Criminali come noi

0
757
Atanasio Medina, Eladio Gomez, Jose Gomez, Fermin Perlassi, Rolo Belaunde e Antonio Fontana in Criminali come noi

Noi siamo persone semplici, lavoratori onesti che rispettano le regole, ingenui e facili da ingannare. Ma se un giorno, dopo il fallimento della vostra banca, scopriste che il Direttore ha rubato i vostri soldi, voi cosa fareste?
(Fermín Perlassi – Ricardo Darín)

2001, AlsinaArgentina. L’ex star del calcio Fermín Perlassi e sua moglie Lidia decidono di creare una cooperativa per provare a ridare vita ad un silos collocato un`area oggettivamente disastrata dalla crisi economica. Insieme all`amico Fontana quindi Fermín riesce a raccogliere circa 160.000 dollari che deposita in una cassetta di sicurezza.

Ma la cifra raccolta non è sufficiente per far partire il progetto, così Fermín cede alle lusinghe del direttore di banca Alvarado che lo convince a spostare i soldi raccolti su di un conto corrente per velocizzare le pratiche del prestito che chiede. Il giorno dopo, il 19 dicembre 2001, il governo argentino annuncia la crisi nazionale e blocca i conti correnti. Come possono fare i protagonisti a recuperare allora i propri soldi?

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Commedia e avventura si mischiano molto in una storia dagli alti e bassi, ma comunque un prodotto buono e interessante, in primis per la fotografia che il regista Sebastián Borensztein fa dell`Argentina rurale durante la crisi del 2001 e successiva a questa, un Paese martoriato dalla povertà che deve purtroppo fare i conti anche con degli arrampicatori sociali per i quali rubare è la norma. Bella anche la caratterizzazione dei vari personaggi, che ricorda molto alla lontana quella di Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco (2001) di Steven Soderbergh, che neppure a farlo apposta esce proprio l`anno della crisi argentina. Ogni persona fa una cosa diversa, ed è proprio grazie alla ricerca della regia in merito agli estremisti lavorativi di tutti i personaggi che emergono i momenti più esileranti del prodotto, che è oggettivamente infarcito di battute comiche, anzi di vere e proprie freddure quando meno ce se lo aspetta. Tra gli attori emergono per la loro simpatia e bravura nella recitazione Carlos Belloso che interpreta Medina e Luis Brandoni che interpreta Fontana; anche gli altri, comunque, fanno tutti quanti una buona figura nel complesso. La nota dolente, invece, riguarda principalmente la lentezza eccessiva nello svolgimento della trama, che rende il prodotto in certi momenti un po` stucchevole. A questa fa seguito un finale telefonato e di cui ci si rende conto molto presto nel corso dello svolgimento della storia. Nel complesso, quindi, un film piacevole anche se non eccelso, che piacerà a tutti coloro che amano il divertimento senza pensieri e anche a quelli che vogliono saperne di più su che cosa effettivamente successe nella Nazione Sudamericana in uno dei momenti più difficili e tristi della sua ancora giovane storia. Buono.

Criminali come noi

Genere: Avventura, Commedia, Polizieschi

Interpreti: Ricardo Darín, Chino Darín, Luis Brandoni, Daniel Aráoz, Verónica Llinás, Carlos Belloso, Rita Cortese, Marco Antonio Caponi, Alejandro Gigena, Guillermo Jacubowicz, Andrés Parra, Luciano Cazaux, Ailín Zaninovich, José María Marcos, Germán Rodríguez, Ramiro Vayo, Martha Piatigorsky, Carlos Jorge Piñeiro, Javier Abril, Federico Berón, Ruben Albarracín, Karina Hernández, Javier Grecco, Giannina Giunta, Marcos José Metta, Jaqueline Pietrani, Facundo Livio Mejía,Alejandro Carrillo Penovi, Roma Zully Magnanimi, Damián Sotto

Un film di: Sebastián Borensztein

Durata: 116 minuti

Data di uscita: 20 Febbraio 2020

REVIEW OVERVIEW
Buono
Previous articleL’hotel degli amori smarriti
Next articleIl lago delle oche selvatiche
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here