocitti – scomparso prematuramete nel 2010 – è stato non solo un encomiabile interprete della commedia italiana ma un uomo di uno straordinario fiuto a scoprire ed incoraggiare giovani emergenti nel campo della cultura, dell’arte e dello spettacolo. Ed è per tale motivo che uno di questi “giovani”, Francesco Fiumarella, ha deciso da un paio d’anni di istituire un premio dedicato alla sua memoria, rivolto ai nuovi talenti di Cinema, TV, Teatro, Radio, Web e ogni altra forma d’arte e intellettualità e, contestualmente, anche alla carriera di Artisti e Intellettuali già affermati nella loro vita lavorativa. Quest’anno la cerimonia si è svolta al Teatro Quirino Vittorio Gassman di Roma ed ha visto attribuire ben 18 riconoscimenti.
Ad Elena Sofia Ricci è andato il premio come Special Guest Star; all’attore Marco Bonett il “premio alla carriera”, a lui consegnato da Francesca Crocitti (sorella di Vincenzo e presidente onorario del Premio); a Chiara Basile Fasòlo (Un matrimonio di Pupi Avati) il Premio all’attrice emergente, da parte di Pino Ammendola. Il premio Regia è stato assegnato a Cinzia Th Torrini, attualmente sul set a girare il suo prossimo film e contenta di riceverlo dal regista Moraldo Rossi (aiuto e “ispiratore” di Federico Fellini), che nell’edizione 2013 del premio aveva ricevuto il riconoscimento alla carriera. L’attrice e giornalista Solvi Stübing ha ricevuto invece il premio per l’attività artistica, consegnatogli dall’attore Andrea Roncato la storica testimonial della Birra Peroni ha ricordato proprio l’amico Rossi, dal quale era stata diretta in alcuni “caroselli”, e gli ha dedicato il premio appena ricevuto. Emozionati anche l’attore Domenico Fortunato, premiato dall’italo americano Marc Fiorini (Angeli e demoni di Ron Howard) e l’attrice Vania Della Bidia (premiata da Franco Nero). Apprezzati dal pubblico gli intermezzi dello spettacolo, tra cui l’esibizione del giovane streetartist Emiliano Fiacchi e del tenore Patrick Salati.
Fra le curiosità e novità che hanno caratterizzano questa edizione spiccano l’introduzione di premi “paralleli” insieme ai premi classici, ovvero assegnati a persone semplici, poco note (o che stanno cercando di emergere) ma che, con la loro passione e attività, contribuiscono alla crescita artistica-professionale-culturale dell’Italia. Fra questi hanno ricevuto riconoscimenti la giovanissima sceneggiatrice/scrittrice Marilena Brassotti Ziello e l’Hair Stylist Homar Iafisco.
A presentare la serata erano il professor Odilio Buzzoni e la giornalista Carmen Minutoli. Appuntamento al prossimo anno con nuovi importanti premi in memoria di un attore le cui doti mimiche e recitative hanno segnato in qualche modo il nostro immaginario filmico collettivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here