Famiglia allargata

0
51
Theo, Antoine e Lou in Famiglia allargata

Jeanne: Théo, 8 anni
Théo: Hai la Playstation?
Jeanne: Lou, 5 anni.
Lou: Mamma, dov`è la veste a?
Antoine: Ditemi che non è vero.
(Jeanne, Théo, Lou e Antoine – Louise Bourgoin, Timéo Bolland, Saskia de Melo Dillais e Arnaud Ducret)

Prodotta dalla Notorius Pictures, il 17 maggio uscirà nei cinema italiani una commedia francese opera prima di Emmanuel Gillibert scritta a quattro mani dal regista stesso e da Marion Thiéry.

Il titolo originale, Les Dents, pipì et au lit, introduce meglio di quello italiano la peculiarità della storia: una mamma che ripete questa frase ai propri bambini ogni sera prima della buonanotte.
Questo aneddoto è in realtà preso da un episodio di vita vissuta, quella del regista stesso che in passato, da single, si trovò a dover condividere l’appartamento con una coinquilina e i suoi due bambini. E questa storia di parla proprio di quel che scaturisce da una convivenza tanto particolare.

Antoine (Arnaud Ducret) è uno scapolo incallito che vive godendosi la vita tra feste e belle donne. Ma quando il suo coinquilino lascerà l’appartamento, a sostituirlo arriverà Jeanne (Louise Bourgoin), neo divorziata e mamma di due piccole pesti. La convivenza tra i quattro si rivelerà estremamente difficoltosa.

Il film di Gillebert vuole affrontare due tematiche molto attuali: quella della convivenza domestica tra persone adulte (evidentemente impossibilitate a mantenere da sole l’affitto di un appartamento) e le sempre più frequenti famiglie allargate (e da qui il titolo italiano), ovvero quei nuclei familiari i cui membri non sono tutti imparentati tra loro.

Ma piuttosto che concentrarsi su temi di una tale caratura, la pellicola sceglie di prendere i toni della farsa, procedendo per lo più ormai per stereotipi superati che spaziano dal maschilismo becero a battute sessite di basso livello.

La regia non aiuta, e si assiste a scene tagliate con l’accetta che interrompono bruscamente il continuum storico. Storia che d’altro canto non ha solide basi su cui appoggiarsi, e che spesso salta di palo in frasca dando per scontate molte cose o contraddicendone altre.

Questo prodotto, quindi, presenta molti elementi che la assimilano ad una serie tv concepita per il piccolo schermo, una sorta di Medico in Famiglia forzatamente accorciato e fatto rientrare con entro i limiti temporali imposti dalla sala cinematografica.

I riferimenti alle commedie anglosassoni e americane sono palesi e dichiarati, ma non aggiungendo nulla di più del già visto, si assiste alla visione del presente prodotto senza mai sorprendersi o quanto meno divertirsi. E visto l’umorismo piuttosto greve che la permea non si può nemmeno parlare di questo come di un lavoro adatto per famiglie: i piccini non capiscono e i grandi sbadigliano.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] Famiglia allargata

Genere: Commedia

Cast: Arnaud Ducret, Louise Bourgoin, Roby Schinasi, Timéo Bolland, Saskia de Melo Dillais, Laurent Ferraro, Michaël Cohen, Colette Kraffe, Hervé Masquelier

Durata: 105 minuti

Un film di: Emmanuel Gillibert

Data di uscita: 17 maggio 2018

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here