Masquerade – Ladri d’amore

0
154
Adrien Saillard e Martha Duval in Masquerade - Ladri d`amore

A pensarci bene, la Costa Azzurra è abbastanza triste.
(Adrien Saillard – Pierre Niney)

Il giovane ex-ballerino Adrien Saillard vive come compagno a casa della non più giovane star del cinema Martha Duval, costretto giocoforza a soddisfare i capricci della donna per il proprio ritorno economico.

Le cose cambiano improvvisamente, però, quando ad una festa della donna Adrien si imbatte in Margot Hansen, giovane bellissima dal passato oscuro. L`incontro trai due genera scintille, e li fa iniziare a vedersi spesso. Durante questi meeting, Adrien inizia ad aiutare Margot a ripulire le tasche di ricchi facoltosi, con la complicità di Giulia Margoni. Dove li porterà tutto questo?

Dramma poliziesco con molti momenti comici che mette al centro della trama la vita degli esseri umani, qui visti da ogni punto di vista. Questo vuol dire che il regista Nicolas Bedos scegli di fotografare la vita di persone appartenenti a diversi strati sociali, mettendo ben chiaro però ex ante che, in fin dei conti, siamo tutti uguali di fronte alla vita, e ciascuno di noi interpreta il ruolo che Dio – o se volete il Destino – gli messo di fronte quando è nato, considerando che la differenza economica fa solo cambiare status e modus vivendi, ma non rende liberi dalla mascherata di cui tutti, ricchi e poveri, fanno parte. Ebbene, se consideriamo questa pellicola partendo da questo assunto iniziale, il prodotto si presenta fatto molto bene, e non evita di destare forte interesse per tante tipologie di persone molto differenti tra di loro. A contribuire a dare un senso e importanza a queste differenze marcate ci pensa anche il linguaggio, che nella storia passa dal francese all`inglese, con momenti di italiano puro grazie alle parole di Laura Morante, interprete perfetta per il suo ruolo. Il punto di debolezza di questo prodotto invece emerge quando enfatizza le differenze socio-culturali di cui parlano un po` tutti ormai da qualche anno: glorificare per l`ennesima volta il ruolo della donna, oppure dare un peso eccessivo a rapporti tra persone di età anagrafiche diverse, anche se presenti tra le righe, non porta nulla di nuovo e anzi banalizza un trama altrimenti davvero inebriante.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Bravissimi tutti gli attori, con particolare riferimento alla citata Laura Morante, a Marine Vacth e a Pierre Niney, vera star di questa produzione. Belli i costumi, splendida la Costa Azzurra, un luogo magico capace di far tornare in mente momenti unici del passato a chiunque ci sia stato, e di farne immaginare di nuovi per il futuro per coloro che invece non la hanno mai visitata. Guardando, inoltre, il film dal punto di vista della scenografia, si nota come la pellicola vista in modo superficiale e divertente va bene per giovani e cinefili che vogliono solo svagarsi e passare una serata tra amici, mentre le persone profonte e alla ricerca di risposte nella propria esistenza troveranno qui pane per i loro denti, con risposte a non poche delle proprie domande interiori. Da Vedere.

masquerade-ladri-d-amore-nicolas-bedos-pierre-niney-laura-morante-isabelle-adjani-francois-cluzet-marine-vacth-emmanuelle-devos-mascarade-locandinaMasquerade – Ladri d’amore

Genere: Commedia, Drammatici, Polizieschi

Cast: Pierre Niney, Isabelle Adjani, François Cluzet, Marine Vacth, Emmanuelle Devos, Laura Morante, Charles Berling, James Wilby, Nicolas Briançon, Marie Fabre, Philippe Uchan, Christiane Millet, Marie Zabukovec, Bruno Raffaelli, Arturo Giusi, Ava Quentin-Dekic, Xavier Thiam, Magali Bonat, Daniel Hanssens, Pascal Garbarini, Charlie Nelson, Catherine Chevallier, Ary Gabison, Geoffroy Boutan, Albert Goldberg, Davy Kopel, Zoé Fauconnet, Louise Ribiere, Rémi Pedevilla, Franck Neckebrock, Sophie Hardy, Caroline Gay, Fabien Baïardi, Kevin Juge, Laura Marcoin, Bérangère Mc Neese, Rachel Bauchet, Valérie Ousset, Alain Clément, Nicole Jordy-Emery, Etienne Launay, Cédric Tartaglino, Isabelle Bondiau, Tony Mastropietro, Eric Marcel, Frank Aoust, Anthony Casabella, Joëlle Haddad Champeyroux, Jean-Yves Cylly, Elie Kaempfen, Pauline Sagetat, Julien Croquet, Ludovic Coutaud, Olivier Croizat, Yann Lerat, Radostina Rogliano, Jean Vincentelli

Durata: 134 minuti

Un film di: Nicolas Bedos

Data di uscita: 21 Dicembre 2022

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
SHARE
Previous articleAvatar: La via dell’acqua
Next articleWhitney – Una voce diventata leggenda
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.