Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio

0
532
Arjun esce dal ristorante in Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio

Ricordatevi sempre che qui al Taj l`ospite è sacro.
(Chef Oberoi – Anupam Kher)

Zahra: Sembra che ci sia stato un`attentato alla stazione ferroviaria.
Arjun: Madame questo è il Taj Hotel, siamo al sicuro qui.
(Zahra e Arjun – Nazanin Boniadi e Dev Patel)

Ci sono dei terroristi là fuori, e siamo in pericolo.
(Eddie – Angus McLaren)

Lady Wynn: Sono spaventata.
Arjun: Tutti lo siamo, ma per salvarci dobbiamo restare uniti.
(Lady Wynn e Arjun – Carmen Duncan e Dev Patel)

Mumbai, 2008. A Colaba sbarca un gruppo di terroristi pakistani con un compito preciso, uccidere il maggior numero possibile di persone presenti in città scegliendo come luoghi dell`attacco zone ad alta densità di popolazione presente, come la stazione dei treni o il famoso luxury hotel Taj Mahal.

Ed è proprio qui che lavorano Arjun come cameriere e Oberoi come capo chef, sono ospiti David e Zahra con il loro bimbo appena nato, l`imprenditore Vasili e tanti altri ancora. Cosa gli succederà quando i terroristi inizieranno a sparare?

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Thriller drammatico che si basa sui fatti realmente accaduti più di 10 anni fa a Mumbai – da noi nota come Bombay – cercando di ricostruirli con una sufficiente accuratezza storica, badando però ad aggiungere alcune parti non presenti nella storia vera, e… qui iniziano i problemi di un prodotto che ne ha parecchi. Il mix che il regista Anthony Maras ma soprattutto gli sceneggiatori dietro a lui provano a creare è quello di un disegno perfetto dove siano presenti bravi e meno bravi, buoni e cattivi, e dove a volte questi gruppi si toccano fino a compenetrarsi in alcune parti. Abbiamo qui le figure dei terroristi musulmani che fanno attentati in nome di Dio ma che in realtà sono guidati da una voce a distanza che non di rado prova a fargli violare anche le regole della legge islamica pur di raggiungere i risultati sperati; abbiamo due coppie di turisti, una composta da ragazzi normali e di classe media in vacanza con lui occidentale e lei asiatica, e l`altra composta da due miliardari di cui lui americano bianco e lei musulmana con un bimbo appena nato; uno chef esperto e pieno di sé e un giovane cameriere che abita con la famiglia nei sobborghi poveri della metropoli, entrambi indiani; infine, un imprenditore abituato a comandare e a fare come vuole. Come potete vedere, il tutto sembra costruito ad arte sulla base di stereotipi di comunicazione funzionali a lanciare messaggi politico-sociali a persone non avvezze a questo tipo di filmografia, messaggi che arrivano chiari e che sono allo stesso modo in larga parte costruiti. Raffronto tra coppie ricche e coppie povere con figli, raffronto tra imprenditori senza scrupoli che non si sacrificano e ricchi che danno tutto per quelli a cui tengono, e ancora, raffronto tra mentalità occidentali, asiatiche, musulmane e indiane, forza di sacrificio indiana che vince senza pagare un prezzo raffrontata con quella occidentale e musulmana che ha invece un prezzo da pagare, spesso anche molto salato, rapporto capo-dipendente che cambia quando l`attentato li pone sullo stesso livello. Insomma, tante, tante cose, il problema è l`impressione che si ha è che sia tutto costruito ad arte e non naturale. Insomma, non ci si riesce ad innamorare della storia, che resta comunque interessante da vedere a livello storico per tutti coloro che non conoscono quello che successe in quel 2008, in questo senso l`originale titolo della pellicola, Hotel Mumbai, era decisamente più centrato di quello usato nel nostro paese, come non di rado succede. L`importante è non aspettarsi un gran film, perche si rimarrebbe fortemente delusi in questo senso.

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio

Genere: Drammatici, Storici, Thriller

Interpreti: Amandeep Singh, Suhail Nayyar, Manoj Mehra, Dinesh Kumar, Amriptal Singh, Kapil Kumar Netra, Dev Patel, Adithi Kalkunte, Alex Pinder, Vipin Sharma, Nazanin Boniadi, Armie Hammer, Tilda Cobham-Hervey, Anupam Kher, Jason Isaacs, Gaurav Paswala, Natasha Liu Bordizzo, Angus McLaren, Naina Sareen, Sachin Joab, Chantal Contouri, Vitthal Kale, Nagesh Bhonsle, Carmen Duncan, Ansuya Nathan, Pawan Singh, Raunak Bhinder, Ishan Khanna, Harjeet Singh, Nitin Dhiman, Mariette Valsan, Aradhana Dhawan, Akhilesh Harsh, Devyani Mandavgane, Divya Unny, Bhidhisha Ghosh, Trishaan, Mariella Hosseini, Yogesh Rau, Carmel Johnson, Priti Srivastava, Puven Pather, Jesrin Joseph, Takila Wood, Dimple Shah, Ashwani Kumar, Piazza Priyam, Zenia Starr, Daljinder Singh Nagpal, Manasi Joshi, Rohan Mirchandaney, Rodney Afif, Marc Iserlis, Mona Mathews, Abhiroy Singh, Lee Perry, Jude Henshaw, Shiv Dev Singh, Rory Walker, Mahinga Senger, Sandeep Bhojak, Devyani Cm, Siwani Devkota, Lauren Koopowitz, Niraj Pandya, Kshitij Pawar, Yulian Shchukin, Yash Trivedi

Un film di: Anthony Maras

Durata: 123 minuti

Data di uscita: 30 aprile 2019

REVIEW OVERVIEW
Sufficiente
Previous articleStanlio e Ollio
Next articleLa Llorona – Le lacrime del male
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here