Hotel Artemis

0
492
Niagara e l`Infermiera in Hotel Artemis

Siamo qui da ventidue anni. Questo ospedale si basa su due cose: la fiducia e le regole.
(L’infermiera – Jodie Foster)

Durante un mercoledì notte del 2028 la città di Los Angeles è sconvolta da manifestazioni contro la restrizione dell’uso di acqua potabile solo a chi può comprarsela.

Allo stesso tempo, quattro uomini fuggono da un fallito colpo in banca dove hanno perso uno scontro a fuoco con la polizia. Per salvarsi raggiungono l’Hotel Artemis, un edificio art decò che un tempo era un prestigioso albergo e che ora ospita invece un esclusivo ospedale per criminali con un ferreo regolamento, gestito da una donna conosciuta come l’Infermiera.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Gli scenari apocalittici e futuristici sono da sempre di grande attrattiva al cinema e le rivolte per conquistare le ultime riserve di acqua pulita sono uno scenario piuttosto plausibile.

Una Los Angeles buia e violenta è l’ambientazione ideale per questa storia che ha però il pregio di svolgersi negli interni in penombra dell’Hotel Artemis, blindato dall’esterno.

All’interno vi lavora, da circa venti anni, l’Infermiera, interpretata da Jodie Foster che si è fatta invecchiare per il ruolo al trucco, regalando un’altra sua grande interpretazione. Un’infermiera che, a causa di drammi personali, lavora e vive in questo posto senza uscire mai fuori, con il terrore dello spazio esterno. Sono molto efficaci, a questo proposito, le scene in cui ella pratica training autogeno per gestire il panico ascoltando voci e musiche in cuffia e isolandosi mentre gira nei corridoi.

Le fa da assistente Everest (Dave Bautista), uomo enorme e altissimo quanto piccola e delicata lei. Formano una bella coppia di compagni di missione e la signora compensa il suo aspetto dimesso con un linguaggio rude e modi diretti, necessari per gestire pazienti difficili e il rispetto di rigide regole che partono da filtri all’ingresso della struttura fino alla gestione della complicata convivenza di certi soggetti in uno spazio comune.

Ricchi di arguzia i dialoghi e le azioni tra alcuni dei pazienti speciali: Waikiki (Sterling K. Brown), Acapulco (Charlie Day) e Nice (Sofia Boutella) ospiti protagonisti di battute sessiste, razziste e rappresaglie fisiche che rasentano minacce e combattimenti.

Belle altre partecipazioni, come quella di Zachary Quinto, noto anche come Spock nella nuova saga di Star Trek, nel ruolo di Crosby Franklin, figlio del boss Niagara, interpretato da Jeff Goldblum, lo studioso della saga di Jurassic Park che abbiamo rivisto in Jurassic World: Il regno distrutto (2018).

Il racconto di un posto fuori dalla legge ma con etica e regole proprie avviene attraverso efficaci chiaro scuri che coinvolgono tutti, anche la rigida protagonista, che ha segreti, vizi e debolezze. La cupa situazione interiore dei personaggi e generale del contesto abbraccia la disperazione dove alberga una segreta speranza.

Visione di azione e sentimenti con la generosa partecipazione di bravi interpreti. Da vedere.

Hotel Artemis – Locandina

Hotel Artemis

Genere: Azione, Drammatici, Fantascienza

Interpreti: Jodie Foster, Sterling K. Brown, Sofia Boutella, Jeff Goldblum, Brian Tyree Henry, Jenny Slate, Zachary Quinto, Charlie Day, Dave Bautista, Kenneth Choi, Father John Misty, Evan Jones, Nathan Davis Jr., Ramses Jimenez, Angela Sprinkle, Lloyd Sherr, Baldeep Singh, Brandon Morales, Tanner Gill, Bruce Concepcion, Travis Parker, Antal Kalik, Lauren Sivan, Sarah Shankman, Mark Kubr, Kate Higgins, Elizabeth Laime, Mason Shea Joyce, James Rackstraw, Matt Morgan, Martin Andris, Adam Burnette, Alonzo Duncan, Emmet Flores, Takahiro Fukuda, Ed Gage, Lee John Gilligan, Luis Richard Gomez, Fatimah Hassan, Khafre King, Lee Coc, Lozoya Jr., Kristina Meyering, JLouis Mills, Geraldine Moreno, Andrew Morgado, Noelle Therese Mulligan, Sandra Rosko, Max Valentine

Un film di: Drew Pearce

Durata: 94 minuti

Data di uscita: 1 agosto 2019

REVIEW OVERVIEW
Da vedere
Previous articleIl Re Leone
Next articleThe Quake – Il terremoto del secolo
Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here