Non c’è campo

0
1
Protagonisti di Non c`è campo

Ragazzi ma fate sul serio? Ma la volete finire?
Cercate di comunicare guardandovi in faccia!
(Gualtiero Martelli – Corrado Fortuna)

Laura Basile – la Vanessa Incontrada di Ti sposo ma non troppo (2014) – è una professoressa d’arte in un liceo. Ha talmente a cuore la preparazione dei suoi allievi da organizzare per loro una visita culturale di una settimana ospiti di un artista di fama internazionale, Gualtiero Martelli (Corrado Fortuna). Per seguire i ragazzi in gita, Laura lascia a casa il marito Andrea (Gian Marco Tognazzi) con la figlia Virginia (Eleonora Gaggero) e parte con una collega, la professoressa Alessandra (Claudia Potenza). Eccitati dalla prospettiva della gita, i giovani alunni, tra cui Francesco (Mirko Trovato), Claudio (Leonardo Pazzagli co-protagonista di Un Bacio – 2016), Flavia (Beatrice Arnera) e Valentina (Caterina Biasiol), affrontano il viaggio in pullman pieni di aspettative.

Un imprevisto scombussola però i loro piani: a Scorrano, piccolo paese salentino dove vengono accolti, non c’è campo. Un black-out telematico che li vede costretti a sopravvivere senza cellulari e privi di collegamento a internet. La gita in quel luogo bellissimo, immerso nel silenzio e nella natura, si trasforma così per i giovani allievi e per le due professoresse nel peggior incubo immaginabile nel contesto iperconnesso in cui viviamo. Lo smartphone diventa un accessorio inutile, mentre ragazzi e adulti sono costretti, giocoforza, a riscoprire una comunicazione diretta che porta alla luce imprevedibili reazioni, segreti inconfessabili e nuovi amori.

L’idea non è male, d’altra parte oggi si fa un gran parlare di nomofobia (o sindrome da disconnessione) dopo gli allarmi lanciati da esperti di tutto il mondo circa la dipendenza da smartphone e connessione virtuale. La paura di rimanere offline affligge soprattutto giovani con problemi relazionali, ed è proprio di loro che si parla nella nuova commedia di Moccia. I suoi ragazzi non sono capaci di comunicare senza Facebook, Whatsapp, Snapchat, Twitter o Instagram. Ma anche i suoi adulti non scherzano, isolati nel loro mondo tutto digitale e ignari della realtà e delle emozioni che scorrono loro a fianco. Eppure il film non convince del tutto: l’ansia da mancanza di connessione viene quasi ridicolizzata, l’incomunicabilità fra genitori e figli appena sfiorata, la promiscuità dei giovani d’oggi ridotta ad un pretesto per dare un po’ di movimento ad una storia tutto sommato piatta, così come non viene approfondita l’incapacità di apprezzare il reale per rifugiarsi nel virtuale, o di vedere il mondo senza il filtro dello smartphone.

In questa epoca siamo capaci di socializzare senza social? Alla fine anche la risposta a questa domanda è scontata e anche un po’ banale: certo che siamo capaci. E siamo capaci anche a scontrarci, senza social, solo che nella realtà i lividi si vedono. Un po’ come i sorrisi: e quello di Vanessa Incontrada rende decisamente più luminoso questo film che altrimenti sarebbe abbastanza mediocre.

[review]

#NonCeCampo

[two_fifth]

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Non c’è campo

GenereCommediaRagazzi, Romantici

Attori: Vanessa Incontrada, Gian Marco Tognazzi, Corrado Fortuna, Claudia Potenza, Neva Leoni, Beatrice Arnera, Mirko Trovato, Eleonora Gaggero, Caterina Biasiol

Durata: 97 minuti

Un film di: Federico Moccia

Data di uscita: 1 novembre 2017

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here