Piccoli crimini coniugali

0
460
Elena e Gills in Piccoli crimini coniugali

Gilles torna a casa appena dimesso dall’ospedale con la moglie Lisa. E’ caduto nel suo appartamento ed ha perso la memoria. Ora, con l’aiuto di lei dovrà recuperare tutto il suo passato, la loro vita in comune e ciò che resta del loro amore.

In un susseguirsi di botte e risposte in un intensissimo dialogo che palleggia tra la fiducia e il sospetto, un uomo e una donna ripercorrono 15 anni del loro matrimonio. Ma le cose non sono sempre come le si raccontano, tanto meno quando si ha l’occasione di poter dare solo la propria versione a chi non ricorda più nulla. E l’illusione di Lisa durerà poco.

Un fitto intrigo di colpi di scena porterà lo spettatore ad un finale inaspettato.

Eric-Emmanuel Schmitt portato al Piccolo Eliseo dal teatro stabile di Verona con la regia di Alessandro Maggi e l’interpretazione di Elena Giusti e Paolo Valerio ripropone il tema della coppia e della difficoltà del convivere assieme con il tentativo di trovare la quadratura del cerchio.

Lui e lei si amano, si odiano, si temono e si attraggono in una giostra chiamata amore. E il cartello che fa da didascalia al loro rapporto è un quadro che riporta la scritta in rosso: Ti amo per questo muoio.

Amore e morte, lacerante dilemma tra la fuga e la sopportazione, alla ricerca del senso profondo della parola amore, così ambigua e instabile da toccare il suo opposto con la facilità di un attimo.

Particolarmente bravo Paolo Valerio nella spontaneità dei gesti e dell’interpretazione che sa rendere con stile e compostezza, non priva d’intensità, lo spazio infinitesimale che passa dalla tenerezza alla gelosia, dal rispetto al possesso.

Piccoli crimini quotidiani

GenereTeatro

Personaggi e interpreti: Paolo Valerio, Elena Giusti

Regia: Alessandro Maggi

Di: Eric-Emmanuel Schmitt

Sede: Teatro Piccolo Eliseo – Roma

Data di uscita: 21 – 26 Gennaio 2014

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here