The Silent Man

0
60
Mark Felt e Audrey Felt in The Silent Man

Bob Woodward: Ci siamo persi nei dettagli.
Mark Felt: Questo è il loro piano. Vogliono che tutti siano confusi. La Confusione è Controllo. La verità potrebbe rovinare l`amministrazione.
(Bob Woodward e Mark Felt – Julian Morris e Liam Neeson)

Mark Felt, vicedirettore dell’FBI, è nel 1972 l`esecutore delle indicazioni di J. Edgard Hoover, vera e propria pietra miliare del Federal Bureau of Investigation. Quando questi viene a mancare per infarto, Felt si aspetterebbe di succedergli, ma con sua grande sorpresa al suo posto viene designato Pat Gray, uomo molto vicino al Presidente Nixon.

Le elezioni sono vicine e Nixon cerca la conferma alla Presidenza, e proprio durante quei giorni i suoi avversari del Partito Democratico subiscono un`intrusione fuori da ogni regola. Felt vuole indagare, ma Gray è contrario. Inizia quindi un braccio di ferro dalla posta sempre più alta, conosciuto da tutti come scandalo Watergate.

Dramma storico e biografia di Mark Felt, per anni braccio destro di J. Edgard Hoover, per la Storia l`uomo più temuto d`America che ricordiamo tutti interpretato da Leonardo DiCaprio in J. Edgar (2012). Felt, ottima l`interpretazione che di questi ci regala l`eterno Liam Neeson, è stato la vera e propria mente dell`FBI sia negli ultimi anni di Hoover che nel periodo subito successivo che ha portato allo scandalo Watergate e alle dimissioni di Nixon, prima del suo definitivo ritiro. La pellicola analizza quindi l`ultima parte della vita di Felt sia dal punto di vista lavorativo che affettivo, dipingendo il quadro di una persona dedita al lavoro, per lui una vera e propria passione, di un marito forse un po` assente e di un padre premuroso alla ricerca della figlia scomparsa. Molto interessante l`analisi che il regista Peter Landesman fa dell`FBI, finalmente vista dal suo interno per quella che è stata – e forse è ancora, anche se in molti stentano a crederlo – l`unica organizzazione indipendente totalmente da ogni tipo di figura politica e parapolitica negli States. L`FBI viene analizzata per come lavora, per i modi di comportarsi dei suoi membri, per i rapporti gerarchici interni e per la sua effettiva efficacia, in aperto contrasto con la CIA, organo di polizia esterna questa volta ben più legato al potere centrale. Intrigante anche la dicotomia tra il lavoro di Felt e la presunta appartenenza della figlia a gruppi rivoluzionari di matrice comunista e antagonista. Bella l`impostazione del conto alla rovescia temporale in attesa delle elezioni che saranno vinte da Nixon, nel quale vengono evidenziate delle date di riferimento, che sono poi quelle dove sta per accadere, o è appena accaduto, qualcosa di importante relativamente alla trama. Giusta la scelta delle luci basse o mai troppo forti nella storia, di ottimo livello la fotografia, forse un po` lento lo svolgimento del tutto ma trattandosi di un film con forti connotati storico-politici non viene troppo notato. Non per tutti, ma da vedere per gli appassionati di intrighi di natura politica e storica, e per tutti i curiosi che non conoscono Mark Felt.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] The Silent Man

Genere: Biografici, Drammatici, Storici

Interpreti: Diane Lane, Kate Walsh, Liam Neeson, Maika Monroe, Marton Csokas, Ike Barinholtz, Wendi McLendon-Covey, Tony Goldwyn, Michael C. Hall, Josh Lucas

Un film di: Peter Landesman

Durata: 103 minuti

Data di uscita: 12 aprile 2018

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here