Greta

0
461
Frances McCullen al lavoro in ristorante in Greta

Frances McCullen: I miei amici dicono che sono come una gomma da masticare.
Greta Hideg: gomma da masticare?
Frances McCullen: Sì. Tendo a restare.
(Frances McCullen e Greta Hideg – Chloë Grace Moretz e Isabelle Huppert)

Manhattan, New York City. Frances McCullen è una giovane che, dopo la morte della madre, si sente decisamente sola e persa nella Grande Mela che molto offre ma poco da in effetti. Le cose per lei cambiano improvvisamente quando per caso trova una borsa abbandonata all`interno della metropolitana.

Educata e gentile, Frances rintraccia la proprietaria con il fine di riportarle la borsa e si imbatte in Greta, una benestante vedova che veste in modo rétro e ha comportamenti tipici dell`alta società. Eppure Greta nasconde qualcosa, un segreto che metterà in forte crisi tutte le idee che Frances si era appena fatta su di lei.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Dramma mistery con forti elementi thriller che vede tornare alla regia dopo qualche tempo Neil Jordan, indimenticato maestro di Ondine (2009), Il buio nell`anima (2007), Breakfast on Pluto (2007) e soprattutto Michael Collins (1996), Intervista col Vampiro (1994) e In compagnia dei lupi (1984). Beh, Neil è tornato e questa volta lo fa alla grande, costruendo l`identikit di un serial killer basato sul rapporto su due persone, la pericolosa Greta alias una Isabelle Huppert in forma più che mai, e la triste Frances McCullen, una Chloë Grace Moretz bella e con uno sguardo e delle espressioni del viso e degli occhi che poche altre attrici possono mettere in campo. Entrambe recitano bene, anche se forse tra le due emerge maggiormente l`attrice francese: unghie nere, trucco da assassino seriale, musica vecchio stile e newyorkese born in Paris, la Huppert fa comprendere quanto, per personaggi mentalmente disturbati come la Greta che qui interpreta, quello che a noi sembra strano, folle e improponibile rappresenti la pura e semplice normalità della loro vita quotidiana. Concetti che il regista vuole veicolare sono l`importanza di non dare confidenza agli sconosciuti – lo so, per molti di voi è solo una frase fatta ma potreste cambiare idea dopo aver visto questa pellicola – insieme a quella forse ancora maggiore della protezione dei dati personali e della privacy, che si uniscono a quella meno forte ma sempre importante della dipedenza che generano le persone depresse per la perdita di qualcuno a cui erano molto legate da quelle con cui trovano di avere qualcosa in comune. Interessante poi anche l`uso che si fa di smartphone e similari nelle fasi di stalking, Searching (2018) ha fatto scuola in questo senso. Tra i personaggi emerge anche la bravura di Erica Penn interpretata da una convincente Maika Monroe, siamo sicuri si farà strada. Anche se ci sono alcuni buchi di poco conto, si tratta di un film da non perdere nel suo genere e nella sua unicità.

Greta

Genere: Drammatici, Mistery, Thriller

Interpreti: Isabelle Huppert, Chloë Grace Moretz, Maika Monroe, Jane Perry, Jeff Hiller, Parker Sawyers, Brandon Lee Sears, Arthur Lee, Rosa Escoda, Jessica Preddy, Thaddeus Daniels, Raven Dauda, Colm Feore, Zawe Ashton, Nagisa Morimoto, Navi Dhanoa, Elisa Berkeley, Stephen Rea, Hershel Blatt, Dominique Franceschi, Traci Hovel, Aneta Dina Keder, Graeme Thomas King, Darragh O’Connor, Romii Reilly, Angela Thompson

Un film di: Neil Jordan

Durata: 98 minuti

Data di uscita: 22 agosto 2019

REVIEW OVERVIEW
Da Non Perdere
Previous articleSubmergence
Next articleBlinded by the Light – Travolto dalla Musica
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here