Logan – The Wolverine

0
25
Logan e Laura in Logan - The Wolverine

La natura mi ha fatto un mostro. L’uomo mi ha fatto un’arma. Dio lo ha fatto durare troppo a lungo
(Logan/The Wolverine – Hugh Jackman)

Laura: Anche io ho fatto del male.
Logan: Devi imparare a conviverci.
Laura: Erano persone cattive.
Logan: È la stessa cosa.
(Laura e Logan/The Wolverine – Dafne Keen e Hugh Jackman)

Laura: Stai morendo. Vuoi morire.
Logan: Come lo sai?
Laura: Me lo ha detto Charles.
Logan: Che altro ti ha detto?
Laura: Di non lasciartelo fare.
(Laura e Logan/The Wolverine – Dafne Keen e Hugh Jackman)

2029, El Paso, USA. Negli ultimi 25 anni la Terra sembra non veder più nascere dei mutanti, e tutti quelli tra loro che sono ancora vivi hanno finito per essere dei reietti, degli emarginati, praticamente una specie in via di rapida estinzione. Tra quelli ancora vivi c`è Logan, un tempo noto come Wolverine, che fa l`autista di macchine di lusso.

Il corpo di Logan sta invecchiando, e le sue cellule non si rigenerano come accadeva prima così velocemente. Anche il Professor X, ormai 90enne, ha quasi perso il controllo sui suoi poteri mentali. I due vanno verso un sereno ritiro quando Laura, una bambina speciale che cerca aiuto, viene introdotta a Logan, e qualcosa in lui si risveglia.

Azione, dramma, fantascienza e violenza alla 10a potenza per una storia che ha al centro la vita di una persona, un vero e proprio essere umano più che un supereroe Marvel. Tanti i riferimenti e le allusioni presenti in un film che si fa apprezzare sotto diversi punti di vista, che andremo ora ad elencare. In primis, forte il riferimento all`alcolismo, piaga mondiale diffusa in modo particolare negli Stati Uniti d`America. Logan ne è vittima e questo lo sta dstruggendo dentro, anche se il nuovo rapporto padre/figlia che si crea nella storia, anche se uscito da un laboratorio, fornisce nuovi spinti di rinascita al nostro eroe. In questo senso, si riconosce il fatto di essere comunque un blockbuster anche dalla comicità che emerge in taluni casi nel e dal rapporto padre/figlia. Certo, il dubbio se si tratti di sentimenti reali o creati in laboratorio alla fine un pò resta, ma una risposta più esaustiva di questa in questo senso non la si potrebbe comunque avere. Bravo Patrick Stewart alias Charles, bravo anche Hugh Jackman alias il protagonista Logan, molto molto brava la giovane co-protagonista Laura alias Dafne Keen, giovanissima attrice di cui colpiscono l`ottima mimica facciale e intriganti espressioni del viso, in grado di comunicare senza parlare a 360 gradi, anche se poi quando inizia a parlare in un perfetto italiano con qualche parola messicana, rischia non poco di cadere nel ridicolo. Non si può pretendere d`altronde di più da un`attrice in erba, mentre si deve tenere presente anche il riferimento neppure troppo velato presente nella pellicola riguardo il furto di bambini che avviene in Messico direzione USA. Presenti nel film vaghi riferimenti a Dio, ed intrigante il parallelismo tra le unghie di Wolverine e quelle di Freddy Krueger, co-protagonista di Nightmare – Dal profondo della notte (1984). Effetti speciali di alto livello per un lavoro che non tradirà le attese di chi è appassionato alla storia e alle storie degli X-Men e dei loro protagonisti. Buono.

[review]

[two_fifth]
[/two_fifth]

[three_fifth_last]Logan – The Wolverine

Genere: Azione, Drammatici, Fantascienza

Interpreti: Hugh Jackman, Patrick Stewart, Richard E. Grant, Boyd Holbrook, Stephen Merchant, Dafne Keen, Eriq La Salle, Elizabeth Rodriguez, Doris Morgado, Mark Ashworth, Julia Holt, Elise Neal, Dave Davis, Juan Gaspard, Lauren Gros

Un film di: James Mangold

Durata: 135 minuti

Data di uscita: 1 marzo 2017

[/three_fifth_last]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here