Intervista a Jeff Bolduc, mente e braccio di The Site Reality Show

0
1224
Jeff Bolduc in Intervista a Jeff Bolduc, mente e braccio di The Site Reality Show

Vi siete mai chiesti che cosa succede durante la costruzione di una casa, di una palazzina o di qualcosa di anche maggiore?

Non sto parlando di quello che un po` tutti vediamo sempre, cioè gli aspetti esteriori del mondo delle costruzioni, bensì di tutto quello che nessuno di noi ha mai potuto vedere di quel campo, alias tutto quello che succede dietro la facciata di quell`enorme galassia.

Beh, se fino a ieri non ci avevate pensato, esiste qualcuno che invece è stato così bravo da riuscire ad inventare di sana pianta un reality show incentrato su questo settore, qualcosa di unico nel suo genere capace di divertire e allo stesso tempo di aprire un`importante finestra su qualcosa che il pubblico di massa prima non conosceva.

Lui si chiama Jeff Buldoc, e la sua creatura è The Site, un reality Canadese sul mondo delle costruzioni che documenta il viaggio di un self-made man dall`essere un operaio edile a diventare un multimilionario in una delle industrie più competitive del mondo in soli 18 mesi. Lo spettacolo presenta oltre a Jeff il suo “compagno di sventura” Sam e la loro squadra d’oro.

Pieni di curiosità su questo innovativo modo di fare un reality siamo riusciti ad intervistare Jeff, ed ecco qui quello che ci ha raccontato:

 

Ciao Jeff, come hai avuto l’idea di creare “The Site”?

Ho lavorato con così tante persone, in molte città diverse del Canada, e in così tanti posti di lavoro che ho smesso di contarli!! C’è una cosa che non cambia mai, non importa dove tu sia ed è la lotta del settore delle costruzioni… volevo mostrare alla gente la realtà attuale delle costruzioni! Non dal lato teorico, che tutto è bello e perfetto quando guardi i programmi sulle costruzioni in TV, e io penso che non rappresenti il VERO mondo delle costruzioni. Ci si occupa di molte situazioni divertenti e anche di molte situazioni a volte esplosive! Allo stesso tempo è molto divertente e molto spassoso.

 

Quali sono i principali obiettivi ispiratori ed educativi che “The Site” vuole raggiungere?

Voglio mostrare la sforzo che ci vuole per trovare buoni lavoratori, e insieme a questo quali sono tutti i diversi aspetti del coordinamento in un cantiere. Sto cercando di far vedere che cosa vuol dire davvero essere un leader nel settore, insieme al punto di vista del sovrintendente, del caposquadra, dei consulenti e delle altre società, e infine l’importanza della comunicazione tra ognuno di questi livelli. Voglio anche mostrare il lato business delle costruzioni commerciali e il fatto che ciò rispecchi più della metà del lavoro. Le persone sanno di più sull’aspetto esecutivo, ma voglio fare luce sul retro del settore piuttosto che sulla parte di fronte, essenzialmente portando l’ascoltatore all’interno del macchinario.

 

Puoi raccontarci la situazione più divertente che è successa a te e al resto del team durante le riprese di “The Site”?

Penso, è quando abbiamo girato la riunione di sicurezza sul tetto al centro! Nessuno sapeva davvero cosa stava per succedere a parte una normale riunione di sicurezza. Ho detto a Carlos Guerra (vincitore del Gemeaux Award 2019 per il documentario dell’anno) che saremmo andati sul tetto in quel momento e che avremmo girato il video dell’incontro sulla sicurezza perché sarebbe stato del buon materiale. Il giorno prima ho ricevuto un’e-mail dal PM su questo progetto che mi diceva che avevamo dei ragazzi su un tetto! A lavorare senza imbracature e con i guardrail mancanti! Ero molto arrabbiato … ma nessuno lo sapeva!
Quindi siamo andati lassù, e ho iniziato presentandomi ai nostri nuovi lavoratori e giocando amichevolmente con gli altri … poi abbiamo fatto delle domande a proposito di quello che era accaduto il giorno prima e abbiamo iniziato ad andarci giù DURO con loro! Carlos è venuto da me dopo e ha detto che… santo cielo non se lo aspettava minimamente. Ho detto che Gordon Ramsay non è diventato il volto della cucina essendo gentile, e io voglio essere il volto dell’industria delle costruzioni ;).

 

Infine, di qualcosa direttamente ai nostri lettori nel modo che preferisci

Non sarei dove sono senza una testa così fottutamente dura e una mentalità focalizzata! Questa prima stagione rappresenta me, il mio viaggio e i passi che dovevo fare per raggiungere la libertà finanziaria e il vero successo. Devi amare il processo … anche se è tosta alla fine ce la farai!!! Questa è la mia vita, la mia famiglia, il mio orgoglio, la mia energia, la gioia, il dolore, l’ufficio e le basi, questo è The Site!

Non possiamo che concordare con Jeff, la vita è dare tutto per quello e per coloro che si amano con passione, sempre.

Potete trovare Jeff e il suo grande show su Facebook e… come on man, you rock!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here