Assassinio sull’Orient Express

0
671
Edward Ratchett in Assassinio sull`Orient Express

My name is Hercule Poirot and I am probably the greatest detective in the world.
(Hercule Poirot – Kenneth Branagh)

Dormo qui dove tutti mi possono vedere. E da dove io posso vedere chiunque.
(Miss Mary Debenham – Daisy Ridley)

In un periodo, ormai lungo, di continui remake, che non hanno risparmiato nemmeno l’azzardo di Ben Hur (2016), fino al rilancio di cicli interi, è arrivata anche l’ora dei gialli classici di Agatha Christie e del detective Hercule Poirot partendo da uno dei romanzi più famosi della donna, pubblicato nel 1934 e che da il titolo anche a questo film.

Sul Simplon Orient Express, il treno diretto a Calais, i passeggeri a bordo riuniti nel lussuoso vagone ristorante apprendono che l’americano Ratchett (Johnny Depp) è stato pugnalato nella sua cabina. Il treno è bloccato nella neve e l’assassino può essere ancora lì tra i viaggiatori. L’investigatore belga Hercule Poirot (Kenneth Branagh) conduce un accurata indagine su tutti i presenti rivelando situazioni decisamente contorte.

Kenneth Branagh dirige questa nuova opera nella maniera in cui si è distinto finora, cioè il riallestimento di un giallo classico con una cura formale che qui è messa al servizio della cupezza dell’intrigo e della presentazione dei personaggi. Il movente si dipana piano piano fino alle rivelazioni più sconcertanti mentre fatti e persone si mostrano come dipinti. Nel frattempo la fotografia ci intrattiene nel contrasto tra gli oscuri ambienti interni del treno che viaggia in una lunga corsa e l’esterno di nevicate continue, lasciando i personaggi in una sensazione tra la protezione dal freddo esterno e l’angoscia che un assassino si nasconda tra di loro, e che non possono scappare.

L’insieme forma un incastro che restituisce una trama che rende omaggio anche al dramma teatrale fino a una discussione etica che ricorda la tragedia greca, dove le singolarità dei personaggi riescono a fornire una coralità sorprendente ai fini della sceneggiatura, dove quello che sembra cambia spesso fino a svelare quello che è.

Ricordando che questo adattamento del romanzo è preceduto da quello omonimo di Sidney Lumet del 1974 con un cast che annoverava, tra gli altri Albert Finney, Lauren Bacall, Ingrid Bergman, Jacqueline Bisset, Sean Connery, Anthony Perkins e Vanessa Redgrave, una sfida di questa produzione è stata trovare sostituti altrettanto validi.

Oltre allo stesso Branagh, nel ruolo del detective, abbiamo Penélope Cruz, il cui personaggio religioso sembra ricollegarsi alla sua suora in Tutto su mia madre (1999); Willem DafoeJudy Dench, che presta la sua veneranda presenza al cinema di collegamento tra lo ieri e l’oggi; il carisma di Michelle Pfeiffer, recentemente con un ruolo in Madre! (2017); Josh Gad, visto anche in un altro remake, quello de La Bella e la Bestia (2017); Daisy Ridley, famosa dopo Star Wars: Il Risveglio della Forza (2015) e Johnny Depp.

Quest’ultimo, in tempi recenti, sembra muoversi tra la trappola di interpretazioni che gli sono rimaste addosso da Pirates of Caribbeans, di cui abbiamo avuto il quinto episodio con  Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar (2017), a Mortecai (2015), fino ad apparizioni valide soprattutto in quanto icona di se stesso, come è avvenuto in Into the Woods (2015). Nonostante un ruolo interessante il suo contributo al giallo sembra essere ancora una volta poco più di una partecipazione speciale, anche se finalmente scevra da manierismi di interpretazione che nel suo caso ormai sembravano inevitabili.

Branagh, dopo Cenerentola (2015), traghetta un altro classico della letteratura al cinema con la sua classe e cura nel fare film elegante e pregno di significati. Anche se non stravolge la Storia della Settima Arte, comunque offre un altro esempio del pregio artigianale di cui è capace e che ben venga finché sarà possibile.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] Assassinio sull’Orient Express

Genere: Drammatici, Mistery, Polizieschi

Interpreti: Kenneth Branagh, Penélope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad, Leslie Odom Jr., Michelle Pfeiffer, Daisy Ridley, Michael Peña, Lucy Boynton, Derek Jacobi, Tom Bateman, Marwan Kenzari

Durata: 114 minuti

Un film di: Kenneth Branagh

Data di uscita: 30 novembre 2017

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here