Life

0
638
James Dean e Dennis Stock in Life

Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire domani.
(James Dean – Dane DeHaan)

Il fotografo Dennis Stock ha un grande sogno professionale, che è riuscire a far andare una sua foto sulla copertina della famosissima rivista Life. Mentre cerca l’occasione giusta, sopravvive alla bene e meglio tra Los Angeles e New York con un figlio che vive con la sua ex-moglie, due persone che non vede quasi mai perso nei suoi castelli di carte professionali.

Tutto cambia quando conosce James Dean al party di Nicholas Ray. James Dean è in quel momento un 24enne all’inizio della carriera e, dopo il grande successo de La valle dell’Eden (1955), è in attesa di sapere se riceverà da Jack Warner, patron della Warner Bros, la parte principale di Gioventù bruciata (1955). Dean attira l’attenzione di Stock immediatamente, che decide che il ragazzo ha qualcosa di diverso e può essere davvero qualcosa di nuovo nel mondo del cinema. Inizia quindi un rapporto tra i due destinato a farli conoscere meglio.

Dramma biografico che cerca di ripercorrere la vita di due personaggi insoliti e borderline nel bigotto mondo degli Stati Uniti negli anni ’50. Il film è estremamente interessante perchè cercando di dipingere una fotografia di un bravo, noto e artisticamente valido fotografo in realtà ci racconta il carattere e il modo di essere di James Dean, icona assoluta di una generazione in rivolta contro il sistema in cui viveva. James era fragile, debole e speciale allo stesso tempo; dotato di caratteristiche di recitazione uniche e di uno spirito ribelle, aveva il coraggio un po’ folle per la sua epoca di tenere testa al proprietario della più importante major di produzione cinematografica, la Warner Bros, anche se quello che voleva davvero, in fondo a se stesso, era quello di tornare a casa e avere quella pace che ha sempre cercato e, probabilmente, mai trovato. Quella stessa pace che da lui arrivò solo con la morte, 7 mesi dopo, in un incidente automobilistico. Dane DeHaan è un James Dean dalla voce leggera ed aggraziata praticamente perfetto: irriverente, presuntuoso e sgarbato ma mai maleducato, forte nella sua capacità di resistere a tutto e a tutti nel pieno della sua debolezza, desideroso di coprire quel desiderio di amicizia e di contatto vero, onesto e trasparente con il prossimo che gli è sempre mancato. Per contro, Robert Pattinson è un Dennis Stock molto, molto meno convincente o, se vogliamo, molto più usuale e quindi banale e normale. La sua interpretazione non riesce a trasmettere le stesse cose di quella di DeHaan e il film ne soffre terribilmente, trasformandosi quindi da un potenziale capolavoro ad un film bello ed interessante, ma non più di tanti altri simili ben realizzati. Brava (e viste le scene, anche molto bella) la nostra Alessandra Mastronardi nella parte dell’italiana Pier Angeli alias Anna Maria Pierangeli, attrice famosa negli States nello stesso periodo. Fenomenali le frasi che il nostro James Dean alla fine della trama, frasi che ogni persona al mondo dovrebbe ascoltare e imprimere a fuoco dentro di se, perchè determinanti per la propria felicità. Da vedere.

[review]
[two_fifth]Life - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Life

Genere: BiograficiDrammatici

Attori: Robert Pattinson, Dane DeHaan, Joel Edgerton, Alessandra Mastronardi, Stella Schnabel, Ben Kingsley, Kristen Hager, Kelly McCreary, Anja Savcic, Michael Therriault, Sara Waisglass, Kristian Bruun, Allison Brennan

Un film di: Anton Corbijn

Durata: 111 minuti

Data di uscita: 8 ottobre 2015

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here