Genius

0
1001
Thomas Wolfe e Max Perkins in Genius

Thomas Wolfe: Volevo conoscerla. L`uomo che ha letto per primo Hemingway e Fitzgerald e ha detto … si! Al mondo servono poeti! Ora me ne vado.
Max Perkins: Signor Wolfe, intendiamo pubblicare il suo libro.
(Thomas Wolfe e Max Perkins – Jude Law e Colin Firth)

Thomas Wolfe: Voi siete cosi spaventati che non sapete vivere!
Max Perkins: Dio aiuti chi ti ama Tom, perche nonostante i milioni di bellissime parole nei tuoi libri, non hai idea di cosa significhi essere vivi.
(Thomas Wolfe e Max Perkins – Jude Law e Colin Firth)

Thomas Wolfe: Pensa di avermi creato lui. Mi ha storpiato, ha deformato le mie opere!
Francis Scott Fitzgerald: Ha trasformato in realt`a i tuoi sogni!
(Thomas Wolfe e Francis Scott Fitzgerald – Jude Law e Guy Pearce)

Fotografia piena e vissuta della vita di Max Perkins, scopritore di talenti come Ernest Hemingway e Francis Scott Fitzgerald, e di Thomas Wolfe, autore di libri di successo come Angelo, guarda il passato curati dallo stesso Perkins.

I due si conoscono nel 1929 a New York dove Wolfe presenta a Perkins un manoscritto intitolato O Lost che sarebbe poi diventato il suo primo lavoro famoso al grande pubblico. Dopo averlo letto, Perkins ne intuisce le qualità e decide di pubblicarlo. Sarà un grande successo letterario, che metterà i due di fronte anche alle loro differenze e ai loro problemi personali, compresi quelli nei rapporti umani.

Biografia a metà tra la commedia e il dramma di un genio. Ma chi è davvero il genio, ci chiede questa pellicola, il creativo folle e scriteriato che inventa e scrive di getto qualcosa di magico e speciale, o colui che proteggendolo e accudendolo come un padre ne renderà possibile il successo professionale ed umano? La risposta non è delle più banali, anche se forse è scontata: entrambi, anche se in modo diverso. Il rapporto padre-figlio che si genera tra Max Perkins e Tom Wolfe va oltre le convenzioni, dando al primo quel figlio maschio da sempre cercato e mai avuto, e al secondo quella figura necessaria per essere se stesso. Figura alla fine comunque sostituibile come sovente succede nei casi di rapporti innaturali come questo.
Jude Law è espressivo come sempre nel ruolo di un Thomas Wolfe talmente folle e sconsiderato da essere poesia e veleno allo stesso tempo, Nicole Kidman che come Aline Bernestein recupera diversi dei punti persi negli ultimi anni in termini di bellezza e fascino intrisi della gelosia di un’amante ferita, Laura Linney è la moglie devota e affascinante, madre delle 5 figlie avute insieme al marito Max Perkins, un Colin Firth che invecchia meglio del buon vino stagionato e che quando piange è più umano di noi.
Interessante la fotografia della Grande Depressione americana, che fa tornare alla mente le crisi economiche e sociali degli ultimi anni negli States.
Impressionante il sounding del film, con la matita colorata delle correzioni del protagonista che fa rumore nel silenzio generato da quella che è il sacro stato di chi non guarda le parole ne le legge solamente, ma le riesce ad interiorizzare fino a farle diventare vive. Forse non è un film per tutti, ma per me si tratta di qualcosa da non perdere per nulla al mondo.

Genius - Locandina Genius

Genere: Biografici, Commedia, Drammatici

Attori: Colin Firth, Jude Law, Nicole Kidman, Laura Linney, Guy Pearce, Dominic West, Vanessa Kirby, Mark Arnold, Jane Perry

Durata: 104 minuti

Un film di: Michael Grandage

Data di uscita: 9 novembre 2016

SHARE
Previous articleResident Evil: The Final Chapter, promo video e date
Next articleThe Accountant
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY