I Primitivi

0
3
Dag ne I Primitivi

L`Età della Pietra è finita. Lunga vita all`Età del Bronzo.
(Lord Nooth – Tom Hiddleston/Salvatore Esposito)

Una tribù di cavernicoli dell’Età della Pietra, ben intenzionati, vive nel cratere lasciato dall’impatto di un asteroide con la terra e diventato nel frattempo rigoglioso e verdeggiante. La loro felice esistenza è sconvolta dall’arrivo degli intrusi dell’Età del Bronzo che li costringe tutti ad abbandonare la loro casa.

Questi si presentano un giorno per trasformare la loro valle in una miniera in modo che Lord Nooth (Salvatore Esposito), imperatore dell’età del Bronzo, possa mantenere il suo sontuoso stile di vita. Quando il prezzo umano del progresso era ancora alto e la pietra cedette il passo al bronzo, lasciando i primitivi nella sua scia, lo scontro tra civiltà prende la forma di un’epica sfida, che avverrà sul campo di calcio piuttosto che sul campo di battaglia. Il risultato sarà un completo disastro finchè Dag (Riccardo Scamarcio) non recluterà Ginna (Paola Cortellesi), appassionata ed energica tifosa. Ma tutto diventa sempre più difficile quando la tribù di Dag viene esiliata nelle Badlands dove sono assediati da germani reali e condizioni difficili. La loro casa temporanea offre il terreno di allenamento ideale ed il suo paesaggio crudele e le formazioni rocciose creano ostacoli formidabili, che diventano il giusto lavoro preparatorio alla partita.

Al centro della storia c’è Dag la cui buona natura non può impedirgli di entrare in situazioni sempre più ridicole. Il palcoscenico è pronto per uno show di calcio onnipotente tra l’età del bronzo e l’età della pietra, e c’è materiale molto divertente che coinvolge i primi commentatori ed i replay d’azione.

E così tutto si trasforma in una sorta di commedia sportiva, dove al centro c’è sia il tema dello sport, rappresentato come dovrebbe essere, sia quello della parità dei generi. Vengono fuori i valori del calcio, la lealtà, il gioco di squadra, l’impegno e la dedizione.

Con tutto il rispetto per Pixar e Studio Ghibli, possiamo riconoscere Nick Park e l’Aardman Animations come dei veri innovatori con le loro creazioni stop-motion, da sempre spettacoli gioiosi. Pellicola meravigliosamente scritta da Mark Burton, James Higginson e Nick Park che ne ha curato anche la regia. Park, quattro volte Premio Oscar creatore della mini-serie tv Wallace e Gromit (1990-2008) e co- direttore di Galline in Fuga (2000), ora per la prima volta sulla poltrona da regista. Grazie al livello di dettaglio e all’ingegno inventivo che ci si aspetta da un film Aardman il divertimento è assicurato, sia che si tratti di piccoli coccodrilli che di pioli, un incrocio di zebra fatto da una vera zebra o l’esclamazione di qualcuno alla scoperta del pane a fette.

Il lavoro vocale è strepitoso su tutta la linea, ed il cast di doppiatori quali Paola Cortellesi (Ginna), Riccardo Scamarcio (Dag), Salvatore Esposito (Lord Nooth), Greg (Grullo), Chef Rubio (Gordo) e Corrado Guzzanti (Barbo) sono stati scelti con cura per aiutare questi personaggi ad essere il più accattivanti possibile.

Non ridere della stupefacente ispirazione di Nick Park è impossibile. I conclusione, una storia per famiglie che non fornisce solo gag per adulti e gag per bambini. Individua il bambino interiore dell’adulto e l’adulto interiore del bambino.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] I Primitivi

Genere: Animazione, Avventura, Commedia, Sportivi

Voci Originali: Eddie Redmayne, Maisie Williams, Tom Hiddleston, Richard Ayoade, Timothy Spall, Mark Williams, Johnny Vegas, Selina Griffiths, Simon Greenall, Gina Yashere

Voci Italiane: Riccardo Scamarcio, Paola Cortellesi, Salvatore Esposito, Claudio Gregori, Gabriele Rubini, Alessandro Florenzi, Corrado Guzzanti

Un film di: Nick Park

Durata: 89 minuti

Data di uscita: 8 febbraio 2018

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here