Easy – Un viaggio facile facile

0
48
Isidoro in Easy, un viaggio facile facile

Proprietario pompe funebri: Sei sicuro che è l`uomo giusto per questa cosa?
Filo: A 14 anni è diventato campione italiano di Go Kart. A 17 anni si parlava di lui in ambiente di Formula 1.
Proprietario pompe funebri: Perchè non parte?
Filo: Perchè non parte?
(Filo e il Proprietario delle pompe funebri – Libero De Rienzo e Lorenzo Acquaviva)

Il 35enne Isidoro, da tutti chiamato Easy, vive ancora con sua madre, è depresso, ha tanti, davvero troppi chili di troppo, ha tentato il suicidio senza successo e si imbotte di psicofarmaci giocando a guidare macchine alla sua Playstation.

Sì, perchè Easy una volta era una grande promessa mondiale delle auto da corsa, ma qualcosa è successo e gli ha cambiato la vita. Quando suo fratello Filo gli chiede di portare ai confini dell`Ucraina la salma dell`operaio Taras morto sul lavoro, Easy non puo rifiutare. Il ragazzone si troverà a svolgere un viaggio all`apparenza semplice, ma che gli cambierà la vita per sempre.

Andrea Magnani crea e dirige una commedia degli eccessi e delle stranezze che con punte noir non prevedibili in fase iniziale e anche con una lunghezza paradossalmente eccessiva riesce comunque ad emergere con un lavoro di buon livello. In primis la pellicola diverte e non poco, usando quel genere di comicità che prende in giro sia i protagonisti che lo spettatore, giocando sulle esagerazioni e su quello che non ci si aspetta possa succedere, che puntualmente invece succede facendo ridere e allo stesso tempo ridendo. Molto del merito ricade su di una scoperta chiamata Nicola Nocella, che qui riesce a fornire una prestazione maiuscola e anche questa totalmente inaspettata alla vigilia. Certo, buchi nella trama e in generale nella storia ce ne sono, ma considerando che si tratta di un`opera prima del regista Andrea Magnani possiamo perdonare errori e omissioni. Il vero problema emerge nella lunghezza del film, che anche se corto ha avuto un disperato bisogno di allungare il brodo di circa 10/15 minuti facendo risentire in questo tutta la trama che si affatica e consegna una resa meno buona di quella che sarebbe potuta essere. Il nostro Isidoro comunica comunque un messaggio molto positivo a chi va al cinema, che anche quando siamo in uno stato di grossa crisi, anche quando ci sembra impossibile uscire fuori dai nostri problemi che durano da anni e anni, anche quando tutto sembra perduto, ci sono sempre delle chance di rimetterci in gioco, sta a noi poi essere in grado di sfruttarle o meno. Molto interessante la cooperazione con l`Ucraina che raggiunge qui un livello che a mia memoria non era mai stato testato precedentemente. Fa infine tenerezza il ritorno sulle scene di Barbara Bouchet, che ricordiamo meravigliosa durante il suo periodo d`oro. Buono.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] Easy – Un viaggio facile facile

Genere: Commedia

Interpreti: Nicola Nocella, Libero de Rienzo, Barbara Bouchet, Ostap Stupka, Veronika Shostak, Katheryna Kosenko, Orest Syrvatka, Volodymir Kuchma, Orest Garda, Beso Moistsrapishvili

Un film di: Andrea Magnani

Durata: 91 minuti

Data di uscita: 31 Agosto 2017

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here