La Cage aux Folles – Il Vizietto al Sistina

0
644
Albin/Zazà e Renato ne Il Vizietto

Enzo Iacchetti e Marco Columbro ripropongono “Il Vizietto” in musical

Arriva finalmente anche a Roma, al Teatro Sistina, il musical “Il Vizietto – La Cage aux Folles” nella versione diretta da Massimo Romeo Piparo con Enzo Iacchetti e Marco Columbro, in scena dal 23 ottobre al 2 novembre 2014.

Le coreografie di Bill Goodson e orchestra diretta dal Maestro Emanuele Friello hanno contribuito a coordinare un cast che comprende anche: Russel Russel, nel ruolo della “domestica” Jacob, Martino Iacchetti, Edoardo Sala, Gloria Miele, Andrea Palotto, Nicola Zamperetti, oltre a venti performer di canto e ballo. Le scenografie sono di Gianluca Amodio, i costumi sfavillanti e riusciti sono di Nicoletta Ercole.

La Cage aux Folles è la commedia musicale, portata in scena per la prima volta nel 1983, di Jerry Herman (musica e testi) e Harvey Fierstein (libretto). È un adattamento dell’omonima opera teatrale francese di Jean Poiret del 1973 dalla quale era stato tratto nel 1978 il film noto in Italia col titolo: “Il Vizietto”, con le memorabili interpretazioni di Michel Serrault e Ugo Tognazzi.

La produzione originale debutto il 21 agosto del 1983 e chiuse il 12 novembre 1987 dopo 1761 repliche. La regia originale dello spettacolo fu di Arthur Laurents e le coreografie di Scott Salmon. I protagonisti furono interpretati da Gene Barry e George Hearn. La produzione londinese aprí il 7 maggio 1986 e rimase in scena 8 mesi. La Cage aux Folles vinse sei Tony Award tra cui Miglior musical e il Tony Award alla riedizione del 2010 come “Best Revival”.

Il fulcro è la storia d’amore tra Renato, qui Marco Columbro, gestore de La Cage aux Folles un locale notturno per travestiti a Saint Tropez, e Albin, Enzo Iacchetti, che in quel locale  si esibisce come drag queen col nome d’arte di Zaza.

Renato aveva avuto un figlio in precedenza da una donna che ha cresciuto insieme ad Albin. Il ragazzo annuncia di essersi fidanzato con la figlia di un politico reazionario e ultra-conservatore, con l’evocativo e comico nome di Daniel Sant’Ann De Que. In occasione della visita dei futuri suoceri Laurent vorrebbe presentare un quadro famigliare tradizionale e desidererebbe che Albin non fosse presente, per non fare cattiva impressione sul futuro suocero.

Massimo Romeo Piparo, autore tra gli altri di Jesus Christ Superstar, Sistina Story, Sette Spose per Sette Fratelli, My Fair Lady, The Full Monty, dichiara: “Affrontiamo temi come l’omosessualità e le coppie di fatto in maniera schietta, chiara e divertente. Nel musical sono evidenti due grandi questioni del nostro tempo. La politica che attacca gli omosessuali. E gli omosessuali che rispondono con la parola Amore. Questo spettacolo serve anche a far luce sull’amore di cui sono capaci le coppie di fatto, a cominciare da quelle gay anche se in questa storia ci si dimentica presto il sesso dei protagonisti e si segue semplicemente la loro storia d’amore”. Fa eco a questo Iacchetti che si dice “scandalizzato che questo show lanci ancora dei messaggi” rispetto a una situazione che in altri Paesi è normale da tempo.

Lo spettacolo della prima del 23 ottobre vede con We are what we are la presentazione degli artisti de La Cage aux Folles con performes in grado di cantare e ballare sui tacchi a spillo e a costumi dove “tacchi e gilet” confondono i sessi fino a far perdere loro importanza. Da notare, in questo gruppo bravissimo, Adonay Mamo, un uomo dotato di una naturale voce da soprano con cui accenna disinvoltamente ad alcune impegnative arie da opera lirica. Il disegno luci va insieme alla musica mentre delinea piano figure volutamente ambigue fino alla presentazione più sfavillante dello show da parte del personaggio di Renato.

Se Marco Columbro appare più emozionato Enzo Iacchetti è una vera sorpresa, per il pubblico meno abituato a vederlo fuori dalla tv, vocalmente e nell’interpretazione del personaggio. La coppia ha momenti di grande comicità ma anche di sentimento in canzoni quali: Song on the Sand  (La Da Da Da).
Iacchetti rende onore al personaggio di Albin che emerge con: A Litte More Mascara, canzone dove presenta la genesi di Zaza, che diventa una stella grazie al trucco e alla fantasia.

With Ann on My Arm è l’occasione per conoscere l’interpretazione di Laurent per opera di  Martino Iacchetti, dove la voce sembra migliore della presenza scenica e del ballo dove invece meglio si equilibrava Cristian Ruiz, precedente interprete del personaggio, nell’edizione precedente del musical con Cesare Bocci e Massimo Ghini. La Cage aux Folles è un’altra canzone di grande spettacolo e presentazione del tema “trasgressivo” dello spettacolo con una bella scena tra i performes e Iacchetti, che mettono in scena una versione alternativa de le Folies Bergère. E’ in I Am What I Am (“sono quel che sono”), che Iacchetti esprime l’orgoglio e l’affermazione di Albin è del suo personaggio Zaza, chiudendo con emozionante bravura il primo atto. The Best of Times è un bel momento corale, di danza e canto dei personaggi in un rilassante sentimento prima di un nuovo colpo di scena.

Iacchetti ha una comicità diversa da quella di Massimo Ghini, interprete di Albin nella precedente edizione, dove anche la fisicità di Ghini era di comico contrasto con la delicatezza del personaggio. Una delicatezza che Iacchetti fisicamente e nell’interpretazione veste alquanto a suo agio fornendo un’interpretazione dove Columbro risulta soprattutto un perno. Piacevole l’istrionismo comico e la sensualità vocale di Russel Russel nel ruolo del domestico Jacob.

Lo spettacolo è godibile e lascia una piacevole sensazione di divertimento e libertà oltre che di belle canzoni.

[review]

[two_fifth] 

[/two_fifth][three_fifth_last]La Cage aux Folles – Il Vizietto

Genere: Teatro

Personaggi e interpreti: Enzo Iacchetti (Albin/Zaza), Marco Columbro (Renato)

Regia: Massimo Romeo Piparo

Di: Jerry Herman (musica e testi) e Harvey Fierstein (libretto)

Sede: Teatro Sistina

Data di uscita: 23 ottobre – 02 Novembre 2014

[/three_fifth_last]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here