Al Fantafestival 2015 con Marco Di Stefano e non solo lui

0
539
Marco Di Stefano al Fantafestival 2015

Arrivato al 35° anno il Fantafestival, la Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico, dal 22 al 29 giugno 2015 a Roma presso il Cinema Barberini e il Cinema Trevi, con la promozione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema, e realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale. Questo festival vede la partecipazione di artisti differenti e collaborazioni anche insolite. Curiosa la presentazione di Darkside Witches, fantasy diretto dal regista francese Gerard Diefenthal, interpretato dall’icona Barbara Bouchet nel ruolo della strega Sibilla

La storia affascinante parte nel 1589 con sei donne accusate di stregoneria e bruciate vive senza appello. Durante il rogo, Sibilla, invocando il demone Pazuzu, sigla un patto col diavolo che le promette vendetta, ottenendo eterna obbedienza e devozione. Al giorno d’oggi le donne armate di malefici poteri sono rinate assetate di sangue. Intanto Pazuzu sotto le spoglie di Don Milio, il parroco del paese, trama per sovvertire l’ordine cosmico tra il bene e il male e il Vaticano invia il coraggioso esorcista Don Gabriel per indagare strani inspiegabili accadimenti. In questo cast c’è anche Marco Di Stefano, attore e regista internazionale di teatro, cinema e tv che presenzia il Fantafestival 2015 anche nel ruolo del padre di un ragazzo “particolare” all’interno del film: E.N.D. diretto da Luca Alessandro, Allegra Bernardoni, Domiziano Cristopharo, Federico Greco. Un film che parte da un’agenzia di pompe funebri, dove il proprietario, l’autista dei carri funebri e il truccatore di salme sono costretti a fronteggiare la nascita di un’epidemia di invasione di zombie diffusa a causa di una partita di cocaina tagliata male.

Al Fantafestival Marco Di Stefano era già presente nel 2012 come interprete del film vincitore L’Eremita per la regia di Al Festa; un artista con cui è tornato il 25 giugno al Teatro Ghione a Roma, per lo spettacolo Swan, un concerto show della dotata cantante quattordicenne  italiana di origine irlandese: Swan, imperniato sul mondo delle favole e della natura, che ha visto la partecipazione di Ivana Spagna, cantante di successo internazionale oltre che vincitrice di Sanremo, la quale ha cantato alcuni dei suoi successi, come: Gente come noi, Easy Lady, Call Me e Il cerchio della vita, inclusa la colonna sonora de Il Re Leone.

Queste interessanti collaborazioni arricchiscono le attività che vedono l’artista Marco Di Stefano impegnato su più fronti. Da oltre venticinque anni è nei circuiti del teatro internazionale, anche come docente di teatro e comunicazione con numerosi laboratori negli Stati Uniti, Danimarca, Polonia, oltre che in Italia dove ha fondato il Festival di Amandola di cui è stato direttore artistico per 19 edizioni e dirige il Teatro della Comunità con Tanya Khabarova, eclettica artista, danzatrice e coreografa; con ottanta lavori finora realizzati, in diciotto paesi del mondo. Di Stefano ha lavorato con Bolognini, Luchetti, Altman, Ullman, Lars von Trier e tra gli stuzzicanti progetti da seguire c’è il film, non ancora uscito, Le Voyage di Frank W Dobrin, dove interpreta un indiano che lavora in un piccolo cimitero di un villaggio bulgaro, con la partecipazione di Gerard Depardieu, un violinista con cui stringe amicizia e lo aiuta in un incarico speciale. Poi ancora si attende una partecipazione al prossimo film del Maestro Lamberto Bava e un incontro con la grande Claudia Cardinale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here