Lunchbox

0
40
Saajan in Lunchbox

Qualche volta anche il treno sbagliato ti porta alla destinazione giusta
(Shaikh – Nawazuddin Siddiqui)

Penso che dimentichiamo le cose quando non abbiamo qualcuno a cui raccontarle
(Saajan Fernandez – Irrfan Khan)

Ritesh Batra esordisce con un’opera prima supportato da TorinoFilmLab. Presentato nella Semaine de la Critique di Cannes e vincitore del premio del pubblico, questo film riconferma il talento dei registi indiani indipendenti fuori dagli schemi della patinata Bollywood dove tutto è melenso.

Ila è una giovane casalinga che, sposata con una figlia, ogni mattina prepara il lunch box da recapitare a suo marito in ufficio. La sua passione per la cucina le fa preparare deliziose pietanze con cui spera di riaccendere l’amore ormai sopito … e qui entrano in gioco la casualità e il Destino: il lunch box recapitato dai dabbawallahs, i corrieri della consegna cibo, va per errore alla persona sbagliata: Saajan, un impiegato modesto e solitario che vede recapitarsi ogni mattina un lunch box pieno di delizie. Ila, vedendo l’indifferenza del marito, si rende conto che il suo pranzo va a qualcun altro e così, mossa da curiosità e da una grande solitudine, inizia uno scambio epistolare con Saajan. Il loro coinvolgimento comincerà a farsi sempre più forte e scatteranno confidenze molto intime sulla loro vita e sul loro passato. Due protagonisti splendidi, attori veri che si mettono a nudo non lasciando spazio alla finzione. Saajan alias Irrfan Khan, attore molto conosciuto in patria e all’estero per grandi film quali Millionaire, Vita di P ed altri, da vita a un uomo triste, silenzioso, vedovo che vive solo del passato. Ila alias Nimrat Kaur, attrice popolare di teatro, è una giovane donna molto sola con poco amore e tanti sogni. Il regista incentra il film su una domanda: ci si può innamorare di uno sconosciuto e sperare in una vita migliore? Nella pellicola il sogno si mescola alla realtà e fino alla fine si crede che tutto possa accadere perchè, forse, nella vita ci sono altre occasioni che arrivano inaspettatamente. Il Destino gioca un ruolo chiave nell’incontro di due anime sole che forse in una città dispersiva come Mumbai non si sarebbero mai incontrate. Una fotografia grigia accompagna la storia, quasi a sottolineare il grigiore della vita di Ila e Saajan.

Film nostalgico con chiaro riferimento agli anni 80: i protagonisti comunicano solo per lettera e non ci sono nè email nè sms; anche i loro gusti riguardo al cinema e alla musica esprimono la loro voglia di non distaccarsi da un periodo della loro vita felice. Saajan e Ila non hanno una vita appagante e sono ingabbiati nel passato. Saajan quasi pensionato pensa con rammarico alla moglie morta, e l’unico che riuscirà a scuoterlo e a portarlo fuori da questa prigione sarà il collega Shaikl che gli farà vedere la vita con altri occhi. Due mondi a confronto, percorsi di vita totalmente diversi danno una grande magia a questo incontro. Un dramma vissuto con amore, dove ogni fotogramma da un emozione: raramente delle pellicole entrano così profondamente nel cuore dello spettatore. Sceneggiatura impeccabile, le lettere sono quasi piccole poesie e contribuiscono a rendere grande il film molto ben costruito. L’impatto visivo è forte, la città caotica, affollata di taxi e risciò vecchio stile, dove forse non c’è speranza di un incontro. Un finale magistrale e non scontato da un tocco in più a un film da 10 e lode dove tutto è armonia, totalmente lontano dai clichè del cinema indiano spesso criticato per l’ingenuità delle storie. Una storia d’amore delicata, romantica e malinconica, piena di calore e umanità, un incontro lirico, incantevole.

[review]

[two_fifth]

Lunchbox - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last]Lunchbox

Genere: Drammatici

Cast: Irrfan Khan, Nimrat Kaur, Nawazuddin Siddiqui, Denzil Smith, Bharati Achrekar, Nakul Vaid, Yashvi Puneet Nagar, Lillete Dibey

Un film di: Ritesh Batra.

Durata: 111 minuti

Data di uscita: 28 Novembre 2013 (Italia)
[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here