Home / Televisione / Nemica Amatissima: Il ritorno di Heather Parisi e Lorella Cuccarini su Rai 1
Nemica Amatissima: Il ritorno di Heather Parisi e Lorella Cuccarini su Rai 1

Nemica Amatissima: Il ritorno di Heather Parisi e Lorella Cuccarini su Rai 1

Presentato il tanto atteso ritorno delle soubrette caratterizzanti degli anni Ottanta nell’immaginario di tanti italiani: Heather Parisi e Lorella Cuccarini, venerdì 2 dicembre alle 21:15 e sabato 3 dicembre alle 20:35, su Rai Uno al Teatro 5 di Cinecittà, dove le due stelle hanno presentato il programma Nemica Amatissima, prodotto dall`Arcobaleno Tre di Lucio Presta, in conferenza stampa, rigorosamente separate così come dicono siano andate le prove, quasi senza mai incontrarsi. Oltre allo Studio noto per le produzioni del cinema, soprattutto quelle di Federico Fellini, per la prima volta utilizzato in tutta la sua estensione per una produzione tv, si sono scelte maestranze all’altezza, come la scenografia di Gaetano e Chiara Castelli. Un corpo di ballo diretto da Veronica Peparini, la produzione di Silvio Testi, la regia di Stefano Vicario. Gli autori sono Sergio Rubino, Marco Salvati, Massimo Martelli e Alberto di Risio con la collaborazione di Guia Soncini. Questo è l’annuncio di Andrea Fabiano, direttore di Rai 1 che svela i nomi dei primi ospiti: Zucchero, Lillo & Greg, Alessandro Siani ed Ezio Greggio nella prima puntata. Gianna Nannini e Luca e Paolo nella seconda.

Heather Parisi parla finalmente dopo una lunga assenza:

Vivo da 7 anni a Hong Kong, faccio una vita serena, la blogger e la mamma a tempo pieno. Avevo bisogno di una vita più serena e meno frenetica. La vita a Hong Kong è completamente diversa, è una città efficiente e molto sicura. Quando mi avevano chiamato per tornare in tv avevo detto subito di no, non ero convinta di riuscire ancora a trasmettere agli italiani quello che davo quando ero pimpante e piena di energia. Mio marito mi ha detto che non potevo finire la carriera televisiva come giudice di un talent show e sono stati i miei gemelli a spingermi. Sono tornata perché mi hanno fatto risvegliare le farfalle nello stomaco per un progetto. Quando ho cominciato ero entrata in un mondo molto più grande di me. Poi avevo detto qualche anno fa che non avrei fatto altra televisione, ora l’ho fatto, potrei anche tornare dopo questo programma? Chissà, mai dire mai.

Sul programma Heather aggiunge:

È molto bello mettere insieme artiste diverse, come piace fare negli Stati Uniti, mischiare i loro due mondi e duettare. Così è bello mischiare la nostalgia di ieri con l’avanguardia di oggi. Anche se mi si chiede di ballare posso dire che il mio massimo l’ho dato allora e che non ho bisogno di ballare alla mia età, mi muoverò questo sì ma c’è già un ottima coreografia e dopotutto avevo già inventato una danza gestuale, con i primi piani di Enzo Trapani. Nella prima puntata faccio uno discorso che mi viene da dentro e poi canterò, ho inciso anche canzoni nuove come una canzone che è nel film Blind Maze (2009), che produco e dirigo, e sarà trasmesso anche in Rai e “Bambina” su una ragazza che sogna di diventare una star, una sorta di Crilù di oggi. C’è anche spazio per successi come una Cicale rifatta in una versione molto interessante.

Sulla presunta rivalità con Lorella Cuccarini, Heather Parisi confessa:

Non siamo rivali, siamo in mondi diversi, io non faccio più spettacolo, produco trasmissioni in Cina, mi occupo della famiglia, lei ha continuato a lavorare in questo mondo, non possiamo essere in competizione. Anche all’epoca, ero contenta quando arrivò Lorella ed era una mia ballerina, c’è posto per tutti quelli bravi.

Lorella Cuccarini arriva con la stessa emozione di chi ha continuato ad essere nello spettacolo ma torna anche lei al varietà dopo tanto tempo e si rivela:

Confesso che non speravo più di avere un’occasione del genere. La tv di oggi è cambiata; i varietà costano e sono affidati più sporadicamente in forma di evento. Trovo bello che anche il direttore di Rai Uno sia fan del progetto, e di quel tipo di tv, oltre il ruolo per cui lo sostiene. Mi sento addosso la gioia del debutto ma con l’esperienza della maturità. Vengo dal varietà, quell’emozione l’ho ritrovata solo in teatro (È stata anche protagonista di Grease e Rapunzel ndr.), il varietà in tv è casa mia e tutti abbiamo bisogno di sognare.

E ancora sul programma ci dice:

La nostalgia va bene se si guarda avanti ma con l’occhio alle cose belle che ci sono state. Negli anni Ottanta e Novanta ci sono state tante cose a cui si attinge ancora oggi. Rispetto molto i pezzi che mi hanno dato il successo, e ringrazio il fatto di aver avuto certe canzoni, ma è bello contaminarli in mush up che vanno da La Notte Vola, che non può mancare, a Rihanna e da Liberi Liberi a Justin Bieber, per dimostrare la loro modernità e freschezza.

Nel confronto con Heather Parisi, in particolare sul perché ballare oggi, Lorella ha un’opinione diversa:


Perché a cinquanta anni non devo avere più energia? Heather Parisi
 ritiene di non dover ballare passato il suo culmine ma lei è un grande talento, perché non deve ballare? Si può fare qualcosa a ogni età, l’importante è che sia adeguato, io sono sempre stata imperfetta e lo sarò anche a cinquant’anni.

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close