Largo al factotum di Elio e Roberto Prosseda

0
463
Elio canta Mozart, Rossini, Weill al Teatro Ambra Jovinelli

L’apertura di stagione del Teatro Ambra Jovinelli 2016/2017 è affidata ad Elio che, per una volta senza Le Storie Tese, torna alla musica colta, che pure è alle origini della sua formazione, venendo egli dal Conservatorio di Musica. Il titolo dello spettacolo, che è anche un pezzo eseguito in repertorio, è “Largo al Factotum” che già il gruppo di Elio e le Storie Tese avevano eseguito, in una versione rock ironica, dal vivo, finanche al Festival di Sanremo. Questa volta il solo piano insieme alla presenza del Maestro Roberto Prosseda riporta all’essenza della musica anche se da Elio è immancabile un approccio ironico ma ben motivato dalle sue stesse affermazioni:

Il motivo per cui ho iniziato a fare questo tipo di spettacoli è perché credo che la musica classica sia anzitutto musica bella che vale la pena ascoltare. Siamo in una fase storica in cui c’è bisogno di qualità, ma in pochi conoscono questi brani. Quindi l’intento è quello di far ascoltare a chi non avrebbe mai avuto l’occasione o la voglia di farlo della buona musica, senza etichette di genere, sperando che poi se ne innamorino come è accaduto a me

Così Elio canta alcuni brani che vanno da Rossini a Mozart a Weill, incontrando Don Giovanni e il Barbiere di Siviglia.

Curiosa la presenza di due canzoni tradizionali giapponesi eseguite quasi a sottolineare con ironia l’impenetrabilità ermetica di pezzi di una cultura distante ma da accettare come capolavori poiché presentati come tali. Più interessante l’approccio alle canzoni moderne del compositore contemporaneo Luca Lombardi nelle odi musicali composte per animali mediamente considerati insignificanti se non fastidiosi, quali: il pidocchio, la zanzara, il criceto e il moscerino. Musica e parole arrivano a sfiorare l’onomatopea dei versi o rumori prodotti da questi animali anche minuscoli a sottolineare aspetti tipici, talora buffi ma sempre in un comico contrasto tra i toni delle odi musicali e la portata degli argomenti.

In generale, comunque, al di là dell’esecuzione di pezzi musicali, per lo più capolavori, stranamente è mancato un po’ di spettacolo e coinvolgimento, nonostante i continui spunti comici e l’ilarità del pubblico, poiché proprio Elio è apparso sottotono rispetto all’estro finora dimostrato. Sparare le luci sul pubblico, quasi accecandolo, alla fine di ogni esecuzione voleva forse catturare più facilmente gli applausi?

Chiaramente non ci si aspettavano le trovate cui ci ha abituato il gruppo di Elio e le storie Tese e anche il contesto è molto più contenuto e da camera. Tuttavia poiché non si trattava di un concerto classico, per quanto con dichiarate intenzioni divulgative, era lecito aspettarsi maggiore senso dello spettacolo e anche un’ introduzione migliore del pubblico a questo mondo, magari ironizzando sulla storia della musica e sulle vite dei compositori. Invece molte esecuzioni sono andate via quasi da sole, nonostante l’aiuto di titoli promettenti quali: Un petit train de plaisir (Un piccolo treno di piacere), di Rossini, che deraglia durante la corsa.

Sia Elio sia il Teatro Ambra Jovinelli, a inizio stagione, hanno molte occasioni per mostrarsi ancora al loro meglio, fatta salva la nobiltà del portare al pubblico di oggi capolavori musicali di sempre.

Il programma dei brani dello spettacolo:

Wolfgang Amadeus Mozart

“Madamina, il catalogo è questo” (Da Don Giovanni)

“Non più andrai farfallone amoroso” (Da Nozze di Figaro)

Gioachino Rossini

Un petit train de plaisir

Chanson du Bebé

“La calunnia è un venticello” (Da Il Barbiere di Siviglia)

“Largo al Factotum” (Da Il Barbiere di Siviglia)

Kurt Weill:

Da L’opera da Tre Soldi:

– Corale Mattutino

– Moritat di Mackie Messer

– Schiavitù sessuale

– Ballata del Magnaccia

Anonimo giapponese:

Due Canzoni tradizionali giapponesi

Luca Lombardi:

Da Minima Animalia:

Criceto

Zanzara

Moscerino

Pidocchio

[review]

[two_fifth]

Elio e Roberto Prosseda eseguono i classici musicali

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Largo al Factotum

Genere: Teatro

Con: Elio (voce), Roberto Prasseda (pianoforte)

Sede: Teatro Ambra Jovinelli, Via Guglielmo Pepe 43/47 Roma

Da: dal 19 al 30 ottobre 2016

[/three_fifth_last]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here