Home / Drammatici / Doppio amore

Doppio amore

Ho 25 anni e vivo da sola. Beh, non del tutto da sola, ho il mio gatto, Milou. Sono alla ricerca di un lavoro e… non è facile. Sono stressata… e dico il contrario di quello che vorrei dire e faccio tutto sbagliato…
(Chloé Fortin – Marine Vacth)

Paul Meyer: Dove fa male?
Chloé Fortin: Allo stomaco… per una volta che parli. Quando mi guardi in quel modo… sento di esistere.
(Paul Meyer e Chloé Fortin – Jérémie Renier e Marine Vacth)

Chloé è giovane, sola ha un segreto dentro di lei che fatica ad accettare e affrontare. Costruisce quindi universi paralleli vissuti da un doppione ideale di sé, ma quando il suo psichiatra Paul decide di smetterla di seguirla per l`amore che inizia a provare per la donna, Chloé decide di ricambiare l`uomo con un sentimento simile.

Trasloca quindi a vivere da Paul insieme al suo gatto Milou e la sua vita sembra prendere finalmente la piega giusta fino a che non incontra Louis, identico a Paul perché suo gemello monozigote che fa lo stesso lavoro del fratello anche se i due non si parlano da tempo ormai. Dopo averlo incontrato, la vita di Chloé, attratta dall`uomo, si divide tra l`amore dolce per Paul e il sentimento animale per Louis, mentre lei cade nelle tenebre.

Dramma condito di romanticismo che vira improvvisamente verso il thriller in una fase dove non era lecito aspettarselo, fino a diventare a tratti una macchietta di se stesso. Ma andiamo con ordine. Il messaggio che il regista François Ozon continua a comunicare durante tutta la storia è di matrice univoca, e si incentra sul concetto di doppio. Doppi sono i gemelli Paul e Louis (bravissimo Jérémie Renier nel rappresentare le differenze tra i due), doppie sono le madri e doppie sono anche le figlie allo stesso modo dei gatti come tante altre cose ancora, e l`idea non è da buttare, anzi. Il problema arriva quando i personaggi – Chloé in primis – devono provare a allontanarsi dalla freddezza tipica del cinema di Ozon per trasmettere calore, sensazioni forti e condivisione delle stesse con il pubblico. Questo purtroppo non avviene, e ogni parte della pellicola, magistralmente delineata, ogni attore in campo – oltre a Renier anche gli altri bravissimi, su tutti Marine VacthJacqueline Bisset, resta abbastanza autoreferenziale e poco aperto davvero a quello che succede intorno a lui/lei, rendendo complesso provare a comunicare amore a tutti i livelli, sia quello di matrice bestiale come il caso di Louis che quello di natura sentimentale come il caso di Paul. E come detto è un vero peccato, perchè una storia che veicola concetti quali la corresponsabilità tra uomini e donne nei casi di tradimento, l`amore omosessuale interfamiliare, la differenza tra bugia e menzogna e come queste si contrappongono alla verità, la distanza tra psicologia e psichiatria e soprattutto quando e dove si pone il limite che decide cosa è meglio rivelare ai propri compagni e cosa è meglio tenere per sé invece, meriterebbe miglior fortuna in questo senso. Per il resto, un po` lento tutto il film e troppo accentuate ed esagerate le scene di sesso, in particolare quelle iniziali: ok che questo è un regista che cerca sempre e comunque la provocazione, ma mettere in scena una vagina all`inizio della trama senza contestualizzarla nel modo giusto per il grande pubblico – perche per il regista e pochi esperti è facile farlo – è un potenziale autogoal. Ancora bella alla sua età Jacqueline Bisset.

Ho 25 anni e vivo da sola. Beh, non del tutto da sola, ho il mio gatto, Milou. Sono alla ricerca di un lavoro e… non è facile. Sono stressata… e dico il contrario di quello che vorrei dire e faccio tutto sbagliato… (Chloé Fortin – Marine Vacth) Paul Meyer: Dove fa male? Chloé Fortin: …

Review Overview

AMAZING CINEMA

Mediocre

Summary : Dramma condito di romanticismo che vira verso il thriller in una fase dove non era lecito aspettarselo, fino a diventare a tratti una macchietta di se stesso. Esagerate le scene di sesso anche perche` non contestualizzate bene per il grande pubblico. Ottimi gli attori.

User Rating: 0.8 ( 1 votes)
40
Doppio amore

Genere: Drammatici, Romantici, Thriller

Interpreti: Marine Vacth, Jérémie Renier, Jacqueline Bisset, Myriam Boyer, Dominique Reymond, Fanny Sage, Jean-Édouard Bodziak, Antoine de La Morinerie, Jean-Paul Muel

Un film di: François Ozon

Durata: 110 minuti

Data di uscita: 19 aprile 2018

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Are you sure?

By disagreeing you will no longer have access to our site and will be logged out.

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close